TRINITARI

TESTI TRINITARI NEL NUOVO TESTAMENTO

http://web.tiscali.it/martiri

http://utenti.lycos.it/amenalleluia

http://members.xoom.virgilio.it/martiri

ALLA RADICE DEI SIMBOLI

Una funzione confessante

Una funzione dottrinale

LE CONFESSIONI DI FEDE NEL NUOVO TESTAMENTO

1. PRIMO MODELLO CRISTOLOGICO: IL NOME DI GESÙ + UN TITOLO

«Gesù è il Signore» (Rm 10,9; Fil 2,11; 1Cor 12,3)

«Gesù è il Cristo» (At 18,5.28; 1Gv 2,22)

«Gesù è il Figlio di Dio» (At 8,36-38)

Degli slogans, forse di provenienza liturgica.

Significativi: cf. Cesare è il Signore... Gesù ha preso potere in cielo, in terra e negli inferi. Cf. “Anatema al Cristo” nelle persecuzioni.

Si combinano: “Nostro Signore Gesù Cristo” (Col 3,1; Ef 3,11).

2. SECONDO MODELLO CRISTOLOGICO: IL KERYGMA

a. Gesù, uomo accreditato da Dio, ucciso, ma risuscitato da Dio

Pt At 2,14-39; 3,12-12; 4,9-15; 5,29-32; 10,34-43

Pl At 13,16-41

b. 1Cor 15,3-5 croce-risurrezione

Fil 2,6-11 schema abbassamento-innalzamento

Rom 1,3-4; 1Pt 3,18 katà sarka - katà pneuma

3. MODELLO BINARIO: DIO IL PADRE - CRISTO

Elencati secondo l’ordine, e ad ognuno un ruolo nella storia della salvezza:

1Cor 8,6 un solo Dio - un solo Cristo

1Tm 2,5-6.6,13

[Formule per il kerygma ai giudei]

Manca lo Spirito Santo ß sono formule catechetiche e non liturgiche o battesimali. Lo Spirito santo - per i primi cristiani - non è tanto l’oggetto di un insegnamento quanto colui nella cui potenza si muove la fede in Gesù: «Nessuno può dire “Gesù è il Signore” se non sotto l’azione dello Spirito santo» (1Cor 12,3)


http://web.tiscali.it/martiri

http://utenti.lycos.it/amenalleluia

http://members.xoom.virgilio.it/martiri

4. MODELLO TERNARIO: PADRE - FIGLIO - SPIRITO

Formule enumerative ‘ternarie’ (più che trinitarie)

a. 1Cor 12,4-6

Paolo invita ad ordinare i carismi in una cornice trinitaria. L’abbondanza disorinetante dei doni dello Spirito (siamo a Corinto...) non deve disgregare ma portare alla comunione. Vi sono ripetizioni nell’elenco: non ha preoccupazioni giuridiche, ma è l’eco della percezione trinitaria paolina, già abbastanza sviluippata da essere base per una catechesi ecclesiastica. sarebbe bastato attribuire tutto allo Spirito e invece tutta la filigrana è trinitaria.

Anche qui la liturgicità implica una ridondanza retorica.

Ef 4,4-6

2Ts 2,13-14

Gal 4,6

Tt 3,4-7

Eb 10,29

dallo Spirito al Padre

2Cor 13,13

Espansione di formule omologhe composte di un solo elemento (Rom 16,20), dovuta ad esigenze di maggiore insistenza e solennità. Il (2) membro è commento al (1), ed il (3) allude alle manifestazioni del Pneuma nel culto. Le formule liturgiche prediligono soluzioni enfatiche, ma non sono molto precise ‘logicamente’.

Il culto cristiano è possibile solo nello Spirito.

In Cristo si rivela l’amore del Padre che, nello Spirito santo è la vita della comunità ecclesiale.

§ Dio, il Kyrios e il Pneuma hanno un ruolo preciso nell’annuncio di Cristo ß hanno un maniera fissa di essere ciatati.

b. Mt 28,19-20

§ In origine il battesimo è amministrato nel nome di Gesù (At 2,38; 8,16; 10,48; 22,16): il battezzato è così inserito nell’atto redentivo operato da Gesù

Un arricchimento dell’insegnamento originario nel nome di Gesù, con la figliolanza che rimanda a Dio e al concetto di paternità, e con il dono dello Spirito.

Non si tratta dunque di due prospettive contrastanti, ma del rapporto che c’è tra bocciolo e fiore. La fede è trinitaria sin dall’inizio, la confessione lo diventa successivamente.

§ Determinante in questa evoluzione la narrazione evangelica del battesimo di Gesù, che è presentato in prospettiva trinitaria. Non è quindi una predilezione giudaica per le triadi, ma la conseguenza di una riflessione originaria sull’articolazione triadica.

§ Non è ancora una fede nella tripersonalità e nella parità dei Tre, ma una fede nel Dio che si era rivelato nel Figlio e come caparra dell’adozione aveva donato lo Spirito.

p Sono testi funzionali, che indicano cioè la storia della salvezza, non l’immanenza. [Su un piano ontologico, riguardo a Cristo, si lanciano Col 1,13-19; Eb 1,1-4)]

Non è autentica 1Gv 5,7-8: dove compare TRE, che sono UNO. Si tratta di un inciso del V secolo

p Non troviamo grandi ardimenti speculativi, ma il rioflesso di un’esperienza intyenza. La Trinità non è un problema teorico, ma un evento pratico, e con implicazioni pratiche

p Rilettura trinitaria degli eventi

Morte, Annunciazione, Battesimo, ecc.


http://monarchiabancaria.blogspot.com/
Dio si nasconde, perché gode di essere trovato:
http://fedele.altervista.org/
sito sui 600 cristiani martirizzati giornalmente(fonte SOCCI):
http://web.tiscali.it/martiri




http://yeshua-ha-mashiach-notzri.blogspot.com/


http://pensiero-e-azione.blogspot.com/

http://ilcomandamento.blogspot.com/

http://it.youtube.com/lorenzojhwh

http://simec-aurito.blogspot.com/

http://fedele.altervista.org

http://jhwhinri.blogspot.com

http://immagini-parlanti.blogspot.com



Website Countercontatori di:
lorenzo.scarola@istruzione.it



tutto è per Lui o contro di Lui = " A e W "

Tu da che parte stai?

Cosa di te sarà evidente quando il Signore tornerà?

Infatti, Lui, riguardo a te, sta per tornare molto prima di quello che puoi pensare!






lorenzo scarola, Giacinto Auriti, Gesù di Betlemme e il futuro del genere umano
http://ilmegliodelbene.blogspot.com
http://fedele.altervista.org

lorenzo.scarola@istruzione.it

il vero volto dell'istituzione

Il signoraggio bancario è il nostro

più alto simbolo istituzionale OCCULTATO disonestamente e criminosamente al popolo, questo è il VERO motivo di tutti i MALI che affliggono la nostra falsa democrazia venduta dai massoni ai banchieri ebrei dal suo sorgere.

Questo è il più grave Delitto di LESA Maestà e violazione criminale dei principi Costituzionali di base.

Per questo, adesso si cerca di manipolare anche la Costituzione unico nostro baluardo al diritto già criminalizzato.





Nota: REVISIONISMO STORICO

Il problema dei nostri giorni non è quello della complessità e che bisogna studiare molto per poter capire.
Ma che bisogna saper cercare nella controinformazione quelle fonti "genuine" che non ci facciano cadere nella "fosso" del depistaggio.
Una schiera sterminata di "mangia pagnotte S.p.A.", ovvero di: funzionari, massoni, politici e di docenti universitari collaborazionisti del signoraggio bancario, ora hanno reso davvero difficile, non solo la comprensione reale della storia nei suoi avvenimenti, ma anche e soprattutto, rendono incomprensibile la stessa realtà che ci circonda.