martiri: Nigeria

http://web.tiscali.it/martiri

Nigeria

POPOLAZIONE: 103.460.000

RELIGIONE: islam 50%, cristianesimo 40%, culti tradizionali: 9%

Cattolici 11.848.677

Nigeria - Prefettura Apostolica: Kontagora - 65.550;

Vicariato apostolico: Bauchi: 60.000; Bomadi - 11.233; Kano - 75.514; Diocesi: Abuja - 42.793; Idah - 83.816; Lokoja - 29.250; Makurdi - 1.024.833; Otukpo - 234.484; Benin City - 273.904; Issele-Uku - 201.380; Warri - 189.000; Calabar - 170.000; Ikot-Ekpene - 80.010; Ogoja - 241.282; Port Harcourt - 109.700; Uyo - 597.989; Ibadan - 145.000; Ekiti - 135.000; Ondo - 180.255; Osogbo - 60.000; Oyo - 50.000; Jos - 342.976; Jalingo - 181.795; Maiduguri - 95.853; Yola - 95.553; Kaduna - 227.687; Ilorin - 56.772; Kafanchan - 227.687; Minna - 88.559; Sokoto - 31.937; Lagos - 1.096.000; Abeokuta - 45.000; Ijebu-Ode - 47.000; Onitsha - 1.223.556; Abakaliki - 212.700; Awka - 560.974; Enugu - 565.350; Nsukka - 380.178; Owerri - 539.032; Aba - 299.914; Ahiara - 385.512; Okigwe - 465.705; Orlu - 518.368; Umuahia - 99.576

La Nigeria è un Paese caratterizzato da una forte pluralità di etnie, culture e religioni; punto di incontro fra civiltà sudanesi e guineane, integrate senza successo nello Stato coloniale britannico, il Paese è ancora alle prese con rivalità etniche e religiose, alimentate spesso dagli interessi dei Paesi sviluppati.

Due blocchi si contrappongono: i musulmani del nord ed i cristiani del sud; anche l'islam nigeriano appare una nebulosa caotica, dove alcune importanti tariqa (confraternite) sufi si oppongono alle associazioni sotto l'influenza sudanese, a loro volta in guerra con quelle appoggiate dall'Iran.

La storia recente della Nigeria è simile a quella di molti Paesi africani: un lungo e interminabile susseguirsi di colpi di Stato, di lotte etniche, di tentativi di democratizzazione in gran parte fallimentari. La Nigeria ha una Costituzione di tipo federale; oggi è governata da un governo militare, responsabile di arresti arbitrari, violenze, torture ed esecuzioni sommarie. La Nigeria, a causa di tali pratiche contrarie ai diritti umani, è stata sospesa dal Commonwealth britannico nel 1995.

Il governo generalmente rispetta la libertà di culto e di pratica religiosa. La Costituzione proibisce di adottare una religione di Stato, benché l'islam goda di un trattamento privilegiato rispetto al cristianesimo.

L'appartenenza della Nigeria alla Organizzazione della Conferenza islamica e le proposte di adozione della shari'a come legge di Stato sollevano molte discussioni. Il governo ha stabilito nel 1987 un veto sull'intervento di organizzazioni religiose nel mondo delle scuole primarie, benché gli studenti godano del diritto di praticare la loro religione nei luoghi di culto. Ristretta anche la possibilità di distribuire materiale religioso, mentre sono proibite le manifestazioni in luoghi aperti e si riscontrano alcune difficoltà per l'ingresso nel Paese di persone sospettate di proselitismo.

Un resoconto della "KNA" del 27 febbraio 1998 fa risalire il primo contatto della Nigeria con il Vangelo nel XV secolo, ma una evangelizzazione sistematica avvenne solo nell'Ottocento, con i missionari anglicani e protestanti.

La prima missione cattolica risale al 1868, costruita dai francesi presso Lagos. Nel XX secolo sono state costruite missioni, chiese, parrocchie nel sud est del Paese, dove il cristianesimo ha preso lentamente piede, mentre nel nord regna incontrastato l'islam. Dopo la guerra del Biafra (1967-70) il regime cacciò la maggior parte dei missionari stranieri, ma la chiesa locale sopravvisse con le proprie forze. Oggi entra in seminario un tale numero di giovani che è stato necessario imporre il numero chiuso, cosicché solo alcune centinaia di seminaristi sono stati accolti nelle undici diocesi e nei quattro seminari. Nel 1995 si contavano 2.200 preti nativi della Nigeria, più che qualsiasi altra regione. Con dodici milioni di persone la Chiesa cattolica rappresenta una vasta minoranza, che diventa maggioranza nella zona di Ibo. Insieme ai venticinque milioni di anglicani e protestanti e al crescente numero delle chiese indipendenti africane, con circa dieci milioni di adepti, i cristiani sono forti quasi quanto i musulmani, che contano 50 milioni di fedeli. Il rapporto con questi ultimi viene definito dai rappresentanti della Chiesa locale non privo di tensioni, anche se negli ultimi tempi si è notato un leggero miglioramento.

"Fides", nel 1998, descrive l'equilibrio religioso della Nigeria come numericamente diviso tra musulmani e cristiani quasi in parti uguali. Si verificano attacchi contro edifici ecclesiastici, aggressioni a battezzati, ma, in realtà, esistono all'interno relazioni migliori di quanto appare esternamente. Al sud è possibile la conversione religiosa dall'islam al cristianesimo, mentre al nord non è permesso. In questa parte del Paese si registrano gli scontri maggiori, qui l'islam è presente dal 1200 e il potere degli emiri oggi limita la costruzione di scuole e chiese cattoliche.

Al sud vige maggior tolleranza.

La visita del Santo Padre in Nigeria, per la beatificazione di padre Tansi, ha portato la speranza di una riconciliazione e rotto l'isolamento imposto dalla comunità internazionale. Quest'ultimo aveva le sue cause nell'annullamento delle elezioni e il golpe di Abacha nel 1993, per l'esecuzione della condanna a morte nei confronti dello scrittore Ken Saro-Wiwa e di otto leader della minoranza etnica ogoni e la condanna a morte per il Nobel della letteratura Wole Soyinka, ora rifugiato negli Stati Uniti.

Il Santo Padre ha chiesto la liberazione di 60 detenuti politici e ha voluto rilanciare il dialogo con i musulmani. Mons. John Fasina, vescovo di Ijebu-Ode, in un'intervista rilasciata a "Fides", ha messo in luce alcuni aspetti della questione religiosa in Nigeria. Proveniente da una famiglia musulmana di etnia yoruba, mons.

Fasina si è convertito al cristianesimo all'età di 19 anni, mentre altri suoi fratelli hanno continuato a praticare l'islam.

La possibilità di conversione da una religione all'altra - spiega mons. Fasina - non è un fatto raro tra gli yoruba, a differenza di quanto accade nel nord dove ciò sarebbe inammissibile.

Lo "State Departement Report on Religion Freedom" cita due casi di persecuzione: lo Stato del Kwara nel marzo 1996 ha imposto la chiusura forzata delle scuole cristiane che rifiutavano di insegnare dottrine islamiche.

Queste scuole avevano preso tale provvedimento in risposta a quelle islamiche, che avevano rifiutato l'insegnamento di dottrine cristiane. Dopo il trasferimento del Governatore militare le scuole sono state riaperte. Lo Stato del Kwara è stato teatro di atti di violenza su cristiani nel marzo del 1997, quando un gruppo di soldati ha picchiato e frustato alcuni membri della Christian Association of Nigeria durante la processione della Domenica delle Palme nella località di Ilorin. Un capitano ha parcheggiato la propria automobile lungo il percorso della processione in mezzo alla strada; quando gli è stato chiesto di spostare la macchina egli ha ordinato ad alcuni soldati che stazionavano nelle vicinanze di attaccare la processione. Alcuni membri della Christian Association sono stati arrestati e tenuti in prigione per due giorni. Nel 1997 ad Ogwasi-Uku ha perso la vita per la sua fede il Rev. Ngozi Isidi, diocesano.

Le parrocchie e i sacerdoti cattolici, tuttavia, sono sempre più spesso vittime di furti ed attacchi armati.

Tra il dicembre 1997 e il gennaio 1998 sono stati circa dieci i sacerdoti vittime di attentati. Per la maggior parte gli assalti hanno luogo nel nord, presso l'arcidiocesi di Kaduna, vale a dire nel centro della congregazione missionaria vaticana. L'arcivescovo Peter Jatau ha invitato, tramite una circolare, parroci e religiosi a una più strenua difesa. Anche altre diocesi sono state oggetto di furti e rapine. Inoltre gli attacchi sono soprattutto rivolti alle offerte raccolte dai fedeli. In difesa di chiese e parrocchie sono state messe delle sentinelle che vengono, nella maggior parte dei casi, disarmate e legate. Un prete che risponde di non avere soldi con sé, informa "Fides", viene malmenato e gravemente ferito.

Solo nell'arcidiocesi di Onitsha, informa la "KNA" del 17 febbraio 1998, sono state prese d'assalto ventidue parrocchie, noviziati e seminari. In alcune diocesi quasi ogni singola parrocchia è stata assalita.

La Chiesa cattolica che è nel Paese si è rivolta ripetutamente all'autorità per questo problema, ma finora non si è avuto riscontro nei fatti, nonostante siano stati registrati progressi nel campo dei diritti umani, sottolineati anche da una dichiarazione della Conferenza Episcopale Nigeriana del settembre 1998, nella quale peraltro viene richiesta la restituzione delle scuole cattoliche sequestrate negli anni Settanta.

La repressione da parte del governo dei movimenti islamisti come i Fratelli musulmani è ritenuta da Amnesty International lesiva, in alcuni casi riferiti al 1998, dei diritti umani e della libertà di coscienza.


http://monarchiabancaria.blogspot.com/
Dio si nasconde, perché gode di essere trovato:
http://fedele.altervista.org/
sito sui 600 cristiani martirizzati giornalmente(fonte SOCCI):
http://web.tiscali.it/martiri




http://yeshua-ha-mashiach-notzri.blogspot.com/


http://pensiero-e-azione.blogspot.com/

http://ilcomandamento.blogspot.com/

http://it.youtube.com/lorenzojhwh

http://simec-aurito.blogspot.com/

http://fedele.altervista.org

http://jhwhinri.blogspot.com

http://immagini-parlanti.blogspot.com



Website Countercontatori di:
lorenzo.scarola@istruzione.it



tutto è per Lui o contro di Lui = " A e W "

Tu da che parte stai?

Cosa di te sarà evidente quando il Signore tornerà?

Infatti, Lui, riguardo a te, sta per tornare molto prima di quello che puoi pensare!



=====================
==========
Lorenzo Scarola approfitta della presente per salutare TUTTI simpaticamente: "Pace e Gioia!"!
Lorenzo Scarola è il creatore della prima moneta internazionale l'AURO o AURITO di proprietà del portatore

Lorenzo Scarola ordina con effetto immediato, nel nome e per il sangue di Gesù Cristo, tutto il bene e tutto il male, secondo quello che ognuno avrà meritato:
"Questo darà ancora, per l'ultima volta, spazio a una SPERANZA politica, prima che il SIGNORE ritorni".

sito sui 600 cristiani martirizzati giornalmente(fonte SOCCI):
http://web.tiscali.it/martiri


Website Counter
contatori di:jhwhinri@gmail.com




Lorenzo Scarola rappresentante di JHWH è disponibile per costruire il terzo Tempio Ebraico sul Monte degli Ulivi come è già stato annunciato dai profeti.
Questo Tempio aprirà il più bel periodo di pace, prosperità e "risveglio" che il genere umano abbia mai conosciuto, insomma si tratta dell'ultima fase del genere umano dedicata allo Spirito Santo.

Lorenzo Scarola dedica questo lavoro al suo Dio Spirito Santo.

  • 1- saluto Nicolò Bellia e all'antropocrazia.

  • 2- saluto tutti gli uomini di "buona volontà"

  • 3- saluto tutti i servitori di Dio

  • 4- saluto tutti i figli di Dio

lorenzo.scarola@istruzione.it

http://www.youtube.com/user/
humanumgenus

http://www.youtube.com/user/
lorenzojhwh


"Insomma, Dio per tutta l'Eternità non vuole essere lodato e ringraziato per poco, ma per molto, molto e moltissimo!
Non neghiamogli questa felicità, diamogli la possibilità di poter operare prodigi in noi."
by lorenzo scarola
Gloria a Dio per sempre!
A te, caro fratello mio, pace
da Lorenzo Scarola,
ore serali 3205708054
lorenzo.scarola@istruzione.it

http://deiverbumdei.blogspot.com

http://www.youtube.com/lorenzojhwh

http://www.youtube.com/humanumgenus



lorenzo scarola, Giacinto Auriti, Gesù di Betlemme e il futuro del genere umano
http://ilmegliodelbene.blogspot.com
http://fedele.altervista.org

lorenzo.scarola@istruzione.it

il vero volto dell'istituzione

Il signoraggio bancario è il nostro

più alto simbolo istituzionale OCCULTATO disonestamente e criminosamente al popolo, questo è il VERO motivo di tutti i MALI che affliggono la nostra falsa democrazia venduta dai massoni ai banchieri ebrei dal suo sorgere.

Pertanto, tutto il Pianeta è fondato sull'immoralità ideologica quanto economica.
Poiché gli illuminati perseguono il progetto di un uomo animale asservito totalmente ("il potere corrompe, ma il potere assoluto corrompe totalmente!"), ecco che essi commettono un crimine mai commesso fino ad ora: CRIMINE di ESTINZIONE SPIRITUALE di tutto il genere umano.

Questo è il più grave Delitto di LESA Maestà e violazione criminale dei principi Costituzionali di base.

Per questo, adesso si cerca di manipolare anche la Costituzione unico nostro baluardo al diritto già criminalizzato.






Nota: REVISIONISMO STORICO

Il problema dei nostri giorni non è quello della complessità e che bisogna studiare molto e moltissimo per poter capire qualcosa.
Ma che bisogna saper cercare nella contro-informazione quelle fonti "genuine" che non ci facciano cadere nella "fosso" del depistaggio.
Una schiera sterminata di "mangia pagnotte S.p.A.", ovvero di: funzionari, massoni, politici e di docenti universitari collaborazionisti del signoraggio bancario, ora hanno reso davvero difficile, non solo la comprensione reale della storia nei suoi avvenimenti, ma anche e soprattutto, rendono incomprensibile la stessa realtà che ci circonda.


Allora, veniamo al dunque:
"sei disposto a sacrificare la vita come me, oppure preferisci dare un contributo economico? Oppure, appartieni al popolo dei vigliacchi e preferisci nasconderti e fuggire dalle tue responsabilità? In questo caso degradante e vergognoso, come potrai sfuggire alle mie maledizioni? E comunque ti parlo così perché sei gia nella trappola di
"Questo sistema criminale e parassitario del fondo monetario internazionale di Ali Baba e dei suoi 40 ladroni di Banchieri Ebrei S.p.A., questi non solo non vi concederanno alcuna speranza, ma vi stanno gia portando al disastro totale NUCLEARE! SVEGLIATI BAMBOCCIONE!"

IBAN : IT33E0358901600010570347584,(non detraibili e non deducibili)
Reagite per voi stessi e per i vostri figli!
Quanto a me, io sono solo un contadino, che ha molti figli dal polo Sud al polo Nord e per questo deve MOLTO zappare, MOLTO seminare e Molto faticare per sfamarli tutti, perché a nessuno di loro venga negato il diritto alla VITA!
Per gli "illuminati" e gli USA, la guerra è una necessità così indispensabile che farebbero la guerra pure contro se stessi, e infatti sono capaci di inventarsi dei nemici immaginari come per esempio un certo Bin Laden che non ne sa niente:
http://www.youtube.com/share?p=B5B9B72CBC64AB43
http://www.youtube.com/view_play_list?p=B5B9B72CBC64AB43