teologia: FEDE-RAGIONE

http://web.tiscali.it/martiri

http://utenti.lycos.it/amenalleluia

http://members.xoom.virgilio.it/martiri

3. IL RAPPORTO FEDE-RAGIONE

STORIA

1Pt 3,15: "le ragioni della speranza"

Agostino atto di fede credere Deo si accetta che sia Dio a rivelarsi

credere Deum si accoglie il contenuto della rivelazione

credere in Deum movimento interpersonale

Tommaso actus autem credendi non terminatur ad enuntiabilem sed ad rem

l'atto di fede è un atto personale, teso ad una comunione

Lutero la fede è solo un atto di abbandono fiduciale

Trento, Decreto sulla giustificazione: necessari contenuti oggettivi come primo momento della giustificazione

disponuntur autem ad ipsam iustitiam,

dum excitati divina gratia et adiuti,

fidem ex auditu concipientes,

libere moventur in Deum,

credentes vera esse quae divinitus revelata et promissa sunt

Vaticano I, Dei Filius, 24.4.1870

cap. I Dio creatore di tutto

DS 3001 L'unico Dio è creatore di cielo e terra

[can. 1: contro chi nega l'esistenza di Dio].

[can. 3: contro il panteismo: "una e unica è la sostanza di Dio e di tutte le cose].

DS 3002 Ha creato non per bisogno, ma liberamente, per manifestare la sua perfezione

[can. 2: contro il materialismo].

DS 3003 Ciò che ha creato, Dio lo governa con la provvidenza

cap. II La Rivelazione

DS 3004 Dio può essere conosciuto con certezza dalle cose create, attraverso il lume naturale della ragione.

Tuttavia ha voluto fare conoscere sé e la sua volontà attraverso una via soprannaturale: il Figlio incarnato.

[can. 1: contro chi nega la possibiltà della teologia naturale].

[can. 2: contro il deismo].

[can. 3: contro il razionalismo].

DS 3005 La rivelazione non era in sé necessaria, ma in vista dell'ordinazione soprannaturale dell'uomo a partecipare di beni che superano l'intelligenza umana.

DS 3006 Scrittura e Tradizioni.

DS 3007 Interpretazione.

cap. III La fede

DS 3008 Siamo tenuti a prestare a Dio che si rivela il pieno ossequio dell'intelletto e della volontà nella fede: la fede trascende la ragione e ne chiede la subordinazione.

La fede è l'inizio dell'umana salvezza, una virtù soprannaturale con la quale, con l'aiuto della grazia di Dio, crediamo che son vere le cose che ci ha rivelato

NON per la verità intrinseca percepità col lume della ragione naturale

MA per l'autorità di Dio che si rivela, che non può né ingannare né ingannarsi.

[cann. 1s: contro l'autonomia della ragione: "Dio non può comandare la fede"].

DS 3009 Miracoli e profezie: segni della rivelazione certissimi e adatti all'intelligenza di tutti

[can. 3: contro il fideismo: "bisogna credere solo per una mozione interna"].

[can. 4: contro l'agnosticismo e il mitologismo].

DS 3010 Nessuno può credere senza l'illuminazione e l'ispirazione dello Spirito Santo: la fede è un dono soprannaturale, attinente alla salvezza. Con la fede l'uomo presta libera obbedienza a Dio, consentendo e cooperando alla sua grazia.

La fede non coincide con la carità, rimanendo la prima anche in assenza della seconda.

[cf. Orange, 3.7.529, can. 7: occorre il lume dello Spirito santo, non basta il lume della ragione, per attingere la salvezza].

DS 3011 Oggetto della fede sono le cose contenute in verbo Dei scripto vel tradito e quelle che la chiesa propone tamquam divinitus revelata con giudizio solenne o col magistero universale e ordinario.

DS 3012 È necessaria averla, per piacere a Dio; è necessario perseverarvi.

DS 3013 ARGOMENTI ESTERNI La chiesa stessa -veluti signum levatum in nationibus- "è perpetuo motivo di credibilità e testimonio della sua missione divina.

DS 3014 ARGOMENTI INTERNI Dio dona la sua grazia a coloro che sono nell'errore, illuminandoli internamente. C'è però differenza tra chi segue il cattolicesimo e chi segue un'altra religione.

cap. IV Fede e ragione

DS 3015 C'è un doppio ordine di conoscenza: soprannaturale e naturale

principio oggetto

per mezzo della ragione naturale ciò che è alla portata della ragione

per mezzo della fede divina i misteri di Dio, inconoscibili senza rivelazione

DS 3016 Il ruolo della ragione è:

- sviluppare l'analogia, in base a ciò che conosce naturalmente

- cogliere il nesso dei misteri fra loro e con il fine ultimo dell'uomo.

(MA sulla terra siamo pellegrini: un velo rimane).

DS 3017 Non v'è opposizione fede-ragione lo stesso Dio è autore della rivelazione

ha creato la ragione umana.

DS 3018 Fede e ragione possono reciprocamente sostenersi:

* la ragione dimostra i fondamenti della fede e coltiva la scienza delle cose divine

* la fede libera la ragione dagli errori e la istruisce

( utilità delle scienze umane).

@ I segni

-- sono validi come manifestazione dell'evento della rivelazione

-- sono necessari, tranne che per esperienze interiori privilegiate

-- non dimostrano il fatto della rivelazione, né vogliono costringere a credere

-- ma garantiscono la credibilità di ciò che vien esposto, la conformità alla ragione

Leone XIII, Aeterni Patris, 1879: metodo neoscolastico: * motivum fidei

* motivum credibilitatis

contenuto oggettivo della rivelazione

// condizioni del soggetto per aderire alla fede

Manualistica: schema di teologia dell'atto di fede

a. preambula fidei verità morali e religiose conoscibili con la ragione umana

b. motivum fidei il motivo per cui si crede: Dio stesso con la sua autorità

c. motivum credibilitatis i motivi per cui è possibile credere analisi dei segni (chiesa, miracoli, profezie) che attestano l'origine divina della rivelazione

d. motivum credentitatis i motivi per cui è necessario credere, data l'evidenza.

* ANALYSIS FIDEI quale rapporto tra grazia e libertà? rivelazione divina e conoscenza umana?

soprannaturalità la grazia permette all'uomo di affidarsi a Dio

volontà piena di libertà verso una salvezza non solo data ma anche scelta

intelletto garante di un atto certo in quanto conclusione di un procedimento logico

Gardeil (1859-1931)

- l'apologetica è la scienza della credibilità del dogma: l'apologetica scientifica dimostra razionalmente la credibilità.

- la credibilità è l'attitudine di un'asserzione ad essere creduta.

- processo psicologico dell'atto di fede processo psicologico degli atti umani

intentio fidei: disponibilità a credere intentio finis: ci si progetta in una finalità

giudizio di credibilità: dimostrazione razionale

credibilità razionale o semplice: analisi razionale dei motivi di credibilità

* (=) credibilità possibile

* () credibilità necessitante o imperativa: si deve credere: obbligo morale.

@ mistero di Dio sacrificio dell'intelletto soccorre la volontà

Rousselot (1878-1915)

- l'atto di fede, come opera nel credente, non è apologetico ma teologico

- la fede ha occhi: è la capacità di vedere ciò che Dio vuol mostrare.

- Dio si è mostrato nella rivelazione, garantendola con segni esterni, ma che solo gli occhi della fede possono vedere, non lo spirito umano.

- la grazia dà la capacità di vedere giustamente l'oggetto.

- la percezione della credibilità e la confessione della verità sono lo stesso atto:

la grazia permette la percezione della credibilità

la credibilità dà senso alla grazia

- l'amore suscita la facoltà di conoscere e rende l'atto del credere un atto libero

l'atto di fede è ragionevole perché l'indizio percepito è testimoniato dall'ordine naturale;

l'atto di fede è libero, perché l'uomo se vuole può rifiutare l'amore del bene soprannaturale.

Vaticano II // prospettiva biblica pisti = fiducia -- conoscenza -- azione

DV 5: con la fede l'uomo si abbandona tutto a Dio liberamente,

- prestando il pieno ossequio dell'intelletto e della volontà a Dio che rivela

- e assentendo volontariamente alla rivelazione data da lui

- è necessaria la grazia di Dio che previene e soccorre con gli aiuti interiori dello SS

@ il contenuto oggettivo della rivelazione è recuperato nell'orizzonte storico-salvifico di una relazione interpersonale.

Rahner: accentuazione della struttura trascendentale dell'atto di fede.

von Balthasar: accentuata l'evidenza oggettiva della rivelazione e l'alterità rispetto al credente.

Fisichella significatività

* i termini

1. la credibilità si radica non nelle condizioni del soggetto umano, ma nell'evidenza coerente che scaturisce dalla rivelazione;

2. la significatività è un processo che mette in relazione l'evento della rivelazione ed il singolo soggetto: dare le ragioni della vita cristiana;

3. senso: coerenza interna alla forma della rivelazione: Gesù è definitivo / rinvia a Dio;

significato: globalità della storia della salvezza mistero dell'incarnazione;

significativo: relazione tra senso e significato nella storia del soggetto: valido per me.

* concentrazione cristologica e soteriologica

1. Gesù di Nazareth è la massima espressione di senso e di significato;

2. segno primario di credibilità è il crocifisso risorto, in contesto trinitario;

3. qui c'è l'amore di Dio;

4. si impone una scelta per l'esistenza: la credibilità della chiesa dipende dalla sequela di Cristo.

TEOLOGIA E FILOSOFIA

Alfaro, La struttura dell'atto di fede

Guglielmo d'Auxerre

- la fede ha come fondamento unico non i segni e il ragionamento, ma Dio stesso 'veritas prima'

- credere è possibile solo con la grazia

Filippo il Cancelliere

- Dio è fondamento e contenuto della fede: fede è aderire alla 'veritas prima'

- il fondamento è creduto propter se

- il contenuto è creduto in virtù del fondamento

- è necessaria la grazia

Tommaso d'Aquino

- obiectum formale della fede è Dio, veritas prima, credibile per se stessa

- la Veritas prima è raggiunta dalla fede come realtà creduta e come fondamento da credere

- l'obiectum formale è raggiunto allorché si attinge il contenuto credere Deo

credere Deum


http://monarchiabancaria.blogspot.com/
Dio si nasconde, perché gode di essere trovato:
http://fedele.altervista.org/
sito sui 600 cristiani martirizzati giornalmente(fonte SOCCI):
http://web.tiscali.it/martiri




http://yeshua-ha-mashiach-notzri.blogspot.com/


http://pensiero-e-azione.blogspot.com/

http://ilcomandamento.blogspot.com/

http://it.youtube.com/lorenzojhwh

http://simec-aurito.blogspot.com/

http://fedele.altervista.org

http://jhwhinri.blogspot.com

http://immagini-parlanti.blogspot.com



Website Countercontatori di:
lorenzo.scarola@istruzione.it



tutto è per Lui o contro di Lui = " A e W "

Tu da che parte stai?

Cosa di te sarà evidente quando il Signore tornerà?

Infatti, Lui, riguardo a te, sta per tornare molto prima di quello che puoi pensare!

======================
==========
Lorenzo Scarola approfitta della presente per salutare TUTTI simpaticamente: "Pace e Gioia!"!
Lorenzo Scarola è il creatore della prima moneta internazionale l'AURO o AURITO di proprietà del portatore

Lorenzo Scarola ordina in maniera immediata, nel nome di Gesù Cristo, tutto il bene e tutto il male, secondo quello che ognuno avrà meritato: "Questo darà ancora, per l''ultima volta, spazio a una SPERANZA politica, prima che il SIGNORE ritorni".

sito sui 600 cristiani martirizzati giornalmente(fonte SOCCI):
http://web.tiscali.it/martiri


Website Counter
contatori di:jhwhinri@gmail.com




Lorenzo Scarola rappresentante di JHWH è disponibile per costruire il terzo Tempio Ebraico sul Monte degli Ulivi come è già stato annunciato dai profeti.
Questo Tempio aprirà il più bel periodo di pace, prosperità e "risveglio" che il genere umano abbia mai conosciuto, insomma si tratta dell'ultima fase del genere umano dedicata allo Spirito Santo.

Lorenzo Scarola dedica questo lavoro al suo Dio Spirito Santo.

  • 1- saluto Nicolò Bellia e all'antropocrazia.

  • 2- saluto tutti gli uomini di "buona volontà"

  • 3- saluto tutti i servitori di Dio

  • 4- saluto tutti i figli di Dio

lorenzo.scarola@istruzione.it

http://www.youtube.com/user/
humanumgenus

http://www.youtube.com/user/
lorenzojhwh


"Insomma, Dio per tutta l'Eternità non vuole essere lodato e ringraziato per poco, ma per molto, molto e moltissimo!
Non neghiamogli questa felicità, diamogli la possibilità di poter operare prodigi in noi." by lorenzo scarola
Gloria a Dio per sempre!
A te, caro fratello mio, pace
da Lorenzo Scarola,
ore serali 3205708054
lorenzo.scarola@istruzione.it

http://deiverbumdei.blogspot.com

http://www.youtube.com/lorenzojhwh

http://www.youtube.com/humanumgenus



lorenzo scarola, Giacinto Auriti, Gesù di Betlemme e il futuro del genere umano
http://ilmegliodelbene.blogspot.com
http://fedele.altervista.org

lorenzo.scarola@istruzione.it

il vero volto dell'istituzione

Il signoraggio bancario è il nostro

più alto simbolo istituzionale OCCULTATO disonestamente e criminosamente al popolo, questo è il VERO motivo di tutti i MALI che affliggono la nostra falsa democrazia venduta dai massoni ai banchieri ebrei dal suo sorgere.

Pertanto, tutto il Pianeta è fondato sull'immoralità ideologica quanto economica.

Questo è il più grave Delitto di LESA Maestà e violazione criminale dei principi Costituzionali di base.

Per questo, adesso si cerca di manipolare anche la Costituzione unico nostro baluardo al diritto già criminalizzato.






Nota: REVISIONISMO STORICO

Il problema dei nostri giorni non è quello della complessità e che bisogna studiare molto e moltissimo per poter capire qualcosa.
Ma che bisogna saper cercare nella contro-informazione quelle fonti "genuine" che non ci facciano cadere nella "fosso" del depistaggio.
Una schiera sterminata di "mangia pagnotte S.p.A.", ovvero di: funzionari, massoni, politici e di docenti universitari collaborazionisti del signoraggio bancario, ora hanno reso davvero difficile, non solo la comprensione reale della storia nei suoi avvenimenti, ma anche e soprattutto, rendono incomprensibile la stessa realtà che ci circonda.


Allora, veniamo al dunque: "sei disposto a dare la vita come me, oppure preferisce dare un contributo?"
IBAN : IT33E0358901600010570347584,(non detraibili e non deducibili)