CITTADELLA della fratellanza universalestatuto

cooperativa e CITTADELLA della fratellanza universale
[BOZZA] "QUIS UT DEUS!":
COOPERATIVA di BENI e SERVIZI
Art. 8 - Ogni Associato è fondatore della cooperativa e ne detiene una o più quote sociali, su queste verranno ripartiti gli utili. Quando gli stessi utili avranno esaurito la fase dell'investimento per la crescita tecnologica e della potenzialità finanziaria.

Art. 9 - La fase degli investimenti strutturali prima o poi verrà completata e ogni socio per le quote di sua spettanza è proprietario di tutto il patrimonio immobiliare e finanziario. Ogni socio, vedrà crescere rapidamente il valore della sua quota, valore che può essere ceduto e venduto, ma mai riscattato dalla stessa Associazione perchè di alto valore sociale e per l'utilità sociale. Tuttavia, una volta esaurita la fase strutturale e tecnologica gli utili verranno a ricadere sulle quote. Parte di questi, un 10% serviranno per costruire autostrade in Africa. Il sistema del signoraggio ha portato la morte a quelle popolazioni e dei benefici a noi, il nostro non è pertanto un atto di bontà, ma solo di giustizia! Un altro 10 % saranno a disposizione dei nobili fini della Associazione del prof. Lorenzo Scarola per la sovranità monetaria al popolo.

Art. 10 - La cittadella fisica è secondaria a quella virtuale che si estende sul territorio mondiale. La cittadella fisica è un grande centro commerciale fatto di semplici prefabbricati, depositi di stoccaggio e di servizi come mensa e alloggio e docce e piscina, tutti i servizi sono pubblici, e il non associato può pagare in moneta convenzionale. Il luogo della mensa e dell'alloggio degli associati è esclusivo, l'accesso dell'ospite di fatto non è consentito. La cittadella spirituale e giusidica, si estende a tutti gli esercizi del territorio mondiale, che aderiscono agli scopi dell'associazione. L'associato, con la sua tessera identificativa, la tessera magnetica e i buoni sociali può comprare, vendere e lavorare ovunque sul territorio mondiale e usufruire dei servizi vantagiosissimi dela cooperativa.

Art.11 - La cittadella non ha una moneta alternativa, ma dei semplici buoni sconto o punti, un punto equivale a 10 euro. Mentre le monete metalliche di Stato sono da preferire come resto a quei luridi pezzi di carta delle Banche Centrali.

Art. 12 - Il punto di 10 euro è pari al valore di un ora di lavoro. Premesso che, all'associato non costerà molto di più magiare e dormire nella cittadella. E che il valore del potere di acquisto nella "cittadella" sarà pari almeno a tre volte, il potere di acquisto nello Stato massone e inflazionario. All'associato saranno offerti gratuitamente esuberi di beni e servizi!

Art. 13 - Ogni associato è coperto da polizza assicurativa e contributiva, nel caso in cui presti attività lavorativa nel centro.

Art. 14 - Ogni associato deve essere maggiorenne e a lui indistintamente si deve il titolo di "signore" o di "signora" che deve essere pronunciato con molto rispetto e nella consapevolezza della insopprimibile dignità umana.

Art. 15 - Ogni associato pone dei limiti al potere dei network nella sua vita. Si limiterà il più possibile l'uso della televisione.