martiri: S. Cecilia

http://web.tiscali.it/martiri

Ven 22 Novembre 2002

S. Cecilia

Sei un nuovo utente di www.CulturaCattolica.it?

Vuoi accedere a tutti i servizi, ricevere le newsletter, colloquiare con i nostri esperti?

Non c'è problema! Registrati subito (è gratuito!) ed avrai accesso a tutti questi servizi, e tanti altri!

Gatta da pelare 1

Autore: Rino Camilleri {BOXPDF}

Curatore: Nerella Buggio

Fonte: (C) Il Giornale 30.10.2001

Gatta da pelare

I sofisti caserecci, quelli che, a furia di comparsate televisive e giornalistiche, hanno convinto una non indifferente percentuale di italiani a "comprendere" le "ragioni" del terrorismo talebanico, dovrebbero riflettere su un'antica virtù: il coraggio.

È una virtù da sempre stimata dagli uomini, ed è una virtù che il cristianesimo fece subito propria fino ad elogiare quella filosofia pagana che si chiamava stoicismo.

Proprio questo stoicismo popolare e di massa fu una delle ragioni del clamoroso successo della nuova religione tra i più avveduti pagani, quelli addolorati per la decadenza di Roma. Roma, un oscuro villaggio di predoni che le virtù stoiche avevano trasformato nel più singolare, clamoroso e rimpianto Impero della storia.

Ma i nostri sofisti non sanno nemmeno di cosa stiamo parlando, abituati come sono a stare dalla parte "giusta", quella che garantisce visibilità, soldi, salotti e cattedre.

Se ne avessero una pur minima idea, guarderebbero meglio le immagini dei morti ammazzati, tutti rigorosamente vecchi, donne e bambini, sorpresi intenti alla più indifesa delle attività: la preghiera.

C'è un termine, in tutte le lingue, per indicare quegli uomini, maschi, adulti e robusti, che, armati fino ai denti, se la prendono con gli inermi, alle spalle e dopo essersi assicurati che siano del tutto inoffensivi: vigliacchi.

Il terrorismo islamico ha, ci si faccia caso, questa caratteristica, una caratteristica che lo differenzia da ogni altro terrorismo.

Le Brigate Rosse se la prendevano con uomini di vertice e con le loro scorte, tutti uomini di solito sull'avviso e armati.

L'Ira addirittura avvertiva preventivamente Scotland Yard.

Ma, in Algeria come altrove, si sgozza nottetempo e con efferatezza belluina.

Donne, vecchi e bambini.

Si vorrebbe sentire un grido di dolore proveniente dal mondo islamico cosiddetto moderato, un grido che, coralmente, ci faccia sapere che quell'"Allah è grande!" urlato dai massacratori di vecchi, donne e bambini è una menzogna, che quello non è Allah.

Questo grido di dolore e sdegno dovrebbe essere non episodico, affidato a qualche dichiarazione di facciata e individuale magari in occasione di una visita di cancelleria.

Dovrebbe essere proclamato ai quattro venti, ai più alti livelli e accompagnato da misure concrete (ripeto, concrete) di presa di distanze.

Invece no.

Qualche deplorazione rituale, e poi si ricomincia la conta degli ammazzati, in qualche altro posto più o meno distante dai riflettori dei media.

Così, lentamente ma inesorabilmente, si scivola lungo una china pericolosissima, quella delle ritorsioni sporadiche e private: i cristiani in terra musulmana cominciano a sentirsi in serio pericolo, i musulmani in terra occidentale cominciano a sentirsi a disagio.

Qualcosa del genere è già accaduto, nella storia, ma ogni paragone soffre di limiti; la storia non si ripete mai perfettamente uguale, forse per questo non è maestra di niente.

Il fatto, comunque, è questo: nel corso del XV secolo i Re cattolici spagnoli a un certo punto espulsero tutti i musulmani dal regno, accettando un impoverimento economico che solo con l'espansione oltreoceano poté essere recuperato.

Qualcuno dei sofisti di cui sopra lamenta l'interruzione di una "felice convivenza" durata secoli.

"Felice", sì, ma solo nei libri scritti dai suddetti.

Gli spagnoli sapevano bene che le quinte colonne dei regni islamici africani si annidavano nei quartieri musulmani e che non facevano mistero della loro volontà di riprendersi tutto.

Né le autorità potevano sopportare che, ad ogni notizia di stragi di cristiani in terra africana, si scatenassero intolleranze in Spagna, in una spirale di odio che rischiava di costare, in termini di ordine pubblico, molto più di quanto sarebbe costata ed effettivamente costò una misura politica radicale.

I sofisti di cui sopra cercano di gabellarci un'immagine storica a senso unico: il fanatismo, tutto cattolico; la tolleranza e la "felice convivenza", tutte musulmane.

Ma, come disse qualcuno, chi non conosce il passato è condannato a ripeterlo.

Figuratevi cosa succede quando il passato addirittura lo si distorce deliberatamente.

Naturalmente, l'esempio storico su riportato calza solo nella parte riguardante il problema, non in quella della soluzione.

Ma la gatta da pelare rimane, ed è tutta a carico dell'Occidente.

Frank Palombo era un pompiere di 46 anni. È morto sotto il crollo delle Torri gemelle. Aveva 10 figli.

http://web.tiscali.it/martiri

Frequentava la parrocchia cattolica di San Colombano e faceva parte della comunità neocatecumenale. Nel 1982 aveva sposato Jean, che oggi ha 41 anni. Il loro primo figlio ha 15 anni.

L'ultima bimba, Margaret, un anno.

Jean, raccontaci quella mattina...

La mattina dell'11 settembre mi sono svegliata ed ero stravolta perché pensavo di essere incinta. Ho detto a Frank: "Non posso di nuovo, così presto, diventerò pazza". Frank ha replicato: "Non devi pensare a questo…come chiameremo il bambino?".

Mi è venuto da ridere; lui sapeva sempre come farmi ridere.

Poi mi ha aiutato a preparare i bambini per la scuola.

Quando la macchina era pronta, ho detto: "È così facile quando mi aiuti in questo modo".

E lui ha risposto: "È semplice, posso aiutarti così ogni giorno".

È andato al lavoro, come sempre. Dopo aver portato i bambini a scuola, ho sentito quello che sembrava un tuono e subito qualcuno mi ha detto qualcosa sul primo aereo, poi sono tornata a casa e i vicini mi hanno detto del secondo aereo.

Ho imparato presto, nel mio matrimonio, che la moglie di un pompiere non deve mai guardare il notiziario se suo marito sta lavorando durante una sciagura, e così non lo feci. Alla sera ho capito che qualcosa non era andato bene perché non aveva chiamato e nessuno sapeva dove fosse la sua squadra.

A mezzanotte siamo venuti a sapere che erano dispersi.

Alcuni giorni dopo, ho saputo di non essere incinta.

Il 2 ottobre sono andata al "Ground Zero" (la zona delle Torri Gemelle) con i miei catechisti e allora sono stata capace di tornare a casa e dire ai miei figli che il padre era morto.

Cosa ha significato per te incontrare Cristo?

http://web.tiscali.it/martiri

Diciassette anni fa avevo lasciato la Chiesa, non volevo figli e il mio matrimonio si stava frantumando pian piano.

Frank mi invitò un giorno ad ascoltare alcune catechesi.

Gli dissi: "Questa è l'ultima cosa che farò nella Chiesa cattolica".

Quella sera ho visto il cristianesimo in quella coppia itinerante che aspettava il quarto figlio.

Avevano lasciato tutto, casa, carriera, il loro Paese, per annunciare il Vangelo.

Ho pensato: "Dio mi ama così tanto da aver suscitato in qualcuno questo desiderio cosicché io potessi ascoltare la Buona Notizia". Ho visto l'amore e subito ho capito che non avevo questo amore, nemmeno per mio marito.

Subito dopo, in una catechesi, ho sentito Giuseppe (il catechista) dire:

"Credi forse che Dio sia un mostro che non vuoi lasciargli fare la sua volontà nella tua vita…".

Mi aprii alla vita e oggi con 10 figli posso dire che Dio ha conosciuto i desideri del mio cuore.

Come stai vivendo ora questa tragedia?

Il Signore ha dato, il Signore ha tolto. Benedetto sia il Signore.

Credo che Dio lavora per il bene di coloro che lo amano. Questo evento è stato un grande male.

Tuttavia l'amore di Dio ha sorpassato questo male.

Per i terroristi posso solo pensare: "Padre, perdonali, perché non hanno idea di quello che hanno fatto".

Come vedi oggi il tuo futuro e quello della tua famiglia?

Frank mi manca terribilmente e piango molto, ma so che continuerà ad aiutarci dal Cielo.

Sto chiedendo una più profonda intimità con Cristo, che sono sicura porterà frutti così belli come quelli che sono venuti dall'intimità fra me e Frank. Frank ha trasmesso la fede ai bambini e loro spesso mi consolano con una parola.

I bambini sono felici per il loro papà, ma gli manca il giocare con lui, il pregare con lui, l'imparare con lui, lo stare con lui.

Io ho paura, ma mi aggrappo al Signore.

Adesso continueremo, nella Chiesa, a fare la volontà di Dio.

Copyright (C) 1995-2001 CulturaCattolica.it Srl - P.za San Marco 2 - 20122 Milano - Tutti i diritti riservati

Informazioni: Privacy | Redazione

DWT ASP VERS 1.05 16/04/01


http://monarchiabancaria.blogspot.com/
Dio si nasconde, perché gode di essere trovato:
http://fedele.altervista.org/
sito sui 600 cristiani martirizzati giornalmente(fonte SOCCI):
http://web.tiscali.it/martiri




http://yeshua-ha-mashiach-notzri.blogspot.com/


http://pensiero-e-azione.blogspot.com/

http://ilcomandamento.blogspot.com/

http://it.youtube.com/lorenzojhwh

http://simec-aurito.blogspot.com/

http://fedele.altervista.org

http://jhwhinri.blogspot.com

http://immagini-parlanti.blogspot.com



Website Countercontatori di:
lorenzo.scarola@istruzione.it



tutto è per Lui o contro di Lui = " A e W "

Tu da che parte stai?

Cosa di te sarà evidente quando il Signore tornerà?

Infatti, Lui, riguardo a te, sta per tornare molto prima di quello che puoi pensare!



=====================
==========
Lorenzo Scarola approfitta della presente per salutare TUTTI simpaticamente: "Pace e Gioia!"!
Lorenzo Scarola è il creatore della prima moneta internazionale l'AURO o AURITO di proprietà del portatore

Lorenzo Scarola ordina con effetto immediato, nel nome e per il sangue di Gesù Cristo, tutto il bene e tutto il male, secondo quello che ognuno avrà meritato:
"Questo darà ancora, per l'ultima volta, spazio a una SPERANZA politica, prima che il SIGNORE ritorni".

sito sui 600 cristiani martirizzati giornalmente(fonte SOCCI):
http://web.tiscali.it/martiri


Website Counter
contatori di:jhwhinri@gmail.com




Lorenzo Scarola rappresentante di JHWH è disponibile per costruire il terzo Tempio Ebraico sul Monte degli Ulivi come è già stato annunciato dai profeti.
Questo Tempio aprirà il più bel periodo di pace, prosperità e "risveglio" che il genere umano abbia mai conosciuto, insomma si tratta dell'ultima fase del genere umano dedicata allo Spirito Santo.

Lorenzo Scarola dedica questo lavoro al suo Dio Spirito Santo.

  • 1- saluto Nicolò Bellia e all'antropocrazia.

  • 2- saluto tutti gli uomini di "buona volontà"

  • 3- saluto tutti i servitori di Dio

  • 4- saluto tutti i figli di Dio

lorenzo.scarola@istruzione.it

http://www.youtube.com/user/
humanumgenus

http://www.youtube.com/user/
lorenzojhwh


"Insomma, Dio per tutta l'Eternità non vuole essere lodato e ringraziato per poco, ma per molto, molto e moltissimo!
Non neghiamogli questa felicità, diamogli la possibilità di poter operare prodigi in noi."
by lorenzo scarola
Gloria a Dio per sempre!
A te, caro fratello mio, pace
da Lorenzo Scarola,
ore serali 3205708054
lorenzo.scarola@istruzione.it

http://deiverbumdei.blogspot.com

http://www.youtube.com/lorenzojhwh

http://www.youtube.com/humanumgenus



lorenzo scarola, Giacinto Auriti, Gesù di Betlemme e il futuro del genere umano
http://ilmegliodelbene.blogspot.com
http://fedele.altervista.org

lorenzo.scarola@istruzione.it

il vero volto dell'istituzione

Il signoraggio bancario è il nostro

più alto simbolo istituzionale OCCULTATO disonestamente e criminosamente al popolo, questo è il VERO motivo di tutti i MALI che affliggono la nostra falsa democrazia venduta dai massoni ai banchieri ebrei dal suo sorgere.

Pertanto, tutto il Pianeta è fondato sull'immoralità ideologica quanto economica.

Questo è il più grave Delitto di LESA Maestà e violazione criminale dei principi Costituzionali di base.

Per questo, adesso si cerca di manipolare anche la Costituzione unico nostro baluardo al diritto già criminalizzato.






Nota: REVISIONISMO STORICO

Il problema dei nostri giorni non è quello della complessità e che bisogna studiare molto e moltissimo per poter capire qualcosa.
Ma che bisogna saper cercare nella contro-informazione quelle fonti "genuine" che non ci facciano cadere nella "fosso" del depistaggio.
Una schiera sterminata di "mangia pagnotte S.p.A.", ovvero di: funzionari, massoni, politici e di docenti universitari collaborazionisti del signoraggio bancario, ora hanno reso davvero difficile, non solo la comprensione reale della storia nei suoi avvenimenti, ma anche e soprattutto, rendono incomprensibile la stessa realtà che ci circonda.


Allora, veniamo al dunque:
"sei disposto a sacrificare la vita come me, oppure preferisci dare un contributo economico? Oppure, appartieni al popolo dei vigliacchi e preferisci nasconderti e fuggire dalle tue responsabilità? In questo caso degradante e vergognoso, come potrai sfuggire alle mie maledizioni? E comunque ti parlo così perché sei gia nella trappola di
"Questo sistema criminale e parassitario del fondo monetario internazionale di Ali Baba e dei suoi 40 ladroni di Banchieri Ebrei S.p.A., questi non solo non vi concederanno alcuna speranza, ma vi stanno gia portando al disastro totale NUCLEARE! SVEGLIATI BAMBOCCIONE!"

IBAN : IT33E0358901600010570347584,(non detraibili e non deducibili)
Reagite per voi stessi e per i vostri figli!
Quanto a me, io sono solo un contadino, che ha molti figli dal polo Sud al polo Nord e per questo deve MOLTO zappare, MOLTO seminare e Molto faticare per sfamarli tutti, perché a nessuno di loro venga negato il diritto alla VITA!
Per gli "illuminati" e gli USA, la guerra è una necessità così indispensabile che farebbero la guerra pure contro se stessi, e infatti sono capaci di inventarsi dei nemici immaginari come per esempio un certo Billaden che non ne sa niente:
http://www.youtube.com/share?p=B5B9B72CBC64AB43
http://www.youtube.com/view_play_list?p=B5B9B72CBC64AB43