uccidere tutti gli israeliani

il vero gioco imperialistico sul mondo ] farisei spa Rothschild e salafiti sharia, sono in competizione per la conquista del mondo! con la sola differenza che, i farisei per conquistare il mondo sono costretti a fare uccidere tutti gli israeliani! tuttavia, oggi farisei e salafiti: sono sodali, tra di loro, nello sterminare cristiani in tutto il mondo, perché loro sono le tenebre e i cristiani sono la luce!

lorenzoAllah Mahdì Palestina ] in realtà, io ho sempre giudicato innocenti tutti i popoli! Come ha detto GESù: "è il lievito cattivo di ERDOGAN islamico sharia, quella, che fa fermentare tutta la massa: con i vermi!"

le legittime aspirazioni DELLA LEGA ARABA SHARIA: SONO QUELLE DI POTER SGOZZARE TUTTO IL GENERE UMANO! VOI AVETE LEGALIZZATO IL NAZISMO DELLA SHARIA ED AVETE VIOLATO TUTTI I dIRITTI UMANI: IIN QUESTO MODO LA EUROPA BRUCERà: PERCHé ARRIVA SEMPRE IL MOMENTO CHE NELLE NAZIONI I MUSULMANI PRETENDONO LA SHARIA! è PERCHé, VOI AVETE BISOGNO DI UNA TRAGEDIA A LIVELLO MONDIALE, PER SALVARE LE VOSTRE BANCHE O PER SALVARVI DALLE RIVOLUZIONI, CHE I VOSTRI POPOLI DISPERATI DOVRANNO FARE, E A CUI VOI AVETE RUBATO IL LORO SIGNORAGGIO BANCAIO, perché, voi AVETE TRASFORMATO TUTTI I POPOLI DEL MONDO, IN SCHIAVI DI ROTHSCHILD SPA! NEW YORK, 16 OTT - Il leader israeliano Benyamin Netanyahu e quello palestinese Abu Mazen "devono cercare di fermare le violenze ora e provare a risolvere i problemi ora": lo ha detto il presidente americano, Barack Obama, sottolineando come "Israele ha il diritto di difendersi e di proteggere i suoi cittadini e i palestinesi hanno il diritto di poter seguire le loro legittime aspirazioni".

Obama il calunniatore, dice: "stop violenze israelo-palestinesi!" MA, SANNO TUTTI CHE SONO I PALESTINESI CHE SENZA MOTIVO VERO (loro mentendo dicono che è stata minacciata la Moshea), HANNO INSCENATO QUESTA PROTESTA VIOLENTA ED ASSASSINA: CON CUI L'ISLAMICO AFFERMA IL SUO SHARIA DIRITTO DI PUGNALARE IL GENERE UMANO, E, INFATTI, STANNO PUGNALANDO TUTTI GLI ISRAELIANI, CHE, LORO POSSONO RIUSCIRE PUGNALARE! ] Israele ha diritto a difendersi, palestinesi a realizzarsi [ quindi anche ISRAELE HA DIRITTO A REALIZZARSI! allora, DOVE è UNA PATRIA ADEGUATA A POTER RACCOGLIERE TUTTI GLI EBREI DEL MONDO? ] OBAMA è GENDER DARWIN è CAINO E CONTINUA A CALUNNIARE: COME SE DIPENDESSE DA Benyamin Netanyahu e DA palestinese Abu Mazen, DI POTER FERMARE LE VIOLENZE! è LA LEGA ARABA CHE DEVE RINUNCIARE AL NAZISmO DELLA SHARIA, PERCHé QUESTO ODIO ISLAMICO: imperialismo lega araba, CONTRO, tutto IL GENERE UMANO, CERCHERà SEMPRE PRETESTI PER FARE L'ASSASSINO!  ] [ NEW YORK, 16 OTT - Il leader israeliano Benyamin Netanyahu e quello palestinese Abu Mazen "devono cercare di fermare le violenze ora e provare a risolvere i problemi ora":
NEW YORK, 16 OTTobre, Obama DARWIN GENDER è il demonio, L'ANTICRISTO, e lui crede che noi siamo degli stupidi ADATTI PER LUI: lui dice: "Il leader israeliano Benyamin Netanyahu e quello palestinese Abu Mazen "devono cercare di fermare le violenze ora, e provare a risolvere i problemi ora": QUANDO LUI SA MOLTO BENE, CHE, QUESTI LEADER SONO ASSOLUTAMENTE IMPOTENTI, IN QUESTA SITUAZIONE, E CHE, loro SONO LE PEDINE DI GIOCHI IMPERIALISTICI CHE SONO SOPRA DI LORO! e come non c'è un vero motivo per avere attivato queste violenze, poi, non ci sarà un vero motivo per farle fermare.. perché, sanno tutti che nessuno è andato a minacciare in alcun modo la Moschea al-Aqsa: come loro calunniando hanno affermato!

Piccoli Comuni chiusi per tagli. La solidarietà dell’Anci Puglia. [ COME ALLA VIGILIA DELLA GUERRA MONDIALE VOLUTA DAL SISTEMA MASSONICO BANCARIO SPA BILDENBERG ROTHSCHILD IN ITALIA E NEL MONDO MUORE LA SPERANZA ] by Redazione
A Biccari, ma non solo, il Comune è “chiuso per tagli”. Ma non è solo in questa protesta civica. Attorno, 564 amministrazioni hanno aderito alla protesta ispirata in tutta Italia dai sindaci dei Monti Dauni, in primis Gianfilippo Mignogna che, nei giorni scorsi, ha simbolicamente serrato la porta d'ingresso del Municipio che amministra per contestare l’inesorabile e drammatica riduzione dei trasferimenti statali. Sono tanti i piccoli comuni della Provincia di Foggia che hanno aderito all'iniziativa. Ricordiamo Alberona, Casalvecchio, Castelnuovo della Daunia, Castelluccio Valmaggiore, Celle San Vito, Faeto, Motta Montecorvino, Panni, Roseto. E l'Anci, in una nota del presidente regionale Luigi Perrone, esprime la propria solidarietà ai sindaci.
“Manifestiamo solidarietà ai sindaci dei piccoli comuni foggiani e alle relative comunità, ribadendo il nostro pieno sostegno nella battaglia contro il degrado economico sociale e per il loro rilancio istituzionale. – dichiara il presidente Anci Puglia sen. Luigi Perrone - I piccoli comuni spesso rappresentano l’unico presidio dello Stato sul territorio, ma soprattutto sono una inestimabile risorsa di questo paese. I pesanti tagli ai trasferimenti di risorse statali, il patto di stabilità, le difficoltà di riscossione fiscale,  il fenomeno dello spopolamento, l'obbligatorietà delle gestioni associate e la centrale unica di committenza, paralizzano l’autonomia e il ruolo istituzionale aggravando il disagio economico sociale degli enti di minore dimensione demografica. Anci Puglia – prosegue Perrone -  a seguito di una serie di incontri provinciali con i piccoli Comuni, svolti nel mese di giugno scorso, ha raccolto le istanze dei sindaci, le ha fatte proprie e sostenute in sede di Consulta nazionale e nell’Assemblea piccoli comuni che si è svolta a Cagliari a luglio 2015. Le questioni saranno riproposte al Governo nel corso dell’imminente assise nazionale Anci, che si terrà dal 28 al 30 ottobre a Torino. Il Governo sembra disponibile a delle aperture, in mancanza di risposte concrete, ci mobiliteremo a livello regionale e nazionale.”
Anci Puglia ha espresso in più occasioni la propria posizione su questi temi ed ha chiesto con forza anche intervento di Anci Nazionale e dei rappresentanti parlamentari regionali. Nello specifico, ha chiesto maggiore autonomia ed una semplificazione delle regole contabili e ordinamentali per i comuni di minore dimensione demografica. Inoltre, si è espressa contro l'obbligatorietà delle gestioni associate, le Unioni di comuni devono prevedere accorpamenti su base volontaria e incentivata. Anci Puglia ritiene indispensabile una completa ricognizione delle specificità e delle criticità presenti al livello locale. Bisogna incentivare la gestione associata dei servizi e delle funzioni attraverso un percorso graduale, spontaneo, monitorato e razionale; va rivisto il sistema delle agevolazioni, ma soprattutto, resta fondamentale la definitiva esclusione dal patto di stabilità dei piccoli comuni, per evitare di aggravare ulteriormente la crisi delle economie locali minori.
Anci Puglia inoltre, al fine di intensificare la propria attività di supporto ai piccoli comuni, ha costituito nei giorni scorsi un gruppo di lavoro, per verificare insieme ad IFEL i criteri di determinazione del fondo di solidarietà per gli enti locali pugliesi.
=======
«Mia madre è morta con dignità grazie alle cura palliative» [[ LA PERENNE UMANA, TERRENA, TERRESTRE LOTTA DELLA VITA CONTRO LA MORTE: DEI MASSONI SACERDOTI FARISEI E SALAFITI IL REGNO DEL DEMONIO USURA BANCHE CENTRALI ]]
Sua madre, Maggie Karner, affetta da un gravissimo glioblastoma al cervello, era diventata famosa per aver realizzato un filmato virale in cui chiedeva a Brittany Maynard, una donna americana malata dello stesso cancro, di non scegliere la strada dell’eutanasia. Maggie è volata in cielo nei giorni scorsi e la sua battaglia è stata rilanciata dalla Read More… (http://it.aleteia.org/2015/10/15/mia-madre-e-morta-con-dignita-grazie-alle-cura-palliative/)
=========
In India le Missionarie della Carità dicono no alle adozioni per single [[ LA PERENNE UMANA, TERRENA, TERRESTRE LOTTA DELLA VITA CONTRO LA MORTE: DEI MASSONI SACERDOTI FARISEI E SALAFITI IL REGNO DEL DEMONIO USURA BANCHE CENTRALI ]]
Il Governo indiano ha deciso di aprire alle adozioni da parte dei single, ma le suore di Madre Teresa non ci stanno e hanno deciso di rinunciare allo status legale che permette loro di tenere aperti 18 servizi di adozioni in giro per il paese. E’ questa la notizia riportata dalla pagina web del settimanale Read More… (http://it.aleteia.org/2015/10/14/india-missionarie-carita-no-adozioni-single/)
==========
[[ LA PERENNE UMANA, TERRENA, TERRESTRE LOTTA DELLA VITA CONTRO LA MORTE: DEI MASSONI SACERDOTI FARISEI E SALAFITI IL REGNO DEL DEMONIO USURA BANCHE CENTRALI ]] Stacca la spina e salva la tua anima. Tranne che per la partita occasionale di football o baseball non mi manca la televisione, e penso che la gente dovrebbe liberarsi della propria come abbiamo fatto noi. So che le persone che parlano di rinunciare alla televisione influiscono sulla maggior parte della gente come chi fa jogging e si alza molto presto influisce su Read More… (http://it.aleteia.org/2015/10/14/stacca-la-spina-e-salva-la-tua-anima/)
==============
Padre Mourad: “Isis mi voleva sgozzare perché cristiano. Ero pronto alla morte per Cristo” [[ LA PERENNE UMANA, TERRENA, TERRESTRE LOTTA DELLA VITA CONTRO LA MORTE: DEI MASSONI SACERDOTI FARISEI E SALAFITI IL REGNO DEL DEMONIO USURA BANCHE CENTRALI ]] “Quasi tutti i giorni c’era qualcuno che entrava nella mia prigione e mi domandava ‘chi siete?’. Io rispondevo: ‘sono nazareno, cioè cristiano’. ‘Allora sei un infedele’, gridavano. ‘E visto che sei un infedele se non ti converti ti sgozzeremo con un coltello’. Ma io non ho mai firmato l’atto di abiura del cristianesimo”. Così il Read More… (http://it.aleteia.org/2015/10/14/padre-mourad-isis-mi-voleva-sgozzare-perche-cristiano-ero-pronto-alla-morte-per-cristo/)
===========
[[ LA PERENNE UMANA, TERRENA, TERRESTRE LOTTA DELLA VITA CONTRO LA MORTE: DEI MASSONI SACERDOTI FARISEI E SALAFITI IL REGNO DEL DEMONIO USURA BANCHE CENTRALI ]]   Facebook Refuses to Remove ‘Stab Israelis’ Page, then Yields to Pressure  ... WATCH: Mother of Dead Terrorist Sings a Song of Joy ... Social Media Rampant with Palestinian Incitement, Jew Hatred  ... WATCH: What Palestinians and ISIS Have in Common  ... Arab Gulf States Want to Buy Iron Dome System from Israel ...     Arab Terrorists Attack Israelis, Fox Reporter Blames Victims ... WATCH: Murderous Video Must be Removed from Facebook! ... Biased Media Refuse to Report that Palestinians are Killing Israelis .. US Equates Israel's Self-Defense to Palestinian Terror; CLICK for Latest News!
 United with Israel    Palestinian Sets His Head on Fire; Remove Murderous Video from Facebook!
October 14, 2015 - 1 Heshvan 5776
Arab Stabs 70-Year-Old Woman at Jerusalem Bus Station     Jerusalem Stabbing Attack

Palestinian Gets Taste of Own Firebomb, Sets His Head on Fire     palestinian head on fire

US Equates Israel's Response with Arab Terror, Will Not Condemn Palestinians
WATCH: US Equates Israel’s Response to Terror with Terror Itself, Does Not Condemn Palestinians. As the Palestinians are waging what amounts to a third intifada against Israel, the Obama administration is refusing to condemn the Palestinians, instead suggesting Israel is ALSO to blame. This is a blatant and unfair equivocation.
Clearly, the Obama administration holds Israel equally accountable for Palestinian terrorism as it does the Palestinians.
Again, AP reporter Matt Lee confronts a US State Department spokesman over seemingly incongruous positions held by the US administration when it comes to dealing with Israel and the Palestinians.
The administration called on BOTH sides to take action to reduce tensions, ignoring the fact that the Palestinian leadership is inciting terrorism.
This is an outrage. NOT how Israel expects its “friends” and allies to defend it. Make sure to watch ans SHARE! Mentre i palestinesi stanno conducendo ciò che equivale a una terza intifada contro Israele, l'amministrazione Obama si rifiuta di condannare i palestinesi, invece suggerendo Israele è anche la colpa. Questo è un equivoco palese e ingiusto.
===================
Chiaramente, l'amministrazione Obama sostiene che Israele è ugualmente responsabile per il terrorismo palestinese come fa i palestinesi. Anche in questo caso, AP giornalista Matt Lee affronta un portavoce del Dipartimento di Stato su posizioni apparentemente incongrui detenute dal governo degli Stati Uniti, quando si tratta di trattare con Israele ei palestinesi. L'amministrazione ha invitato entrambe le parti ad agire per ridurre le tensioni, ignorando il fatto che la leadership palestinese è incita al terrorismo. Questo è un oltraggio. NON come Israele si aspetta che i suoi "amici" e alleati per difenderla. Assicurati di guardare ans SHARE!
bbas ha palesemente mentito che Israele eseguito un 13-anno-vecchio terrorista palestinese, che è vivo e ricoverato in ospedale in Israele. Authority (PA) capo palestinese Mahmoud Abbas è da anni incitamento contro Israele ed è stato diffondere bugie dannosi su vari appezzamenti israeliani di danneggiare i palestinesi in un modo o nell'altro, ma si superato se Mercoledì, quando ha affermato che Israele eseguito un anno 13 -Old palestinese, quando in realtà il ragazzo, Ahmed Manasra, un terrorista che è stato girato dopo aver accoltellato e ferito gravemente due israeliani a Gerusalemme il Lunedi, è viva ed è in cura in un ospedale israeliano.
Parlando ai giornalisti il ​​Mercoledì, Abu Mazen ha affermato che "l'aggressione contro il nostro popolo e le aree sacre è aumentato in modo che sconvolge la pace e la tranquillità", che, ha detto "richiede un intervento internazionale."
Ha di nuovo negato il diritto degli ebrei al Monte del Tempio, dicendo "solo noi avere diritti di Al-Aqsa come palestinesi e musulmani, e nessun altro ha alcun diritto lì."
Poi ha fatto la dichiarazione contenente la sua menzogna sfacciata, rendendo ulteriori accuse contro Israele. "Noi non d'accordo per continuare la situazione sulla nostra terra, e non la politica di occupazione e di aggressione da parte di Israele e dei suoi abitanti, che commettono il terrore contro il nostro popolo, le nostre case, i nostri alberi, i nostri luoghi sacri, e che esegue i nostri figli a sangue freddo, come hanno fatto per il figlio Ahmed Mansara [il terrorista ricoverato] e gli altri bambini a Gerusalemme e in altri luoghi. Continueremo la nostra lotta nazionale che si basa sulla auto-difesa ".
Ha di nuovo minacciato di avere Israele perseguiti presso la Corte penale internazionale (CPI) per presunti crimini di guerra ha commesso contro i palestinesi.
Istigazione e bugie che portano alla Murder
L'ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu ha rilasciato una dichiarazione Giovedi sbattendo osservazioni Abbas 'come "l'incitamento e la menzogna."
"Il giovane sta parlando è vivo e ricoverato in ospedale Hadassah, dopo aver accoltellato un giovane israeliano, che stava andando in bicicletta, al momento", dice la nota.
"Mentre Israele mantiene lo status quo sul Monte del Tempio, Abu Mazen [Abbas], con le sue parole di incitamento, fa uso cinico della religione e porta quindi sul terrorismo."
Israel Katz
Ministro dei Trasporti Yisrael Katz. Ministro dei Trasporti Yisrael Katz deriso dichiarazioni di Abbas 'come "parole diffamatorie" e "menzogne", che "trasforma un assassino in un martire".
Nel corso delle ultime settimane, i palestinesi hanno perpetrato numerosi attacchi terroristici contro i cittadini israeliani in tutto il paese. Sette israeliani sono stati uccisi e 15 delle vittime criticamente feriti sono ancora ricoverati in ospedale.
La maggior parte dei terroristi sono stati i giovani palestinesi di età inferiore ai 25, essendo il più giovane del citato 13-year-old Manasrah. Israele fa pagare sono stati incitati alla violenza da una "cultura palestinese diffusa di odio."
"Per anni, i giovani palestinesi è stato indottrinato in scuole e in televisione per seguire le orme di arci-terroristi e di impegnarsi in violenza indiscriminata contro gli ebrei. Negli ultimi anni, questo l'avvelenamento delle menti dei bambini è stato esacerbato da discorsi di odio e chiede omicidio sui social media palestinesi, che stanno giocando un ruolo fondamentale nella sua ultima ondata di terrore ", il ministro degli Esteri israeliano ha dichiarato Giovedi.
"Israele chiede Mahmoud Abbas e di altri leader palestinesi per fermare l'incitamento alla violenza e di chiamare alla calma", dice la nota. "Giovani palestinesi meritano di ricevere un'istruzione che porrà le basi per un futuro migliore di coesistenza pacifica e la cooperazione con i vicini di Israele."
======================
Firma la petizione per fermare I finanziamenti all'Autorità palestinese. PA testa Abu Mazen e Hamas Haniyeh capo insieme. Petizione per gli Stati Uniti e l'Unione europea. Chiediamo che tutti i finanziamenti della PA essere immediatamente interrotta. L'unità con Hamas ha portato ad omicidi brutali, migliaia di razzi e l'incitamento in corso contro i cittadini israeliani. Perseguire Israele per "crimini di guerra" è spregevole e rende il finanziamento della PA contro legge degli Stati Uniti. Palestinian Authority (PA) head Mahmoud Abbas has for years been inciting against Israel and has been spreading malicious lies about various Israeli plots to harm the Palestinians in one way or another, but he outdid himself Wednesday when he asserted that Israel executed a 13-year-old Palestinian, when in fact the boy, Ahmed Manasra, a terrorist who was shot after he stabbed and critically wounded two Israelis in Jerusalem on Monday, is alive and is being treated in an Israeli hospital.
Speaking to reporters on Wednesday, Abbas claimed that “the aggression against our people and holy areas has increased in a manner that disrupts the peace and quiet,” which, he said “requires international intervention.”
He again denied the Jews’ right to the Temple Mount, saying “only we have rights to Al-Aqsa as Palestinians and Muslims, and no one else has any rights there.”
Then he made the statement containing his blatant lie, while making further allegations against Israel. “We will not agree to continue the situation on our land, and not the policy of occupation and aggression by Israel and its settlers, who commit terror against our people, our homes, our trees, our holy places, and who execute our children in cold blood, as they did to the child Ahmed Mansara [the hospitalized terrorist] and other children in Jerusalem and other places. We will continue our national struggle which is based on self-defense.”
He again threatened to have Israel prosecuted at the International Criminal Court (ICC) for alleged war crimes it has committed against Palestinians. Incitement and Lies that Lead to Murder
Prime Minister Benjamin Netanyahu’s office issued a statement Thursday slamming Abbas’ remarks as “incitement and lies.” “The youth he is talking about is alive and hospitalized in Hadassah Hospital, after he stabbed an Israeli youth, who was riding a bicycle at the time,” the statement said.
“While Israel maintains the status quo on the Temple Mount, Abu Mazen [Abbas], with his words of incitement, makes cynical use of religion and thus brings about terrorism.”
Israel Katz Minister of Transportation Yisrael Katz derided Abbas’ statements as “defamatory words” and “lies” which “turns a murderer into a martyr.”
Over the past weeks, Palestinians have perpetrated numerous terror attacks against Israeli citizens across the country. Seven Israelis have been murdered and 15 of the critically wounded victims are still hospitalized.
Most of the terrorists were Palestinian youth under the age of 25, the youngest being the aforementioned 13-year-old Manasrah. Israel charges they were incited to violence by “a widespread Palestinian culture of hate.”
“For years, Palestinian youth has been indoctrinated in schools and on television to follow in the footsteps of arch-terrorists and to engage in indiscriminate violence against Jews. In recent years, this poisoning of children’s minds has been exacerbated by hate speech and calls for murder on the Palestinian social media, which are playing a critical role in the latest wave of terror,” Israel’s Foreign Minister stated Thursday.
“Israel calls on Mahmoud Abbas and other Palestinian leaders to stop incitement to violence and to call for calm,” the statement said. ”Palestinian youths deserve to receive an education that will lay the basis for a better future of peaceful coexistence and cooperation with their Israeli neighbors.”
By: Max Gelber, United with Israel. Sign the Petition to Stop Funding the Palestinian Authority. PA head Abbas and Hamas leader Haniyeh together.  Abbas has blatantly lied that Israel executed a 13-year-old Palestinian terrorist, who is alive and hospitalized in Israel.
Petition to the United States and European Union.
We demand that all funding of the PA be stopped immediately. Unity with Hamas led to brutal murders, thousands of rockets and ongoing incitement against Israeli citizens. Prosecuting Israel for “war crimes” is despicable and makes funding the PA against US law.
==============
Gruesome Stabbing Attack in Ra'anana. Click here to watch: Gruesome Stabbing Attack in Ra'anana
Security camera footage of a savage terror attack which left one man moderately wounded in Ra'anana was released to the public Wednesday afternoon. The footage depicts a man in a bright orange vest walk slowly up to an unsuspecting civilian waiting at a bus stop. The attacker suddenly fastens his stride, pulls out a knife and stabs the victim multiple times in the neck and body. The attacker then attempts to slash wildly at other bystanders before running out of frame. The attack happened around 8:50 a.m., when the terrorist stabbed a 32-year-old man at a bus stop on Ahuza Street, outside a shopping center in the middle of town. The man was moderately wounded with injuries to his stomach and neck, but managed to fight off his attacker. Once other civilians came, they were able to subdue the man until police arrived.
Shortly after the initial incident, a second attack occurred at 10:40 a.m., when police received a report of a stabbing outside Beit Loewenstein Hospital further down Ahuza Street, where a 28-year-old man from east Jerusalem stabbed four people sitting at a café, wounding one seriously and three lightly. The attacker then fled down Ahuza Street while a group of bystanders gave chase. A motorist who saw the scene unfolding hit the terrorist with his car, and then he and another motorist grabbed him and subdued him until police arrived. Israel suffered its bloodiest day yet Tuesday, seeing three dead and over 20 injured in a wave of violence that has gripped the holy land over the past several days.
Source: Jpost
======================
New Video Lays Bare PA Incitement Behind Wave of Terror. Screen Shot 2015-10-14 at 4.49.30 PM
Click here to watch: 'PA culture of hate and incitement is to blame' for ongoing string of attacks.
To offset the disinformation and propaganda being spread against Israel even as a wave of Palestinian Arab terrorism engulfs the country, Israel's Foreign Ministry has released a sharp video clip and a short summary of the reasons for the recent unrest that has led to four Israeli deaths, dozens wounded, and widespread Arab rioting.
===================
se un poliziotto ti dice : "fermati!" ok, tu ti devi fermare! ] ERDOGAN SHARIA CALIFFATO E SALMAN SULTANATO LORO SONO degli avventurieri armati! SPARATEGLI! [ secondo la radio pubblica bulgara BNR, il gruppo di migranti era formato da 48 afghani armati e con atteggiamento aggressivo. Gli afghani non avrebbero obbedito all'intimazione delle guardie di frontiera di tornare indietro. Bulgaria, c'era una pistola in zaino afghano ucciso - Vi era anche una pistola, oltre a due cellulari, nello zaino del migrante afghano ucciso accidentalmente ieri sera dalla polizia bulgara al confine fra Bulgaria e Turchia. Lo ha detto in una conferenza stampa stamane il segretario generale del ministero dell'Interno bulgaro Gheorghi Kostov. Il gruppo di migranti intercettato dalla polizia, ha precisato, era composto da 54 persone, tutti uomini in buone condizioni fisiche, di età tra i 20 e i 30 anni. Ad avviso di Kostov i migranti si sarebbero comportati in maniera aggressiva e non avrebbero ubbidito agli ordini della pattuglia di tornare indietro. Gli agenti avrebbero sparato in aria, ma uno dei proiettili avrebbe colpito di rimbalzo accidentalmente alla testa uno degli afghani. "I tre uomini della polizia di frontiera che hanno fermato il gruppo di migranti clandestini meritano una medaglia", ha dichiarato Valeri Simeonov, presidente del partito Fronte nazionale per la salvezza della Bulgaria, in un'intervista al canale televisivo BTV. Il partito nazionalista di Simeonov appoggia in parlamento il governo di centrodestra di Boyko Borissov. Simeonov ha aggiunto che la polizia di confine deve sparare contro qualsiasi persona che non ubbidisca agli ordini dopo aver superato clandestinamente i confini. A suo dire "il gruppo dei clandestini era composto non certo da profughi che scappano dalla guerra ma da avventurieri armati"
===============
se un poliziotto ti dice : "fermati!" ok, tu ti devi fermare! ] ERDOGAN SHARIA CALIFFATO E SALMAN SULTANATO LORO SONO degli avventurieri armati! SPARATEGLI! [ secondo la radio pubblica bulgara BNR, il gruppo di migranti era formato da 48 afghani armati e con atteggiamento aggressivo. Gli afghani non avrebbero obbedito all'intimazione delle guardie di frontiera di tornare indietro. Bulgaria, c'era una pistola in zaino afghano ucciso - Vi era anche una pistola, oltre a due cellulari, nello zaino del migrante afghano ucciso accidentalmente ieri sera dalla polizia bulgara al confine fra Bulgaria e Turchia. Lo ha detto in una conferenza stampa stamane il segretario generale del ministero dell'Interno bulgaro Gheorghi Kostov. Il gruppo di migranti intercettato dalla polizia, ha precisato, era composto da 54 persone, tutti uomini in buone condizioni fisiche, di età tra i 20 e i 30 anni. Ad avviso di Kostov i migranti si sarebbero comportati in maniera aggressiva e non avrebbero ubbidito agli ordini della pattuglia di tornare indietro. Gli agenti avrebbero sparato in aria, ma uno dei proiettili avrebbe colpito di rimbalzo accidentalmente alla testa uno degli afghani. "I tre uomini della polizia di frontiera che hanno fermato il gruppo di migranti clandestini meritano una medaglia", ha dichiarato Valeri Simeonov, presidente del partito Fronte nazionale per la salvezza della Bulgaria, in un'intervista al canale televisivo BTV. Il partito nazionalista di Simeonov appoggia in parlamento il governo di centrodestra di Boyko Borissov. Simeonov ha aggiunto che la polizia di confine deve sparare contro qualsiasi persona che non ubbidisca agli ordini dopo aver superato clandestinamente i confini. A suo dire "il gruppo dei clandestini era composto non certo da profughi che scappano dalla guerra ma da avventurieri armati"
======================
PERCHé IL PIù GRANDE TERRORISMO è QUELLO DEL NWO: PERCHé GLI USA SONO IL SUPPORTER DI HAMAS CONTRO ISRAELE! ] [ vi potrà sembrare, ANCHE, molto strano, quello che io sto per dire, e certo non potrebbe mai essere una giustificazione della violenza, che la sharia ed i vari fondamentalismi BUDDISTI, INDUISTI, COMUNISTI: NAZISTI, TUTTI in rapida crescita, SI stanno diffondendo nel mondo: TUTTO A SPESE DI ISRAELE, RUSSIA AFRICA ED EUROPA: TUTTO A SPESE DEI MARTIRI CRISTIANI INNOCENTI, IN GENERE: AGGREDITI IN TUTTO IL MONDO! E DI OGNI TIPO DI RAZZISMO ED INTOLLERANZA IN GENERE! MA, SE, VOI CI PENSATE, è IL NWO SPA FMI, BANCA MONDIALE, USUROCRAZIA MONDIALE, CHE è REGIME TRANSNAZIONALE MASSONICO BILDENBERG: ECC..  SPA CORPORATIONS, HALLOWEEN MONDIALE, NETWORK MONDIALI, ECC.. TUTTI COSTORO STANNO DISTRUGGENDO LE IDENTITà NAZIONALI, IN MANIERA SCIENTIFICA: PER REALIZZARE DI TUTTO IL GENERE UMANO, UN SOLO ED INDISTINTO BRANCO DI ANIMALI SCHIAVI DARWIN GENDER SCIMMIE! QUINDI QUESTO RITORNO AL FONDAMENTALISMO POTREBBE ESSERE INTERPRETATO ANCHE COME UNA REAZIONE DEI POPOLI ALLA PROPRIA IDENTITà E TUTELA! ] ED IN QUESTO CONTESTO SI INTUISCE L'ASSOLUTO TERRORISTICO CRIMINALE MONDIALE SHARIA IL NAZISMO DI ERDOGAN E SALMAN NELLA CIA DEI 322 BUSH ROTHSCHILD: CHE STANNO SCARDINANDO LO STESSO CONCETTO DEL DIRITTO: DATO CHE, LORO HANNO INVASO LA SIRIA, UNA NAZIONE SOVRANA, ECC..  CON LA LORO TERRORISTI GALASSIA JIHADISTA! [ TEL AVIV, 16 OTT - Un giovane israeliano é stato pugnalato da un palestinese ad Hebron, in Cisgiordania nella giornata che da Hamas è stato definita "di collera". Lo dice la Radio militare secondo cui l'aggressore è stato "neutralizzato" a colpi di arma da fuoco dalla reazione delle forze di sicurezza.
==================
"QUESTA è LA Piazza della MORTE SHARIA DELLA democrazia"  ERDOGAN IL CANE SHARIA DI SATANA NON PUò COMMERCIARE CON ISIS, FINANZIARLO, PROTEGGERLO E POI NASCONDERSI DIETRO UN DITO! C'è LUI IN QUESTA SUA VOLONTà DI FARE IL GENOCIDIO DEI CURDI, DOPO CHE GLI USA GLI HANNO PERMESSO DI POTER FARE IL GENOCIDIO DI TUTTI I CRISTIANI DI SIRIA ED IRAQ! ] ISTANBUL, 16 OTT - Il Comune di Ankara ha approvato una mozione per rinominare "Piazza della MORTE SHARIA DELLA democrazia" il luogo dell'attentato di sabato di fronte alla stazione ferroviaria centrale della capitale turca. L'area prima non aveva un nome. Il governo ha anche deciso di garantire un risarcimento di 820 lire turche (circa 250 euro) ai familiari delle vittime. Ai feriti verrà data una cifra variabile secondo la gravità dei danni subiti, con un massimo uguale a quello assicurato agli eredi le vittime.
===============
"QUESTA è LA Piazza della MORTE SHARIA DELLA democrazia"  ERDOGAN IL CANE SHARIA DI SATANA NON PUò COMMERCIARE CON ISIS, FINANZIARLO, PROTEGGERLO E POI NASCONDERSI DIETRO UN DITO! C'è LUI IN QUESTA SUA VOLONTà DI FARE IL GENOCIDIO DEI CURDI, DOPO CHE GLI USA GLI HANNO PERMESSO DI POTER FARE IL GENOCIDIO DI TUTTI I CRISTIANI DI SIRIA ED IRAQ! ] ISTANBUL, 16 OTT - Il Comune di Ankara ha approvato una mozione per rinominare "Piazza della MORTE SHARIA DELLA democrazia" il luogo dell'attentato di sabato di fronte alla stazione ferroviaria centrale della capitale turca. L'area prima non aveva un nome. Il governo ha anche deciso di garantire un risarcimento di 820 lire turche (circa 250 euro) ai familiari delle vittime. Ai feriti verrà data una cifra variabile secondo la gravità dei danni subiti, con un massimo uguale a quello assicurato agli eredi le vittime.
===============
USA 666 - LEGA ARABA SHARIA: UN SOLO REGNO DI SATANA: LORO HANNO AVUTO 5 ANNI PER BOMBARDARE: I LORO CITTADINI SHARIA, LA LORO GALASSIA JIHADISTA SAUDITA SHARIA TURCA: IL NAZISMO SHARIA, E NON LO HANNO FATTO! SPERO CHE LA SIRIA POSSA RISOLLEVARSI PER POTER ABBATTERE TUTTI COLORO CHE VIOLANO IL SUO SPAZIO AEREO: NON ESSENDO STATI AUTORIZZATI! NON ABBIAMO NESSUN MOTIVO DI RITENERE CHE ABBIANO INTENZIONE SERIAMENTE DI COMBATTERE ISIS SHARIA, VISTO CHE NON HANNO VOLUTO FARLO, FINO AD ORA! ] Turchia: aereo abbattuto era drone. Fonti militari citate da media. Nel sud-est a confine con Siria
================
SE, IL DRONE NON è: NEANCHE, DI ISRAELE, NON MI STUPIREI, CHE, POSSA ESSERE UN DEPISTAGGIO UN TRANELLO: della CIA, UN FALSO INCIDENTE: PER ALZARE LA TENSIONE, CONTRO LA RUSSIA! PERCHé, lo hanno capito tutti è QUESTO LO SCOPO DELLA NATO, che ha fretta di portarci nella guerra mondiale: questo crimine è necessario al FONDO MONETARIO per riaprire un nuovo ciclo monetario usurocratico e devitalizzante!! Mosca, nessun jet o drone russo manca ad appello - Tutti i jet russi operanti in Siria sono tornati alla base vicino a Latakia dopo le loro missioni, mentre i droni operano come previsto: lo ha detto Igor Konoshenko, portavoce del ministero della difesa russa dopo che Ankara che reso noto di aver abbattuto un velivolo di provenienza non identificata, un drone secondo la Bbc.
===============
no, il drone in territorio turco: non è di Israele è proprio della CIA! ] [ ed è impensabile pensare che, in sede NATO, tutti i criminali governi: massoneria e farisei SpA usurai MERKEL, tr0ika SPA FMI, di USA UE: il nazismo bildenberg, e LEGA ARABA sharia il nazismo maomettano, loro non si siano già incontrati e non abbiano già discusso di aggredire la Russia con annessi e connessi tutti i piani della GUERRA MONDIALE!
=================
no, il drone in territorio turco: non è di Israele è proprio della CIA! ] [ è chiaro: nella NATO sono alla disperata ricerca di un incidente per scatenare la guerra mondiale: ma, non tutte le NAZIONI della LEGA ARABA: come Egitto, Giordania, ecc.. e della EUROPA: come ITALIA SPAGNA, GRECIA ecc.. cioè: le loro merde di serie B? loro non sono stati messi al corrente di questi piani criminali di guerra mondiale: tutto un complotto ai loro danni ed ai danni di ISRAELE
================
uccidere a pugnalate un bambino israeliano, un civile israeliano è molto più grave che incendiare una tomba: anche se il significato è identico: "come abbiamo cancellato ogni simbolo di cristianesimo in Kosovo? GENOCIDIO HANNO SUBITO TUTTI I SERBI DEL COSSOVO! così cancelleremo ogni simbolo di ebrei in Palestina!" GENOCIDIO DOVRANNO SUBIRE, anche, TUTTI GLI ISRAELIANI, PERCHé QUESTA è UNA AGENDA SaUDITA ROTHSCHILD NATO USA! non c'è più una situazione diplomatica: ormai il destino è nelle mani di Dio sul campo di battaglia! io ordino di deportare tutti i palestinesi e di radere al suolo la Moschea Cupola della ROCCIA! il mondo criminale e nazista di questi islamici LEGA ARABA deve essere umiliato! Ieri Hamas da Gaza ha proclamato una Giornata di collera a Gerusalemme est e in Cisgiordania.  La notizia dell'incendio nell'edificio che a Nablus (Cisgiordania) ospita la Tomba di Giuseppe ha destato collera nel governo israeliano. Il ministro Uri Ariel (del partito nazionalista Focolare ebraico) ha commentato: ''gli stessi palestinesi, mentre mentono sfrontatamente quando denunciano un asserito cambiamento da parte nostra dello status quo nel Monte del Tempio (Spianata delle Moschee, ndr), a loro volta profanano e bruciano un luogo sacro all'ebraismo''. Secondo la tradizione ebraica la 'tomba di Giuseppe' a Nablus e' quella del personaggio biblico figlio di Giacobbe e di Rachele, divenuto influente consigliere del Faraone d'Egitto. Ariel ha anche chiesto al premier Benyamin Netanyahu di ordinare all'esercito di assumere il controllo di quell'edificio. Giornata 'di collera' di Hamas, israeliano accoltellato a Hebron
===================
hanno chiesto allo IRAN il permesso per ucciderli: per futili motivi? BEIRUT, 16 OTT – Amnesty International ha detto oggi di temere che siano imminenti le esecuzioni in Arabia Saudita di tre giovani attivisti sciiti condannati a morte per reati che avrebbero commesso quando erano minorenni: non solo Ali al Nimr, il cui caso ha sollevato nelle scorse settimane un'ondata di proteste in tutto il mondo, ma anche Dawud Hussein al Marhun e Abdullah Hassan al Zaher. I tre detenuti, afferma Amnesty, sono stati posti in regime di isolamento dal 5 ottobre nella prigione Al Hahir di Riad.
=================
LA DEPORTAZIONE DI TUTTI I PALESTINESI IN SIRIA è UN EVENTO CHE LA ARABIA SAUDITA E ONU HANNO RESO INEVITABILE Mo: riunione straordinaria Consiglio Onu dei calunniatori bugiardi assassini: satanisti massoni maomettani: per il genocidio e la guerra mondiale! [ loro dicono: "Su escalation violenze tra israeliani e palestinesi" ] ma, la realtà è che israeliani sono aggrediti senza motivo; il motivo se lo sono inventato gli islamici: che hanno detto che lo status giuriDIco della Moschea al-Aqsa, sarebbe cambiato o che Israeliani avevano deciso di distruggere la Moschea al-Aqsa, ma, tutti posso giudicare come Allah è il demonio, per pervertire fino a questo punto le menti di soggetti criminali LEGA ARABA, altamente pericolosi su scala mondiale! LA DEPORTAZIONE DI TUTTI I PALESTINESI IN SIRIA è UN EVENTO CHE LA ARABIA SAUDITA E ONU HANNO RESO INEVITABILE!
================
USA E LEGA ARABA ONU: HANNO LEGITTIMATO LA SHARIA, LEGITTIMANDO NAZISMO E TERRORISMO ISLAMICO, CREANDO TUTTI I PRESUPPOSTI PER UNA SITUAZIONE DI INSOSTENIBILITà MAOMETTANA E NAZISTA SHARIA, IN MODO DELIBERATO: UN ELEMENTO DI TURBATIVA MONDIALE! PER ISRAELE ATTENDERE GLI EVENTI GIà PROGRAMMATI DAL NWO CALIFFATO? GLI SARà FATALE! LA DEPORTAZIONE DI TUTTI I PALESTINESI IN SIRIA è UN EVENTO CHE LA ARABIA SAUDITA E ONU HANNO RESO INEVITABILE! TEL AVIV, 16 OTT - In seguito all'incendio appiccato alla Tomba di Giuseppe, gruppi di coloni israeliani hanno bloccato uno dei gli accessi alla citta' di Nablus ed impediscono il transito agli automobilisti palestinesi. Lo riferisce la radio dei coloni, Canale 7.
===============
QUESTO è MOLTO POTENTE! ] [ LA PERVERSIONE DEI SACERDOTI DI SATANA FARISEI SALAFITI SAUDITI: DELLA CIA SPA NATO SISTEMA MASSONICO BANCA MONDIALE CALIFFATO: è TUTTA QUì, IN QUESTE PAROLE: "Accolgo con favore decisione Obama.. Essa mostra il rinnovo della nostra partnership e il rafforzamento delle relazioni". è COME DIRE: "noi togliamo Hitler ISIS, ecc.. ma lasciamo il NAZISMO SHARIA LEGA ARABA ugualmente" GLI USA SPA FED SPA MASSONICO REGIME: SONO LA PIù GRAVE MINACCIA PER LA SOPRAVVIVENZA DI UN GENERE UMANO LIBERO!
======================
+Stairk GOD is Allah aka satan self :) after dead we meet /// Dio è Allah aka Satana stesso :) dopo morti ci incontriamo ] sorry [ NO!  tu rimani fottuto! NOI NON CI POSSIAMO INCONTRARE: PERCHé SONO I DEMONI CHE HANNO MENTITO A TE! L'UNICO INTERESSE CHE I DEMONI HANNO DI MENTIRTI, E QUELLO RIDERE contro: DI TE: COGLIONE! E FARE SOFFRIRE DIO NEI suoi PENSIERI DI AMORE infinito, CHE DIO HA SU DI TE! Tu non hai mai conosciuto Dio! Per la tua sventura la luce della grazia non ha mai brillato su di te! [ Stairk - GRV Music Angels & Demons Choir ] DEMONI NON POSSONO PIù CANTARE: PERCHè  SONO DIVENTATI TUTTI STONATI: COME CAMPANE ROTTE: E PRESTO SARANNO DISINTEGRATI: MA CHE LORO SARANNO DISINTEGRATI? QUESTO NON LO DIRANNO MAI AI LORO ADORATORI SEGUACI SATANISTI! QUINDI LA LORO SPERANZA SI COMPIRà: essere disintegrati! MA, SENZA AMORE, infatti, NON CI PUò ESSERE VERA CANZONE!
+Stairk la speranza dei demoni è soltanto quella di essere disintegrati! SE TU POTESSI VEDERE LA DISPERAZIONE, CHE è NELL'INFERNO PER DUE MINUTI: SOLTANTO? TU POTRESTI PERDERE L'EQUILIBRIO MENTALE!
+Stairk [[ SENZA AMORE, NON CI PUò ESSERE VERA CANZONE! PERCHé UNA VERA CANZONE PUò ESSERE SOLTANTO UNA CANZONE DI AMORE! ]] questo è il paradiso e questo è il mio tempio EBRAICO cantare amore per cadere nella estasi della adorazione: perché Dio è infinità bellezza, bontà, perfezione gloria e gioia! OR LA UNIONE DI TUTTE QUESTE PERFEZIONI FA NASCERE LA ADORAZIONE! MA, al contrario, tutti lo sanno: non potrebbe mai esistere nel regno dell'odio la felicità!
+Stairk 666 [[ per questo io sono amato da tutti i demoni dell'inferno! ]] perché, DIO holy JHWH, lui non fa il lavoro del boia! è compito mio disintegrare l'INFERNO con tutto quello che contiene: e forse come tu hai detto: forse è per questo che tu mi potrai vedere: dopo la tua morte: dopo 1000 anni all'inferno, quando nel giorno del giudizio universale, io ti disintegrerò: così, finalmente, ponendo fine attraverso l'oblio a tutte le tue infinite disperazioni!
=========================
NOI L'ULTIMO BALUARDO DEGLI UOMINI LIBERI! ] my ISRAEL [ noi dobbiamo subito diventare alleati di RUSSIA E CINA? no! TUTTI HANNO PAURA della LEGA ARABA: NESSUNO RIMPROVERA IL NAZISMO DELLA SHARIA, NEANCHE IL VATICANO! ] US Accuses Israel of Excessive Force to Defend Against Terror [ NOI SIAMO SOLI! e questo per noi è un TEST DELLA FEDE per noi! ] noi dobbiamo agire da soli: solo per Dio, ed in nome di DIO! salvando noi stessi noi salveremo il GENERE UMANO! la LEGA ARABA deve essere votata con voto di sterminio! POI, CHI POTREBBE OBIETTARE: LORO I MAOMETTANI HANNO PIANIFICATO IL NOSTRO GENOCIDIO CON IL LORO MALEDETTO PROFETA! NOI, che siamo rimasti L'ULTIMO BALUARDO DEGLI UOMINI LIBERI!
===========================
Incitement to violence against Jews is widely prevalent on social media and YouTube is no exception. Online incitement leads terrorists to commit acts of terror. YouTube must be held to task for allowing the spread of hate videos on its site. Demand that YouTube remove these offending videos immediately!
For years, those who aim to incite to violence have worked to spread their messages of hate online. Today, YouTube is full of videos encouraging people to carry out acts of terror against Jews. This must stop!
Today, anyone, anywhere can flag a video and ask YouTube to remove it. Please take the time to review the following video and ask YouTube to remove it. Instructions on how to do so can be found below.
Tell YouTube to remove the video!
Here’s how:
1) Click on the YouTube icon at the bottom of the video.
2) Once on Youtube (need to be connected to a Google/Youtube account), click on “more” (or flag) under the video/title.
3) Click on “Report.”
4) Choose “Violent or repulsive content.”
5) Choose “Promotes terrorism.”
6) Click “Submit.”
Our achievements prove online activism works!
In another, separate effort, United with Israel supporters succeeded in getting Facebook to remove a video that encouraged the murder of Jews. This is proof that our efforts work. Help us continue making a difference and join us in our effort to remove videos that incite to violence from popular social media websites.
Donate to Israel. More videos to flag
Here are other videos you can watch to understand the level of anti-Semitic incitement that exists on YouTube.
Please click on the links below and ask YouTube to remove them as well.
NOTE: If any of the links below do not play a video, that means our efforts are paying off.
https://youtu.be/bwE97kfLTOI
https://www.youtube.com/watch?v=B3fmFiKXEfw
https://youtu.be/WIBUZKOEQyg
========================
WATCH: Terrorist Dressed as Journalist Stabs Israeli Soldier. A Palestinian terrorist in Hebron disguised as a journalist stabbed an IDF soldier on Friday and was immediately shot dead. Israel National News reported that the attacker wore a yellow vest with “PRESS” upon it and was carrying photography equipment.
The terrorist suddenly dropped his equipment, grabbed a knife and ran towards an Israeli soldier, stabbing him in the back and hand. Thankfully, a senior IDF officer shot the terrorist dead right away. The soldier was taken to Shaarei Tzedek hospital in Jerusalem and is reported to be in moderate condition. على الهواء مباشرة - اعدام شاب جديد في الخليل
https://youtu.be/Fd7XLWhJsLU
==================
A Palestinian mob armed with Molotov cocktails burned down parts of Joseph’s Tomb overnight, less than a month after rioters attacked Jews praying at the site. Palestinian rioters set fire to Joseph’s Tomb in Nablus Friday morning, causing severe damage to the religious site. Joseph’s Tomb has been the target of repeated attacks, the most notable of which was during the Second Intifada in 2000, when the complex was almost completely destroyed.
Around 100 Palestinian youths gathered in the wee hours of the morning to throw Molotov cocktails at Joseph’s Tomb.
Some of the rioters broke inside, and set fire to the complex. Palestinian police dispersed the mob and local firefighters extinguished the flames before the IDF was able to arrive at the scene, but not before parts of the Tomb, including the women’s prayer section, burned down.
http://unitedwithisrael.org/palestinian-rioters-set-fire-to-josephs-tomb/
The burning and desecration of Joseph’s Tomb last night is a blatant violation and contradiction of the basic value of freedom of worship. The IDF will take all measures to bring the perpetrators of this despicable act to justice, restore the site to its previous condition and ensure that the freedom of worship returns to Joseph’s Tomb,” said IDF Spokesman Lt. Col. Peter Lerner in a statement.
In September, a group of about 60 Palestinians attacked worshipers gathered at the Tomb for penitential prayers ahead of Yom Kippur, the Jewish Day of Atonement. The Shin Bet revealed in August that it had foiled a plot by Islamic Jihad to kill Jews entering the site outside of official visiting times.
Joseph’s Tomb was originally supposed to remain under Israeli control as part of the Oslo Accords. However, guarding the holy site proved difficult, and after a Palestinian mob ransacked and burned the Tomb to the ground in 2000, Israel transferred control to the Palestinian Authority. Agreements between Israel and the PA stipulate that Jews must be allowed to visit and pray at the Tomb. In practice, the IDF coordinates one visiting day each month, and Jews are prohibited from being at the site at other times. By: Sara Abramowicz, United with Israel
=======================
Erdogan in realtà, CON QUESTE PAROLE ci sta minacciando! INOLTRE LUI NON PUò PRETENDERE LA SHARIA E LA DEMOCRAZIA CONTEMPORANEAMENTE SENZA PUGNALARCI ALLE SPALLE CHE è PROPRIO QUELLO CHE STA FACENDO! TUTTI QUESTI MIGRANTI è LUI CHE LI HA INVENTATI, FACENDO DILAGARE DI TERRORISTI LA SIRIA! ] [ BUSH OBAMA E ROTHSCHILD MERITANO DI ESSERE UCCISI SUBITO! ] [  ISTANBUL, 16 OTT - "La sicurezza e la stabilità dell'Occidente e dell'Europa dipende dalla nostra sicurezza e stabilità. Nei colloqui che ho avuto a Bruxelles la scorsa settimana lo hanno accettato". Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, citato dal quotidiano Zaman, parlando del ruolo di Ankara nella crisi dei migranti, su cui ancora mancherebbe un'intesa definitiva con Bruxelles. "Ma se dipende dalla Turchia - ha aggiunto Erdogan - perché non la prendete nell'Ue?"
==================
'The New Big Lie - Israel is Executing Palestinians' https://youtu.be/pPEjoJhcyV8
http://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/201958
https://www.youtube.com/watch?v=pPEjoJhcyV8
Henoch2006 19 ore fa
 Netanyahu is speaking to deaf-man-ears because this world is so veil, evil, perverted, corrupt, and poisened by the lies of Islam 'The New Big Lie - Israel is Executing Palestinians'
=======================
https://youtu.be/ngoSnYG6zeM  An Arab rioter accidentally set himself on fire after attempting to throw a Molotov cocktail at IDF soldiers during riots in Hebron. Spiral of violence: Palestinians and Israeli forces clash as unrest engulfs West Bank
Look What This Arab Terrorist in Hebron Did to Himself! Pubblicato il 13 ott 2015
Clashes continue to occur between the IDF and Palestinian youths on Tuesday in Jerusalem and the West Bank.
=================
Muslim Terrorists Set Joseph's Tomb on Fire. Agriculture Minister Uri Ariel (Jewish Home) on Friday morning called to return Joseph's Tomb in Shechem (Nablus) to Israeli control, after about 150 Palestinian Arabs on Thursday night arrived at the compound and tried to burn it down. Reportedly Palestinian Authority (PA) security forces dispersed the rioters by firing in the air, and then Palestinian firefighters put out the fire. Initial reports indicated that damage was inflicted to the women's prayer area. "The arson of one of the holiest sites to the Jewish nation is an additional low, and the result of Palestinian incitement," said Ariel. "Even as the Palestinians shamelessly lie about (Israel) harming the status quo on the Temple Mount, they themselves are burning and desecrating the holy sites of Israel, and this cannot be forgiven." Switching to a call for action, Ariel concluded by saying, "I call on the prime minister to return the control of Joseph's Tomb to the hands of Israel." Yisrael Beytenu chairman MK Avigdor Liberman also responded to the incident, saying, "the arson of Joseph's Tomb tonight proves that the management of the Palestinian Authority is no different from that of ISIS (Islamic State), and after the Palestinian youths took machetes and knives to kill Jews now they're also burning holy places and historical heritage sites, just like ISIS members do to heritage sites of the human civilization in Iraq and Syria."
"The arson at Joseph's Tomb by a Palestinian mob that was incited by the lies of (PA Chairman Mahmoud) Abbas and led by Fatah activists only raises the surprise over those who even today refuse to see the bloody writing on the burned walls which says that Abbas never was, is or will be a partner, and yet they still call and are ready to meet and speak with him." According to the 1994 Oslo Accords, Joseph's Tomb was supposed to remain under full Israeli control. But in 2000 amid the Second Intifada terror war, hoards of Arab rioters invaded the tomb - which housed a synagogue and a yeshiva - ransacked it and burned it to the ground, while parading Jewish holy books and desecrating them. Local Muslims later declared the site as a mosque, as the IDF reduced the Jewish presence to a once-monthly visit. Under previous agreements with Israel, the Palestinian Authority (PA) is required to protect Jewish holy sites under its control, and to allow secure access for Jewish worshipers. However, in 2011 Yosef Livnat was murdered at Joseph's Tomb by none other than PA policemen as he visited the holy site with fellow yeshiva students. Livnat was the nephew of former Minister Limor Livnat (Likud). The site has often been the target of firebombs and massive riots. The most recent attempt to burn it down took place in late July. Source: Arutz Sheva.
==================
Pídeles a los ministros de la Corte que archiven el caso. [ IN QUESTI MIEI 7 ANNI DI YOUTUBE NON SONO MAI STATO CONTRARIO AI DIRITTI CIVILI DEI GAY! ED IO HO SCRITTO MIGLIAIA DI ARTICOLI IN LORO FAVORE! MA, LORO NON VOGLIONO RINUNCIARE ALLA LORO IDEOLOGIA SODOMA IMPERIALISMO A TUTTI, DARWIN TRUFFA CRIMINE IDEOLOGICO DEL GENDER! QUINDI OGGI PER LA PRIMA VOLTA, NELLA MIA VITA: CONTRO I MIEI SENTIMENTI E CONVINZIONI, IO PROPRIO DA LORO IO SONO COSTRETTO A NEGARE AI GAY TUTTI I DIRITTI CIVILI: CHE IO HO SEMPRE LORO RICONOSCIUTO! La Corte Interamericana pretende redefinir el matrimonio [ Practican 'activismo judicial' desprestigiando la institución. #NoHayCasoDuque  Firma esta petición haciendo clic aquí. Hola lorenzo:
La Corte Interamericana pretende redefinir el matrimonio. Escribe a los magistrados y pídeles respeto por el matrimonio, la familia y la misma Convención Americana de Derechos Humanos:
http://www.citizengo.org/es/28890-archiven-caso-alberto-duque
En realidad, NO HAY CASO. Pero al 'activismo judicial' parece importarle poco. Te cuento. Se trata del caso de Alberto Duque, un homosexual colombiano. Al morir la pareja con la que había convivido 10 años reclama derecho de pensión.
El gobierno colombiano le responde que no tiene derecho a pensión porque nunca estuvo casado. Otorgarle pensión sería prevaricar.
El lobby gay arma el lío y el gobierno colombiano decide finalmente reconocer el 'homomonio' con efectos retroactivos. Es decir, le otorgan derecho de pensión.
¿Ya deberíamos haber acabado, no? Pues no. El Sr. Duque continúa su apelación a la Corte Interamericana, movido sin duda por el lobby gay no por interés propio. Y lo peor es que la Corte decide asumir el caso a pesar de que NO HAY CASO.
¿Por qué? "Puede generar precedentes”, argumentan. O sea, reconocen abiertamente que aspiran a legislar, no a resolver problemas concretos de derechos humanos. Indignante
http://www.citizengo.org/es/28890-archiven-caso-alberto-duque
Los magistrados deberían de saber que pretender legislar excede abiertamente sus competencias. Los Estados miembro no formaron san José para que los jueces practiquen injerencia en sus países.
Y mucho menos ideológica. Porque la Convención Americana de Derechos Humanos es clara en la protección del matrimonio formado por la unión de hombre y mujer. ¿Por qué no se limitan a aplicar la convención aprobada por los Estados miembro?
El 'activismo judicial' en el que se encuentra inmerso la Corte supone un claro desprestigio para la institución, además de una violación flagrante de sus competencias. Házselo saber a los jueces:
http://www.citizengo.org/es/28890-archiven-caso-alberto-duque
Por si fuera poco, no disimulan. En resolución del pasado 31 de julio, el presidente de la Corte pide que testifique como perito Macarena Saenz, de la American University, 'casualmente' el mismo centro docente donde trabaja Mónica Roa, conocida activista LGTB.
Es decir, pretenden aprovechar el caso Duque para REDEFINIR EL MATRIMONIO.
Escribe a los jueces y pídeles que archiven el caso:
http://www.citizengo.org/es/28890-archiven-caso-alberto-duque
Gracias, lorenzo, por defender el matrimonio, la familia, el Pacto de San José y el Estado de Derecho. Un fuerte abrazo, Corte interamericana sta per risolvere il caso di Alberto Duque vs Colombia. Si tratta di un omosessuale che dopo 10 anni di vita con il vostro partner non è riconosciuto diritto alla pensione di reversibilità. Sebbene Colombia legiferato sulle coppie di fatto e ha dato Duke sua destra, il suo gay-hall-da avvocati mantenuto il ricorso dinanzi alla Corte. E che, nonostante il fatto che il governo colombiano ha sempre sostenuto che non era possibile concedere diritti a pensione perché la legge non lo permetteva e non poteva prevaricare. I giudici della Corte si sono tuttavia riconosciuto che è andato avanti con il processo ", perché è stato un precedente". Nella risoluzione dello scorso 31 luglio, il Presidente della Corte Suprema ha chiesto di testimoniare come testimone esperto Macarena Saenz, American University, 'coincidenza' lo stesso centro di lavoro docunte dove Monica Roa, noto attivista LGBT.
Vale a dire che cercano di sfruttare il caso Duca di ridefinire il matrimonio. Scrivi giudici e chiedere loro di archiviare il caso. Per maggiori informazioni:
ANALISI. Americani peccati Corte di attivismo giudiziario
ANALISI: Venezuela denuncia la Convenzione sui diritti dell'uomo
Leggi la risoluzione del presidente della Corte del caso Duca. Leggi la breve amicus curiae presentato dalla Fondazione Americana per la Cultura. Duke caso archiviato. Molto mia Srs .: Sergio sa se Duke vs Colombia è nella sua fase finale. Come gli esperti hanno chiamato, spero anche di sentire la mia opinione: nessun caso Duque.
Il governo colombiano ha affermato che non vi era alcun intento discriminatorio, ma semplicemente collegato alla normativa vigente. Una volta che la legge è stata approvata coppie di fatto il diritto di ricotto retroattivamente al Duke avere una pensione di vedova. Continua il processo per essere un "precedente" sembra fingere il contrario: non risolve il possibile ingiustizia prodotta su Mr. Duke, ma per ridefinire il concetto di famiglia. Devo dire che questa ridefinizione non è competente. Si è già definito nella Convenzione Americana sui Diritti Umani. Né è responsabile cercano di influenzare la legislazione nazionale attraverso le loro sentenze. Si. Dovrebbe essere bendati e risolvere secondo la legge. Purtroppo dà l'impressione che la benda è il basso e che l'ideologia è imposto sulla destra. Gli chiedo di recuperare la sua responsabilità istituzionale e di agire secondo la legge. E secondo la legge, nessun caso di discriminazione. Gli altri sono proiezioni ideologiche che minano la credibilità e il prestigio per l'istituzione che rappresenta. Cordiali saluti,  [Il tuo nome]
========================
RINGRAZIO ISRAELE PER AVERE SALVATO LA VITA DI QUESTO TERRORISTA ASSASSINO ADOLESCENTE, MA, FORSE AVENDONE NUOVAMENTE LA OCCASIONE, LUI NON TORNERà AD UCCIDERE DI NUOVO? QUINDI LA QUESTIONE PALESTINESE DEVE TROVARE UNA SUA SOLUZIONE COLLOCAZIONE STABILE E DEFINITIVA: IO NON LASCIO MAI IL MIO LAVORO A METà! ] [ Terrorist Abbas Said IDF ‘Executed’ Shown Alive and Recovering in Israeli Hospital. Deputy Director of Hadassah Medical Center, Dr. Asher Salmon, reported Thursday on the medical condition of the 13-year-old Arab who critically injured two Israelis in the Pisgat Ze'ev stabbing attack on Monday. "He is hospitalized in moderate to light condition in one of our departments and is being well cared for medically. I believe we will be able to release him in the coming days," Dr. Salmon said. The update on the young terrorist's condition comes after Palestinian Authority leader Mahmoud Abbas claimed on Wednesday night that Israel had "executed" him. Israel "executed the child Ahmed Mansara in cold blood, just like they do to other children in Jerusalem and other Palestinian territories," Abbas said in a speech broadcast on PA television.
In fact, the young terrorist was hit by a car as he ran through the streets of Pisgat Ze'ev armed with a massive knife, leaving him injured but alive. Ironically, he is now receiving high-level medical care in an Israeli hospital. Mansara's accomplice, his 15-year-old cousin Mahmoud Mansara, was, however, shot dead - after charging at police with a knife. Despite Palestinian claims of innocence, the cousins' religiously-fueled rampage through the streets of Jerusalem was recorded almost in its entirety by CCTV cameras, in harrowing footage released Wednesday by police. In Jerusalem, the Prime Minister's Office reacted angrily to Abbas' speech, accusing the PA chairman of continuing his campaign of "incitement and lies." Regarding the accusations concerning Ahmed Mansara's "execution," Netanyahu's office noted that "the youth he was talking about is alive and being treated at (Israel's) Hadassah (hospital), after he stabbed an Israeli child who was riding on a bicycle." Source: Arutz ShevA
*** Terror Attacks at Damascus Gate, Jerusalem Central Bus Station (Graphic) terror-attacks-jersualem
Click here to watch: Footage from Wednesday Terror Attacks.
A 70-year-old Jewish woman was moderately-to-seriously wounded in the initial attack outside the Central Bus Station.
====================
TO Segretario di Stato John Kerry ] QUESTA è LA REALE QUESTIONE POLITICA: 1. FORSE CHE I CONFINI DEL 68 HANNO FERMATO LA VIOLENZA TERRORISTICA DEI PALESTINESI? 2. FORSE CHE IL SANGUE DEI CIVILI ISRAELIANI VERSATO PER TERRA è MERDA, CIOè è STATO VERSATO INUTILMENTE? 3. QUALE NAZIONE DELLA LEGA ARABA NON SORGE SU DI UN GENOCIDIO? 4. DOVE I MUSULMANI IN TUTTO IL MONDO VIVONO IN PACE E FRATELLANZA CON I LORO VICINI? 5. COME ONU SHARIA PUò ESSERE IL NAZISMO? 6. COME LA LEGA ARABA, DI RAZZISTI, ASSASSINI SERIALI E MANIACI RELIGIOSI, PUò RIMANERE SENZA PUNIZIONE, CHE, TU HAI RIEMPITO TUTTI LORO DI ARMI ATOMICHE, ECC. 7. è CHIARO TU STAI CERCANDO SOLTANTO DI OTTENERE UNA ENORME ROVINA A LIVELLO MONDIALE PERCHé IL FMI DEVE CADERE E FALLIRE ED HA BISOGNO DI UN NUMERO ENORME DI MORTI CHE TU HAI RESO INEVITABILE! ] John Kirby, Israel Slams US State Dept for ‘Traditional’ Anti-Israel Hostility . Israel’s leaders are enraged by comments coming out of the US State Department blaming Israel for the Palestinian violence, and for alleging Israel uses excessive force to stop terrorism. Israeli minsters responded with rage on Wednesday to remarks by the US State Department that Israel may be using “excessive force” against Palestinian terrorists.
Speaking to IDF Radio Thursday morning, Minister of Public Security Gilad Erdan said he was not surprised by the remarks, as the State Department has traditionally been hostile to Israel.
“I don’t expect anything from the spokespeople at the State Department,” Erdan said. “The State Department has traditionally been hostile to the State of Israel.” However, “to be misled by lies which are presented to the State Department is very strange, amateurish, and even less than that,” he charged.
The usually composed and soft-spoken Minister of Defense Moshe Ya’alon went on a tirade when he responded to the allegations. “We’re using excessive force?!” he asked rhetorically while speaking to IDF Radio, “If someone raises a knife and he is killed, that consists of excessive force? What are we talking about here?” “I meet with military generals from the US and around the world who talk about our high standards. Missions came here [Israel] to learn how we operated during Operation Protective Edge. So they [the US] are talking here about excessive force?” he blasted.
On Wednesday, Justice Minister Ayelet Shaked told Israel Radio that Washington “either has a complete misunderstanding of the situation or is being hypocritical.” The Israeli ministers were responding to remarks made by State Department spokesman John Kirby that “we’ve certainly seen some reports of what many would consider excessive use of force [by Israel]” against the seemingly endless string of Palestinian terror attacks.
“Obviously we don’t like to see that,” he added.
It’s Not About Affixing Blame? A day earlier, Kerry said that Israel’s construction in Jerusalem and Judea and Samaria is the cause of the latest wave of Palestinian terror attacks. Secretary of State John Kerry. “What’s happening is that, unless we get going, a two-state solution could conceivably be stolen from everybody,” Kerry said. “And there’s been a massive increase in settlements over the course of the last years, and now you have this violence because there’s a frustration that is growing.” Kirby made a failed attempt to clarify Kerry’s disturbing remarks. “The secretary wasn’t saying, well now you have the settlement activity as the cause for the effect we’re seeing,” Kirby is quoted by The Jerusalem Post as saying. “Is it a source of frustration for Palestinians? You bet it is, and the secretary observed that. But this isn’t about affixing blame on either side here for the violence. What we want to see is the violence cease.” He said that the US position against Israel’s construction in Judea and Samaria is “crystal clear” and remains unchanged.
Prime Minister Benjamin Netanyahu subsequently ordered his ministers not to respond publicly to the remarks in an attempt to de-escalate the situation vis-à-vis the Obama administration.
By: Max Gelber, United with Israel,  I leader israeliani sono infuriati dai commenti provenienti dal Dipartimento di Stato USA incolpare Israele per la violenza palestinese, e per attinente Israele usa una forza eccessiva per fermare il terrorismo.
Cattedrali israeliani hanno risposto con rabbia il Mercoledì alle osservazioni da parte del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti che Israele potrebbe essere l'utilizzo di "eccessivo della forza" contro  i terroristi palestinesi.
Parlando a IDF Radio Giovedi mattina, il ministro della Pubblica Sicurezza Gilad Erdan ha detto che non è stato sorpreso dalle osservazioni, come il Dipartimento di Stato è stato tradizionalmente ostile a Israele.
"Non mi aspetto nulla dal portavoce del Dipartimento di Stato,", ha detto Erdan. "Il Dipartimento di Stato è stato tradizionalmente ostili allo Stato di Israele". Tuttavia, "per essere ingannati dalle bugie che vengono presentate al Dipartimento di Stato è molto strano, amatoriale, e anche meno", ha accusato.
Il solito composto e il ministro pacato della Difesa Moshe Ya'alon ha continuato una filippica quando ha risposto alle accuse. "Stiamo usando una forza eccessiva ?!", ha chiesto retoricamente parlando a IDF Radio: "Se qualcuno solleva un coltello e viene ucciso, che consiste di una forza eccessiva? Che cosa stiamo parlando qui? "
"Incontro con militari generali degli Stati Uniti e di tutto il mondo che parlano i nostri standard elevati. Missioni venuti qui [Israele] per imparare abbiamo operato durante l'operazione di protezione del bordo. Così [gli Stati Uniti] stiamo parlando di una forza eccessiva? »Ha fatto saltare.
Mercoledì scorso, il ministro della Giustizia Ayelet Shaked ha detto a Radio Israele che Washington "o ha una totale incomprensione della situazione o è essere ipocriti".
I ministri israeliani stavano rispondendo alle osservazioni fatte dal portavoce del Dipartimento di Stato John Kirby che "abbiamo sicuramente visto alcune segnalazioni di quello che molti considererebbero uso eccessivo della forza [da parte di Israele]" contro la stringa apparentemente infinita di attacchi terroristici palestinesi. "Ovviamente non ci piace vedere che," ha aggiunto. Non si tratta di Apposizione colpa? Un giorno prima, Kerry ha detto che la costruzione di Israele a Gerusalemme, Giudea e Samaria  è la causa della più recente ondata di attacchi terroristici palestinesi.
John Kerry "Quello che sta succedendo è che, a meno di non andare avanti, una soluzione a due stati, concettualmente, potrebbe essere rubato da tutti", ha detto Kerry. "E c'è stato un massiccio aumento degli insediamenti nel corso degli ultimi anni, e ora avete questa violenza perché c'è una frustrazione che sta crescendo." Kirby ha fatto un tentativo fallito di chiarire osservazioni inquietanti di Kerry. "Il segretario non stava dicendo, beh ora avete l'attività di insediamento come la causa per l'effetto che stiamo vedendo", Kirby è citato da The Jerusalem Post come dicendo. "E 'una fonte di frustrazione per i palestinesi? Certo che lo è, e il segretario osservato che. Ma non si tratta di apposizione colpa su entrambi i lati qui per la violenza. Quello che vogliamo vedere è il cessate la violenza. "
Ha detto che la posizione degli Stati Uniti contro la costruzione di Israele in Giudea e Samaria è "cristallino" e rimane invariato. Primo ministro Benjamin Netanyahu ha ordinato successivamente i suoi ministri di non rispondere pubblicamente alle osservazioni nel tentativo di disinnescare la situazione nei confronti dell'amministrazione Obama.
Da: Max Gelber, Stati con Israele
============================
youtube ] ti ho sempre autorizzato a togliere e a mettere, nei miei canali, tutti i video che tu avresti voluto! MA TU MI HAI FATTO CHIUDERE IL 50% DEI MIEI CANALI, E NON HAI PENSATO, CHE I MARTIRI CRISTIANI AVREBBERO POTUTO AVERE BISOGNO DI TE! ma, sono loro che, hanno le chiavi di accesso al regno di Dio! SONO I MARTIRI CRISTIANI CHE DECIDONO CHI PUò, E CHI NON PUò ENTRARE NEL REGNO DI DIO!
TRANQUILLI! il sistema Bildenberg sharia deve cadere! ] lorenzoJHWH is king Israel and Unius REI kingdom Universal brotherhood [ 322 Bush NWO ] TRANQUILLI! [ IL SISTEMA DEVE CADERE, PERCHé IO HO DECISO COSì! ] infatti, io sono il nuovo ordine mondiale! MERKEL ha fatto un pogrom in Odessa, perché, UE NATO hanno fatto un GOLPE in Ucraina, mentre, la CIA ha abbattuto un jumbo jet sul Donbass!
my JHWH ] UN GIORNO: tu mi darai ragione! SONO DEI DISGRAZIATI CRIMINALI USURAI LADRI ASSASSINI SERIALI, CHE NON ARRIVERANNO MOLTO LONTANO!
SHARIA è UNA BAMBINA DI NOVE ANNI, EPPURE, anche se sembra così piccola, è sempre UNA TROIA ISLAMICA ASSASSINA: il suo nome è Allah ed a lei piace tutto sommato il cazzo di Maometto!
my JHWH ] youtube è sempre stato un lurido porco di satanista GENDER, ma, da quando sono venuto io? Rothschild gli ha anche tagliato la lingua!
GAY omosessuale LGBT gender darwin scimmia ] tranne qualche rara eccezione? sei quasi sempre un aquila caduta nella merda!
fariseo SPA FMI massone ] quindi, tu hai giurato per Ja Bull ON! [ poi, tu hai sputato sulla Costituzione!
my JHWH ] questa sarà la mia strage! Hamas è ONU.
Erdogan ci prova tutte le volte con la "passera" di Mogherini, ma, noi non vogliamo perché lui ha la sifilide!
====================
gli ebrei hanno un istinto tutto speciale per conoscere i sentimenti di Dio, e se, molti di loro non fossero i farisei usurai massoni satanisti del talmud? Questo pianeta sarebbe già diventato un piccolo paradiso terrestre!
Benyamin Netanyahu e Dio Onnipotente Holy JHWH ] loro hanno una pretesa in comune [ loro vogliono che, sia io a fare il lavoro sporco al posto loro!
=================
my jhwh ] questi sono così pazzi, che sono in attesa della mia "Giornata della collera". SAUDI ARABIA è uno shariA STUPRATORE ] dicono "Stato di Palestina", ma tutti pensano: " al Colosseo gladiatori di "stadio di Palestina" PERCHé, IN REALTà la palestina POTREBBE ESSERE SOLTANTO IL MIO REGNO di Palestina. ONU è SHARIA BLABLAbla: terrorismo, MENTRE, soltanto N.A.T.O. il massone è L'ASSASSINO. Le forze aeree dell'Ucraina parteciperanno alle esercitazioni della NATO.
=================
NATO CIA OBAMA MERKEL CAMERON ] i farisei Rothschild SPA FMI, hanno la Kabbalah satanica, loro sanno come farti fare, ed ottenere, qualcosa da una cagna come te! tu sei un traditore veduto!
Quando OBAMA dice, circa, i legittimi diritti sharia dei palestinesi, lui deve rispondere a me: circa, quale legittimo diritto lui vuole riconoscere ad Hitler in tutta la LEGA ARABA Sharia!
Quando OBAMA dice, circa, i legittimi diritti sharia dei palestinesi, lui deve rispondere a me: circa, quale legittimi sharia di Hitler Erdogan genocidio CURDI e siriani diritti, lui potrà negare, in futuro, anche, agli islamici in USA e Unione Europea!
==============
la LEGA ARABA deve essere giustiziata! ] [ non è uccidendo i loro musulmani, che Erdogan e Salman: possono acquistare il diritto di fare il genocidio di tutti i cristiani e di tutti gli israeliani! ] 16 ottobre 2015 [ Nigeria: attacchi suicidi, decine morti. 2 bombe in moschea. Saltano in aria 4 donne fermate da soldati. Nuova ondata di attentati oggi a Maiduguri, nel nord-est della Nigeria. Due bombe sono esplose in una moschea provocando 30 morti e almeno 20 feriti. Poche ore dopo quattro donne sono state fermate dai soldati all'ingresso della città e si sono fatte saltare in aria, uccidendo 18 persone. Tutte le kamikaze sono state dilaniate dalle esplosioni, molti i feriti. Tutti gli attentati sono attribuiti dalle autorità agli integralisti islamici Boko Haram.
galassia jihadista è sempre sharia Caba Mecca allah akbar il demonio Hitler [ ERDOGAN SALMAN ] io ho detto voi tante volte: "smettete, voi di fare i terroristi sharia per il mondo" e voi mi avete sempre risposto: "i sacerdoti satana farisei GENDER SODOMA DARWIN SCIMMIE ci proteggono!" ed io non CREDO CHE ADESSO, a voi PUò RIMANERE, molto ancora, di TEMPO UTILE: PER poter SALVARE ISLAM dalla sua meritata estinzione!
ERDOGAN SALMAN ] e perché, voi pensate che le armi che hanno prodotte i farisei massoni satanisti, possono essere idonee a proteggere la vostra vita contro il Regno di Dio? VOI SIETE ATEI!
==============
 io ho detto a Flight Safety Foundation (FSF), Sergej Melnichenko Secondo gli standard della ICAO, che i PAESI BASSI, hanno un foro BASSO Sodoma GENDER, dove la CIA 322 Bush 666 Rothschild ha già detto il seme SPERMA della verità MERDA, che, nessuno può conoscere E SAPERE: PERCHé QUANDO VANNO CONTRO NATURA POI SI VERGOGNANO NELLA NATO: DI ESsERE I PERVERTITI! ] tutti i MISTERI ANALI MERKEL nel suo DONBASS [ Il velivolo della Malaysia Airlines durante il volo da Amsterdam a Kuala Lumpur, si è schiantato il 17 luglio. A bordo dell'aereo vi erano 298 persone, tra cui 85 bambini. Tutti morti. La maggior parte dei passeggeri, 193 persone, erano cittadini dei Paesi Bassi. Pertanto, questo Paese ha presieduto un'inchiesta internazionale.


==================
Abd Allāh bin ʿAbd al-ʿAzīz Āl Saʿūd, perché, insieme a Rothschild, voi avete costruito, una situazione, che, necessita di una soluzione, finale in ogni modo.. per rendere colpevole, per far risultare fazioso, e colpevole: ingiusto: per una delle parti in conflitto, chiunque, si esprime per una delle due fazioni contrapposte? PERCHé, VOI SIETE STATI COSì CATTIVI: DA AVERE VOLUTO PORTARE DUE POPOLI, IN QUESTO INFERNO? il vostro scopo è chiaro: "distruggere Israele, compattare il mondo arabo: è completare il genocidio dei cristini!" E QUESTI OBIETTIVI SARANNO SICURAMENTE RAGGIUNTI, PERCHé, è SOLTANTO UNA QUESTIONE DI TEMPO!

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2014/11/17/arabo-impiccato-anp-accusa-netanyahu_02aeec73-194a-49f0-a123-3e4801ffd31c.html?fb_action_ids=10203343217644426&fb_action_types=og.comments

TEL AVIV, 17 NOVembre. "L'assassinio di Yusuf al-Ramouni e' un diretto risultato dell'incitamento del premier Benyamin Netanyahu contro il popolo palestinese". Lo sostiene il ministero degli esteri palestinese, citato dall'agenzia Wafa, riferendosi alla morte dell'autista arabo di autobus trovato impiccato a Gerusalemme. Nel pomeriggio l'autopsia, secondo quanto riportato dalla polizia israeliana, ha escluso un atto criminale. Famiglia e amici insistono invece che sia stato ucciso da coloni ebrei ultrà.
==============================
Un autista arabo di autobus di Gerusalemme est è stato ritrovato impiccato nella stazione di Har Hotzvim nella parte nord della città. Per l'autopsia l'uomo di 32 anni si è suicidato dentro il suo bus, ma la sua famiglia afferma che è stato ucciso dagli israeliani per motivi nazionalistici. Nel quartiere dell'uomo, Abu Dis, gli altoparlanti delle moschee hanno diffuso la versione della famiglia, provocando scontri fra giovani e la polizia.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/11/17/scontri-per-palestinese-impiccato_630a9c40-f5a8-4149-a975-95904ed29da4.html
==============
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-caro-silvio-questo-matrimonio-gay-non-sha-da-fare-10747.htm
Berlusconi scrive, Introvigne risponde
Caro Presidente,
anch'io come molti italiani ho ricevuto ieri una Sua mail dove dopo un cordiale saluto mi scrive: «Voglio chiarirti le tante inesattezze riportate sulle mie intenzioni e sulle proprietà di Forza Italia». Ci siamo incontrati personalmente solo un paio di volte e non sapevo ci dessimo del tu, ma visto che si tratta di una mail standard e dà del tu a tutti gli italiani non starò a sottilizzare. Come non sottilizzo né ironizzo sul riferimento alle «proprietà di Forza Italia». Immagino che chi ha scritto la mail per Lei volesse parlare delle posizioni politiche di Forza Italia e non delle proprietà del partito: meno che meno delle Sue personali, di cui sappiamo fin troppo grazie a giornalisti e giudici maliziosi.
Trascuro i Suoi riferimenti all'immigrazione e alla vigorosa opposizione che Lei starebbe conducendo alle politiche del governo Renzi, «che non affronta i problemi» e «riversa centinaia di migliaia di clandestini sulle nostre coste». Per essere equanimi, i clandestini si riversano sulle nostre coste per colpe di molti, che vanno da chi non si oppose all'improvvida guerra voluta da Sarkozy e da Obama contro Gheddafi in Libia - Lei più di tutti aveva le informazioni e gli strumenti per opporsi, ma è vero che qualcuno provvide a «distrarLa» con l'incriminazione per il caso Ruby proprio in quei giorni - fino all'Unione Europea, ma certo c'entra anche il governo Renzi. È strano che della sua opposizione così vigorosa Renzi non sembri accorgersi, ma forse anche lui si è distratto.
Le confesso che mi sta più a cuore la posizione Sua e del Suo partito sulle unioni fra persone dello stesso sesso. Lei ci scrive che «la politica ha troppo spesso girato la testa da un'altra parte, ma Forza Italia dev'essere un movimento coraggioso che non ha paura di affrontare temi come le unioni civili, cui in molti Paesi come Germania e Gran Bretagna, i partiti conservatori hanno guardato con serietà». Può darsi che molti destinatari del Suo mailing di massa conoscano poco le vicende inglesi e tedesche. I lettori della nostra testata Le conoscono un po' meglio. Tra i conservatori inglesi si annoverano alcuni dei più fanatici promotori su scala europea del «matrimonio» omosessuale, che - caduta la foglia di fico del nome «civil union» - in Inghilterra si chiama così dal 2013. Lei vuole seguire il loro esempio? Quanto ai cristiano-democratici tedeschi, hanno subito più che promosso le «partnership di vita» tra omosessuali, ma i paletti che pensavano di aver messo sono stati in gran parte travolti dai giudici. Lei che conosce così bene i giudici non pensa che succederebbe lo stesso anche in Italia?
Mi rassicura leggere, financo in grassetto, che «la famiglia tradizionale resta alla base della nostra società e dei nostri valori. Niente potrà sostituirla». Nonostante la Sua fidanzata e Luxuria, Lei non vuole ancora «sostituire» la famiglia tradizionale con le unioni omosessuali. Meno male. Tuttavia per lasciarla alla base della nostra società non basta dirlo. Papa Francesco, che Lei non ha tempo di seguire sempre e che qualche volta i Suoi frettolosi collaboratori Le fanno citare a sproposito, ha detto il 25 ottobre che «c'è una crisi della famiglia, crisi perché la bastonano da tutte le parti e la lasciano molto ferita», e che le ferite derivano dal fatto che oggi sono proposte «nuove forme, totalmente distruttive e limitative della grandezza dell'amore del matrimonio». Ogni tanto Lei afferma di stare con «i vescovi», ma il presidente della Cei, il cardinale Bagnasco, continua ad affermare che «la famiglia non può essere umiliata e indebolita da rappresentazioni similari che in modo felpato costituiscono un vulnus progressivo alla sua specifica identità, e che non sono necessarie per tutelare diritti individuali in larga misura già garantiti dell'ordinamento».
Proponendo una «legge sulle unioni civili ben fatta», Lei scrive che «ragionare di allargare i diritti ad altre persone non può essere vissuto come qualcosa di sconveniente o come l'allontanarsi dai nostri principi». Tutto questo sarebbe molto vago, se non fosse che Lei ha precisato in più di una pubblica intervista che Le va bene il «modello tedesco» proposto da Renzi. Se questo giornale figura in qualche Sua rassegna stampa, saprà che noi non corrispondiamo allo stereotipo degli «omofobi» trinariciuti. Ricordiamo sempre il «Catechismo della Chiesa Cattolica», che invita ad accogliere le persone omosessuali «con rispetto, compassione e delicatezza», senza giudicare le persone in quanto persone, come ci ricorda Papa Francesco. Lo stesso Pontefice ha spesso distinto fra il dovere di non giudicare le persone e quello, non meno grave, di giudicare le leggi compiendo il proprio dovere di buoni cittadini.
Non siamo tra quelli che vogliono impedire agli omosessuali di visitare il loro convivente in carcere o in ospedale o di subentrare nel contratto di affitto quando il loro convivente muore. Questi diritti in Italia ci sono già. Elencarli, risolvendo piccoli problemi che qua è là ancora rimanessero, in una carta dei diritti e doveri dei conviventi, uno statuto o un testo unico non sarebbe in effetti «qualcosa di sconveniente». Se parlando di «unioni civili» Lei avesse in mente un bel testo unico riassuntivo dei diritti e doveri individuali che derivano da ogni convivenza, userebbe un'espressione giuridicamente discutibile e politicamente pericolosa - perché «unioni civili» all'estero significa un'altra cosa -, ma la proposta non sarebbe «sconveniente».
Però le unioni civili «alla tedesca» che vuole Renzi, e che Lei dice di appoggiare, non sono questo. Sono uguali al matrimonio, tranne che per due aspetti. Primo: non si chiamano matrimonio. Le parole sono importanti ma non bastano. I suoi colleghi inglesi, al cui esempio si propone d'ispirarsi, dopo qualche anno si sono resi conto che chiamare «unione civile» qualcosa che era identico al matrimonio era ipocrita, e ora le chiamano «matrimoni». Per citare ancora Papa Francesco, le famiglie bastonate trarranno scarso sollievo da una riforma linguistica che chiami le bastonate «carezze». La sostanza non cambia.
Seconda differenza: all'inizio le unioni civili tedesche avevano limiti molto restrittivi alle adozioni. Lei ci dice che si batterà perché la legge di Renzi «rispetti i diritti dei bambini». In teoria, dichiara di volerli rispettare anche Renzi, adottando il testo originario della legge tedesca. Però sia Lei sia Renzi sapete benissimo com'è andata a finire in Germania. Una volta creato un simil-matrimonio è intervenuta la Corte Costituzionale che, in nome del principio di uguaglianza, ha allargato continuamente l'area delle adozioni e ancora la sta allargando. Se le unioni civili fra omosessuali sono uguali al matrimonio tranne che nel nome, perché mai non dovrebbero avere accesso all'adozione dei bambini? Lo so anch'io che ci sarebbero delle risposte, ma ho imparato da Lei negli anni a non fidarmi della Corte Costituzionale. Quella tedesca è un po' meno politicizzata della nostra. Lei crede che i nostri giudici costituzionali, sollecitati dalle lobby Lgbt e dalla stampa, non si comporterebbero come quelli tedeschi?
Sono idee mie, obiezioni capziose di oppositori dei diritti degli omosessuali? Ma no, lo dice chi si occupa di omosessuali per conto di Renzi, il sottosegretario Ivan Scalfarotto, il quale intervistato da Repubblica lo scorso 16 ottobre, ha dichiarato: «L'unione civile non è un matrimonio più basso, ma la stessa cosa. Con un altro nome per una questione di realpolitik». Pensi che qualche commentatore malizioso ha persino insinuato che per «questione di realpolitik» Scalfarotto intendesse la possibilità per Lei e per Forza Italia di votare le unioni civili senza perdere troppi voti.
Il Suo ultimo commento è tecnicamente stupefacente. Lei ci scrive che «se la società cambia deve cambiare anche la politica», e lascia intendere che si deve tenere conto del parere della maggioranza degli italiani. Lei mi insegna che i sondaggi si manipolano abbastanza facilmente, ma ammettiamo per un attimo che la maggioranza degli italiani sia in favore delle unioni omosessuali. Dobbiamo seguire la maggioranza? Non sempre, e non senza accertarci che abbia capito la domanda e il problema. Forse riesco a spiegarmi meglio con un esempio. Per una coincidenza stranissima - ma che fa piacere a chi, come me, ritiene che Lei sia stato oggetto di una lunga persecuzione giudiziaria dettata in gran parte da motivi politici - ogni volta che Lei si schiera in favore dei diritti, veri o presunti, degli omosessuali le Sue vicende giudiziarie conoscono qualche sviluppo positivo: una volta La assolvono, un'altra Le riducono la durata dei servizi sociali per buona condotta. Provvedimenti meritati, ci mancherebbe altro, e senza dubbio si tratta solo di coincidenze. Però non la pensano così i lettori di Repubblica e del Fatto. Ogni volta questi giornali sfornano un sondaggio da cui risulta che "la maggioranza" vorrebbe che Lei andasse in prigione e ci rimanesse il più a lungo possibile. Anche in questo caso si dovrebbe seguire l'opinione della maggioranza?
Ci pensi, Presidente. Parafrasando Nanni Moretti, su questi temi dica qualcosa di centro-destra e di diverso da Renzi. I Suoi elettori gliene saranno grati. Nel frattempo, un caro saluto a Lei, alle Sue numerose famiglie - anche se noi preferiamo le famiglie numerose - e naturalmente anche al cane Dudù.
 ================================

Il Papa condanna la devastazione del gender
«I bimbi hanno diritto a mamma e papà»
Papa Francesco

«I bambini hanno il diritto di crescere in una famiglia, con un papà e una mamma». Lo ha detto Papa Francesco, intervenendo al "Colloquio internazionale sulla complementarietà tra uomo e donna". Oggi «il matrimonio e la famiglia sono in crisi». «Viviamo in una cultura del provvisorio, in cui sempre più persone rinunciano al matrimonio come impegno pubblico». Questo porta a «una devastazione spirituale e materiale».
- Matrimonio, la lezione di san Giovanni Paolo II
di Massimo Introvigne

FOCUS di Gianfranco Fabi
Shinzo Abe
Il Giappone
doveva crescere
E invece...

Il premier nipponico Shinzo Abe aveva fatto un uso smodato della leva monetaria e ha lasciato aumentare il debito pubblico, arrivato alla percentuale da record mondiale del 200%. Il tutto per sostenere la crescita, dopo un lungo periodo di stagnazione. Eppure, nonostante le previsioni di molti analisti, il Paese è entrato in recessione. Perché, nonostante gli stimoli, è una nazione che invecchia.
EDITORIALE
Tutti gli
editoriali

Femen in Piazza San Pietro
Diritto o delitto?
Alle Femen
nessun spazio

Dove finisce il diritto alla informazione e dove inizia la connivenza col male? Mi chiedevo in questi giorni di fronte all'osceno e blasfemo spettacolo delle Femen: spettacolo organizzato da La7, ad Announo, e poi l'esibizione in Piazza San Pietro, gridando come ossesse contro il Papa. Il loro non un diritto, ma un delitto.
di Gabriele Mangiarotti*

DOMANDE
Se per Veronesi il cancro è la prova che Dio non esiste

«Come Auschwitz anche il cancro per me è la prova che Dio non c'è». Umberto Veronesi si racconta nel libro Il mestiere di uomo, da oggi nelle librerie. Un libro "forte" che lancia domande pungenti, anche se le risposte dell'oncologo non ne sono all'altezza. Ma resta l'interrogativo su quale senso dare al male e al dolore.
di Luigi Santambrogio
Umberto Veronesi

DOPO IL G20
La Russia nasconde i danni subiti con le sanzioni

Il presidente russo Vladimir Putin non credeva di trovare tanto gelo nell'estate australiana di Brisbane, in un vertice G20 in cui si è ritrovato completamente isolato. Ma nel frattempo non sappiamo quanti danni le sanzioni abbiano inflitto all'economia russa: il dato resta nascosto dietro a un velo di mistero.
di Graziano Motta
Putin e un koala, mascotte del G20 di Brisbane

LA SETTIMANA
Il ritorno della riforma centralista

Questa settimana torna alla ribalta la riforma costituzionale proposta dal governo Renzi. Obiettivo è concentrare il più possibile il potere nelle mani del governo centrale. I danni provocati dalle alluvioni spingono la riforma. Eppure la realtà dimostrerebbe proprio che serve più decentramento.
di Robi Ronza
Senato
APPELLO AI PAPA'
«Guai a chi tocca i nostri figli»
Un padre lancia un appello ad altri padri, e apre una pagina Facebook per dire: «Difendiamo i nostri figli da chi vuole indottrinarli alla teoria Gender». Facendo ricorso ai principi di diritto internazionale che autorizzano l'autodifesa, la libertà di religione, il diritto dei genitori di educare i propri figli e la libertà di opinione.
di Alberto Cerutti
Gender a scuola
OMOSESSUALITA
Arcivescovado di Milano
«Nessuna scusa alla lobby gay»
Inviamo email alla Curia di Milano
«Nessuna scusa a chi vuole manipolare i nostri figli. La Chiesa non può abdicare al compito educativo». È la mail che invitiamo a inviare alla Curia di Milano dopo le inopinate scuse per aver cercato di capire quanto sia diffusa la penetrazione dell'ideologia gender nelle scuole.
di Riccardo Cascioli
EUCARESTIA DI MASSA
Oggi tutti fanno la comunione
Tutti in fila per la comunione. Ma quanti si confessano?
Quando vedo in tivù certe cerimonie da stadio con preti sparpagliati sulle gradinate gremite e intenti a distribuire ostie, mi chiedo: ma tutta quella gente si sarà confessata? Infatti, ai miei tempi la chiesa domenicale era sì piena, ma a far la comunione erano in pochi. Adesso, invece, a far la comunione ci vanno tutti.
di Rino Cammilleri
NOMINE USA
Papa Francesco
Al Sinodo quattro vescovi poco "amici" di Francesco
Gli Stati Uniti si portano avanti, e quando manca poco meno di un anno al Sinodo ordinario (e decisivo) sulla famiglia cui seguiranno le decisioni del Papa, eleggono già i quattro vescovi che parteciperanno alla grande assemblea romana dell'ottobre 2015, sempre che il Vaticano accetti il pacchetto di nomine.
di Matteo Matzuzzi
VOCAZIONE
Mons. Moraglia a Monterosso dopo l'alluvione
Preti, i medici della vita al fianco dei sofferenti
Al mondo i preti hanno sempre fatto di tutto, condividendo il destino della gente. Guerra e pace, prosperità e miseria, festa e lutto e anche in questi giorni di alluvione. «Liberi dalle cose e da sé stessi, rammentano a tutti che abbassarsi senza nulla trattenere è la via per quell'altezza che il Vangelo chiama carità» dice Papa Francesco.
di Angelo Busetto
ROMA
Tor Sapienza
Un ghetto chiamato Tor Sapienza
A Roma, a un chilometro e mezzo dalla stazione Tiburtina, si è venuto a creare un vero e proprio ghetto, dove si concentrano tutti i problemi sociali: prostituzione, occupazione abusiva delle case, droga, rifiuti tossici, immigrazione. E l'ordine pubblico non è presente sul territorio. Mentre la politica latita, scoppia la rivolta.
di Stefano Magni
MANIFESTAZIONE
Il Family Act a Roma
Family Act, la
sfida della nuova
Solidarnosc
Piazza Farnese è piena, nonostante il cielo minacci pioggia e nonostante tutto sia stato organizzato in tempi stretti e con scarsi fondi. Nasce il Family Act, un contenitore "di servizio" voluto dall'Ncd per promuovere e difendere la famiglia naturale. Una manifestazione aperta, rivolta soprattutto all'associazionismo, ma anche ad altri esponenti politici pronti a questa battaglia.
di Lorenzo Bertocchi
http://www.lanuovabq.it/it/home.htm
Nella cultura che riduce la persona a oggetto manipolabile, la presenza di medici cattolici assume il carattere di una coraggiosa testimonianza. Il discorso del Papa apre una prospettiva di missione culturale, capace di sfidare l'ideologia dominante.
di Luigi Negri*

LA GUERRA DI OBAMA
Il presidente Usa Barak Obama
Contrordine marines, il nemico è di nuovo Assad

Dopo tre mesi di inconcludente campagna aerea contro il Califfato, Barack Obama ha di nuovo cambiato idea: il nemico torna a essere il presidente siriano Bashar Assad. Come l'anno scorso quando le pressioni di Mosca impedirono a Washington di "punire" il regime siriano per l'impiego del gas nervino contro i civili.
di Gianandrea Gaiani

http://www.lanuovabq.it/it/home.htm
LA COMETA RAGGIUNTA
Missione Rosetta (rappresentazione grafica)
Missione Rosetta, un grande passo per l'umanità

La Missione Rosetta ha conseguito un successo storico, agganciando una cometa e iniziando a studiarla. Eppure non mancano i "gufi" e gli scettici dell'esplorazione spaziale. Non fra i cattolici e fra chi ha una cultura "medioevale", ma proprio fra i progressisti. Gli stessi che stanno affossando i programmi spaziali negli Usa.
di Stefano Magni

LAOS, PAKISTAN, INDIA
Radicale indù
Cristiani perseguitati, ma saldi nella fede

I cristiani non sono perseguitati solo in Iraq e in Nigeria, dove le loro sofferenze fanno notizia. Subiscono anche una silenziosa e quotidiana violenza in tutte le terre in cui sono minoranza. Le ultime due settimane sono piene di episodi di deportazioni, aggressioni fisiche e conversioni forzate di cristiani, in Laos, Pakistan e India.
di Anna Bono
http://www.lanuovabq.it/it/home.htm

PIRANDELLO. GENIO DEL NOVECENTO/ 3
Luigi Pirandello
Da cosa nasce l'arte? Dall'osservazione della realtà

L'arte nasce da una finestra spalancata sulla realtà con quella potenza efficace che gli fornisce la ragione, da intendersi come un'apertura alla realtà che tenga in debita considerazione tutti i fattori. Da questo punto di vista, Pirandello sembra concordare con altri grandi geni del passato come Dante, Shakespeare e Manzoni.
di Giovanni Fighera

PAPA
Papa Francesco
«Aborto ed eutanasia, peccati contro il Creatore»

«Il pensiero dominante propone a volte una 'falsa compassione': quella che ritiene sia un aiuto alla donna favorire l'aborto, un atto di dignità procurare l'eutanasia, una conquista scientifica 'produrre' un figlio considerato come un diritto invece di accoglierlo come dono... La fedeltà al Vangelo richiede scelte coraggiose, fino all'obiezione di coscienza». Lo ha detto papa Francesco ai medici cattolici.
di Massimo Introvigne http://www.lanuovabq.it/it/home.htm
=================================
Il Papa condanna la devastazione del gender «I bimbi hanno diritto a mamma e papà»
di Massimo Introvigne18-11-2014 Papa Francesco. Papa Francesco ha aperto il Colloquio internazionale sulla complementarietà tra uomo e donna, promosso dalla Congregazione per la Dottrina della Fede in risposta alle sollecitazioni di vari episcopati che chiedevano alla Santa Sede di approfondire la sfida lanciata dall'ideologia del gender. In un ampio discorso, il Pontefice ha riflettuto sulla nozione di complementarietà e ha rivendicato il diritto dei bambini a «crescere in una famiglia con un papà e una mamma», rifiutando ideologie che hanno prodotto una terribile «devastazione spirituale e materiale».
La «complementarietà» che dà il titolo al colloquio vaticano, ha detto il Papa, è oggi vista con sospetto: ma, al contrario, «è una parola preziosa». A ben guardare, ne troviamo il fondamento nella Sacra Scrittura, nella Prima Lettera di san Paolo ai Corinzi, «dove l'apostolo dice che lo Spirito ha dato a ciascuno doni diversi in modo che, come le membra del corpo umano si completano per il bene dell'intero organismo, i doni di ognuno possono contribuire al bene di tutti (cfr 1 Cor 12)». Pertanto, «riflettere sulla complementarietà non è altro che meditare sulle armonie dinamiche che stanno al centro di tutta la Creazione. E questa è la parola chiave: armonia. Tutte le complementarietà il Creatore le ha fatte perché lo Spirito Santo, che è l'autore dell'armonia, faccia questa armonia».
Le complementarietà e le differenze sono dunque create e volute da Dio. «Opportunamente», ha proseguito il Pontefice, il colloquio mette al centro la forma di complementarietà oggi più contestata, quella fra uomo e donna. «In effetti, questa complementarietà sta alla base del matrimonio e della famiglia, che è la prima scuola dove impariamo ad apprezzare i nostri doni e quelli degli altri e dove cominciamo ad apprendere l'arte del vivere insieme. Per la maggior parte di noi, la famiglia costituisce il luogo principale in cui incominciamo a "respirare" valori e ideali, come pure a realizzare il nostro potenziale di virtù e di carità. Allo stesso tempo, come sappiamo, le famiglie sono luogo di tensioni: tra egoismo e altruismo, tra ragione e passione, tra desideri immediati e obiettivi a lungo termine. Ma le famiglie forniscono anche l'ambito in cui risolvere tali tensioni: e questo è importante».
Complementarietà, ha spiegato il Papa, non significa imprigionare l'uomo e la donna in stereotipi che rischiano di diventare caricaturali. «Quando parliamo di complementarietà tra uomo e donna in questo contesto, non dobbiamo confondere tale termine con l'idea semplicistica che tutti i ruoli e le relazioni di entrambi i sessi sono rinchiusi in un modello unico e statico. La complementarietà assume molte forme, poiché ogni uomo e ogni donna apporta il proprio contributo personale al matrimonio e all'educazione dei figli. La propria ricchezza personale, il proprio carisma personale, e la complementarietà diviene così di una grande ricchezza. E non solo è un bene, ma anche è bellezza». Oggi, però, si contesta non questa o quella rappresentazione della complementarietà fra l'uomo e donna, ma la stessa nozione di complementarietà. E questo avviene perché «nel nostro tempo il matrimonio e la famiglia sono in crisi. Viviamo in una cultura del provvisorio, in cui sempre più persone rinunciano al matrimonio come impegno pubblico».
Di fronte a «questa rivoluzione nei costumi e nella morale» siamo chiamati, ha affermato Papa Francesco, a dare un giudizio. E questo giudizio è negativo. La rivoluzione antropologica «ha spesso sventolato la bandiera della libertà – fra virgolette – ma in realtà ha portato devastazione spirituale e materiale a innumerevoli esseri umani, specialmente ai più vulnerabili. È sempre più evidente che il declino della cultura del matrimonio è associato a un aumento di povertà e a una serie di numerosi altri problemi sociali che colpiscono in misura sproporzionata le donne, i bambini e gli anziani. E sempre sono loro che soffrono di più, in questa crisi». Inoltre, «la crisi della famiglia ha dato origine a una crisi di ecologia umana, poiché gli ambienti sociali, come gli ambienti naturali, hanno bisogno di essere protetti». Mentre molti hanno compreso che è importante proteggere gli ambienti naturali, «nella nostra cultura, anche nella nostra cultura cattolica, siamo lenti nel riconoscere che anche i nostri ambienti sociali sono a rischio. È quindi indispensabile promuovere una nuova ecologia umana», non meno importante dell'ecologia che si occupa di proteggere la natura.
I «beni immateriali» sono «i pilastri fondamentali che reggono una nazione», e il pilastro decisivo è la famiglia. «La famiglia rimane al fondamento della convivenza e la garanzia contro lo sfaldamento sociale». Il Papa ha citato il numero 66 dell'esortazione apostolica Evangelii gaudium, dove definisce «indispensabile» un contributo del matrimonio alla società che «superi il livello dell'emotività e delle necessità contingenti della coppia». La Chiesa proclama, per quanto oggi sia poco popolare, la «verità riguardante il matrimonio: che cioè l'impegno definitivo nei confronti della solidarietà, della fedeltà e dell'amore fecondo risponde ai desideri più profondi del cuore umano». E si rivolge ai giovani, perché «non si lascino coinvolgere dalla mentalità dannosa del provvisorio» e abbiano «il coraggio di cercare un amore forte e duraturo, cioè di andare controcorrente».
Il Papa ha poi insistito sul fatto che «i bambini hanno il diritto di crescere in una famiglia, con un papà e una mamma, capaci di creare un ambiente idoneo al loro sviluppo e alla loro maturazione affettiva». Questo è oggi negato da «concetti ideologici» che funzionano come una «trappola». «La famiglia è un fatto antropologico, e conseguentemente un fatto sociale, di cultura… E noi non possiamo qualificarla con concetti di natura ideologica che soltanto hanno forza in un momento della storia, e poi cadono. Non si può parlare oggi di famiglia conservatrice o famiglia progressista: la famiglia è famiglia. Ma non lasciarsi qualificare così da questo o da altri concetti, di natura ideologica».
L'impegno della Chiesa è «rafforzare l'unione dell'uomo e della donna nel matrimonio come un bene unico, naturale, fondamentale e bello per le persone, le famiglie, le comunità e le società». Smentendo voci giornalistiche su presunti dissensi su questo evento fra il Papa e l'episcopato americano, Francesco ha infine voluto pubblicamente «confermare che, a Dio piacendo, nel settembre 2015 mi recherò a Filadelfia per l'ottavo Incontro Mondiale delle Famiglie». - Matrimonio, la lezione di san Giovanni Paolo II
http://www.lanuovabq.it/it/articoli-il-papa-condanna-la-devastazione-del-genderi-bimbi-hanno-diritto-a-mamma-e-papa-10968.htm
«Nessuna scusa alla lobby gay» Inviamo email alla Curia di Milano
di Riccardo Cascioli17-11-2014 Mail alla Curia di Milano Il caso delle scuse della Curia di Milano - per la lettera ai professori di religione in cui si chiedeva di far sapere in quali scuole si svolgono programmi finalizzati a diffondere l'ideologia gender – non cessa di provocare reazioni. Al punto che sabato Giuliano Ferrara, direttore de Il Foglio, ha invitato a inviare mail alla Curia di Milano (irc@diocesi.milano.it) con un semplice messaggio: «Noi non ci scusiamo. Vogliamo sapere». Anche noi invitiamo a scrivere allo stesso indirizzo, ma con un messaggio un po' diverso, di cui parleremo più avanti.
Il punto di partenza è infatti il notare una novità in quanto sta accadendo. Nelle ultime settimane infatti, a piegare la testa davanti alla pressione omosessualista sono vescovi che pure anche recentemente hanno tenuto posizioni chiare, sostenendo pubblicamente l'unicità della famiglia naturale contro attacchi fuori e dentro la Chiesa. Così si rimane spiazzati nel vedere monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, e il cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano, scusarsi per colpe non commesse, solo cedendo davanti all'aggressione verbale di giornali laicisti e organizzazioni omosessualiste.
E non ci si può non chiedere il perché questo accada. Certo, la pressione esterna è forte e - nel caso di Milano – non deve essere piacevole scoprire che i primi a tradire la missione educativa sono alcuni insegnanti di religione, talmente vigliacchi da passare documenti riservati a Repubblica invece che affrontare a viso aperto il responsabile della Curia e casomai contestare la lettera inviata. Del resto ce lo si poteva aspettare visto che molti insegnanti di religione sono stati formati alla scuola del cardinale Carlo Maria Martini, che con Repubblica flirtava e secondo cui su questi temi «la Chiesa è in ritardo di duecento anni».
Forse, anche nei vescovi meglio intenzionati subentra un senso di solitudine quando ci si vede circondati da ogni parte e traditi all'interno. E si cede. Forse è per questo. In ogni caso è giusto far sentire a questi pastori che – sebbene i media facciano credere il contrario – c'è ancora un popolo cristiano che segue fedelmente il magistero della Chiesa, è impegnato nello sforzo educativo, e chiede ai suoi pastori una guida sicura e decisa. Per questo è utile anche inviare mail, non tanto per condannare o per insegnare all'arcivescovo il suo mestiere, ma per fare sentire che c'è un popolo che lo sostiene nel resistere alla violenza del mondo e che vive in prima persona la responsabilità educativa, in famiglia e nella scuola. Per questo anche io personalmente ho inviato una mail all'indirizzo irc@diocesi.milano.it con questo testo: «Nessuna scusa a chi vuole manipolare i nostri figli. La Chiesa non può abdicare al compito educativo». E invito tutti a fare altrettanto.
La questione educativa appunto. È proprio su questo punto che si è consumato il pasticcio della diocesi milanese. L'ufficio della Curia che si occupa dell'insegnamento della religione cattolica si è scusato per avere usato un linguaggio inappropriato. Ma rileggiamo la lettera incriminata, quella che ha fatto parlare di "schedatura" delle scuole da parte della Chiesa milanese:
«Cari colleghi, come sapete in tempi recenti gli alunni di alcune scuole italiane sono stati destinatari di una vasta campagna tesa a delegittimare la differenza sessuale affermando un'idea di libertà che abilita a scegliere indifferentemente il proprio genere e il proprio orientamento sessuale. Per valutare in modo più preciso la situazione e l'effettiva diffusione dell'ideologia del "gender", vorremmo avere una percezione più precisa del numero delle scuole coinvolte, sia di quelle in cui sono state effettivamente attuate iniziative in questo senso, sia di quelle in cui sono state solo proposte».
Cosa c'è di inappropriato in questo testo? Assolutamente nulla, né nella descrizione del fenomeno – assolutamente oggettiva – né nella volontà di capire quanto sia esteso. Per comprendere l'assurdità della canea scatenata da Repubblica e soci basti pensare cosa sarebbe successo se la lettera avesse avuto questo contenuto: «Cari colleghi, come sapete in tempi recenti alcuni alunni di scuole italiane sono state vittima del bullismo omofobico. Per valutare in modo più preciso…». Applausi a scena aperta, «la Chiesa è più avanti del governo», proposta del Nobel per la Pace per l'arcivescovo e via di questo passo.
Pensiamo invece a cosa ha detto recentemente papa Francesco: «Vorrei manifestare il mio rifiuto per ogni tipo di sperimentazione educativa con i bambini. Con i bambini e i giovani non si può sperimentare. Non sono cavie da laboratorio! Gli orrori della manipolazione educativa che abbiamo vissuto nelle grandi dittature genocide del secolo XX non sono spariti; conservano la loro attualità sotto vesti diverse e proposte che, con pretesa di modernità, spingono i bambini e i giovani a camminare sulla strada dittatoriale del "pensiero unico". Mi diceva, poco più di una settimana fa, un grande educatore: "A volte, non si sa se con questi progetti - riferendosi a progetti concreti di educazione - si mandi un bambino a scuola o in un campo di rieducazione"» (Alla Delegazione dell'Ufficio Internazionale Cattolico dell'Infanzia, BICE, 11 aprile 2014).
E di fronte alla chiarezza di queste parole si può ragionevolmente chiedere scusa solo per aver cercato di capire quanto siano vere? Di essersi mobilitati - con molta discrezione e senza fretta - per porre riparo a questi moderni campi di rieducazione?
L'educazione dei nostri figli non spetta allo Stato e tantomeno all'Arcigay. Spetta anzitutto alle famiglie; e la Chiesa ha tutto il diritto di formare i suoi insegnanti e prepararli a riconoscere e affrontare la gravità dell'ideologia che sta penetrando nella scuola. Ci sono tanti insegnanti che già sono seriamente impegnati in questa decisiva missione educativa. Come potranno affrontare l'ostilità e le imboscate del mondo se appare evidente che al primo baubau saranno mollati da curie e vescovi?
È bene dunque che la Curia di Milano riprenda chiaramente in mano la situazione e magari chiarisca anche cosa ci sarebbe di inappropriato nel linguaggio usato.
E a proposito di chiarimenti, oggi se ne impone uno anche al cardinale Scola. Sabato, a margine di un dibattito su tutt'altro tema, è tornato sulla vicenda della lettera ai prof di religione rivendicando da una parte il diritto a impostare certi problemi secondo la prospettiva cattolica, ma anche facendo questa affermazione: «La Chiesa è stata lenta sulla questione omosessuale». È la seconda volta in poche settimane che esprime questo concetto, almeno a quanto riportato dai giornali. Un mese fa, in un'intervista a Repubblica aveva infatti affermato: «È fuori dubbio che siamo stati lenti nell'assumere uno sguardo pienamente rispettoso della dignità e dell'uguaglianza delle persone omosessuali».
Allora il direttore di Culturacattolica.it, don Gabriele Mangiarotti, aveva reagito così: «Sono sacerdote da 40 anni, e ho incontrato, nel dialogo e nella confessione, tante persone omosessuali. In questo ministero mi ha aiutato l'atteggiamento della Chiesa, del Catechismo, e mi è sempre sembrato un sostegno che, nella verità e nella misericordia, ha aiutato le persone a un cammino umano e cristiano. E in questo non mi sono trovato né lento né poco rispettoso. E con me tanti altri confratelli. Non capisco proprio questo continuo mea culpa per colpe che non ho commesso!».
Allora, per uscire dall'ambiguità è bene che il cardinale Scola chiarisca cosa intenda per "lentezza" della Chiesa. Se leggo il Catechismo, non ci sono spazi per equivoci riguardo al rispetto e alla dignità delle persone con tendenze omosessuali. Né ci sono documenti che incitino alla discriminazione o siano accondiscendenti con eventuali violenze. Piuttosto, se guardiamo la situazione di tanti seminari, la realtà di alcune diocesi e settori della Chiesa, dovremmo piuttosto dire che c'è un colpevole ritardo nel rendersi conto della pericolosità di una certa acquiescenza nei confronti dell'omosessualità praticata e teorizzata. A maggior ragione, certe affermazioni stonano considerando l'omosessualizzazione forzata in atto nella nostra società.
Per cui chiediamo ancora una volta al cardinale Scola di parlare con chiarezza: cosa intende concretamente per «lentezza della Chiesa sulla questione omosessuale»?
===========================
TUTTA LA IPOCRISIA CRIMINALE: OMICIDA, DI UNA PRESUNTA LIBERTà DI RELIGIONE, IN TUTTA LA LEGA ARABA: DEI CRIMINALI, DOGMATICI MANIACI RELIGIOSI: PIù PERICOLI DI HITLER: TUTTI I NAZISTI SHARIAH PROTETTI DA ONU! ] [ Jordan deports American pastor, assistant's eviction pending. Published: November 14, 2014
Grace Church in Amman, JordanGrace Church in Amman, Jordan
World Watch Monitor. The Jordanian government without explanation jailed and deported an American pastor who has lived there for 16 years.
Jody Miller, pastor of Grace Church in Amman, was deported back to the United States on Nov. 6. His wife remains in Jordan. He is appealing the decision to the Jordanian Royal Court.
Miller was called in to the GID, Jordan's General Intelligence Department, for an interview with security officials on Nov. 4. According to his account, no interview took place. He sat for several hours, then officials came and handcuffed and blindfolded him, taking him to a jail cell.
Two days later he was deported from Jordan at his own expense.
Security officials are about to deport his assistant pastor, an Egyptian Christian named Maged. On Sunday, Nov. 9, Maged's passport was taken by GID officials, who ordered him to report to the Intelligence Department on Nov. 13.
After Maged reported to the Capitol Police Station in central Amman, church members confirmed to Miller that he was being held there as of Friday, Nov. 14. Intelligence officials would not allow him a visit or a message but stated he would be deported Saturday night or Sunday.
Officials said they will send him overland to Aqaba, a coastal city situated at the northeastern tip of the Red Sea. Maged then will be sent by ship back to Egypt.
"Their campaign is clearly seeking to close the church," Miller told World Watch Monitor.
Grace Church has provided humanitarian aid for the flood of Iraqi and Syrian refugees fleeing the Islamic State, also known as ISIS. Approximately 620,000 Syrian refugees and 30,000 Iraqis currently reside in Jordan.
King Abdullah II of Jordan, who has made the continued presence of non-Muslim religions in the Middle East a talking point in recent years, has also welcomed Iraq's Christians. Thousands fled Mosul in July when the Sunni militant group gave them the choice of conversion, paying a tax, or death.
Miller said his church spent more than $100,000 in aid last year for refugees. They gave them food, blankets, and mattresses. It currently assists 150 families a month.
Grace has provided refugee relief since 1995, but its efforts have increased since the Syrian civil war began in 2011, causing thousands to flee to Jordan.
But the pastor believes that his work among Christians and Muslims alike raised the ire of some government officials. They noticed that up to 75 Muslims attended Grace Church's Sunday services, over one-quarter of those in attendance. Church leaders say they do not target Muslims but serve all in need, regardless of religion.
No Jordanian law prohibits evangelicals from practicing their faith, but traditional interpretations of Islam prohibit apostasy, or leaving the faith.
"I wasn't the most popular person for many years, but with the current [ISIS] crisis maybe they felt more bold in making this move," Miller said.
GID officials appear to have set up the pastor for deportation. In September two intelligence officers came to Grace Church and told him they would offer their protection from fundamentalist Muslims. On the way out, one asked if he could take an Arabic Bible.
On Oct. 23 Miller got a call from the U.S. Embassy, informing him that the Jordanian Intelligence Department filed a complaint against him for distributing Bibles and threatening the Islamic country's "national unity." He was then called in for his meeting, handcuffed, and led to a jail cell.
"At the jail they immediately asked, 'Where is your passport? Do you have money for plane tickets?'"
Miller believes that they will continue to arrest and deport members of Grace Church until it shuts down.
A retired Jordanian official with ties to the Royal Court told World Watch Monitor that the reason for Miller's deportation was likely that he ignored the sensitivities of Muslims by preaching to them.
"Miller did not play by the rules there. It is a delicate situation. We need to play by the rules even if we cater [to] refugees from Iraq and Syria," said the former Minister of the Royal Court.
A Jordanian church leader who spoke with World Watch Monitor said the government deported Miller in a clumsy attempt to protect him. Jordan's security apparatus has cracked down on its homegrown militants and radical Islamists Located in downtown Amman, Grace Church is known to any would-be terrorists.
"Their desire is to protect him, but they could have done it in a much better fashion," he said. "They could say, 'Your life is in danger, please leave,' not just arrest him and treat him like a criminal. This is not the Jordan we know."
The Jordanian church leader also suggested that the decision to deport Miller came from high up within the Jordanian military structure. A lone lieutenant with a strong Muslim background could not have made the call to deport a foreigner on his own, he said.
Jordan's eviction of Miller resembles a similar incident in 2007, when the government deported 27 foreign evangelical missionaries, seminary students, pastors, and teachers. The forcibly evicted Christians said intelligence officers questioned them about evangelizing Muslims.
In 2003 Amal Bijani, the Arab pastor of Grace Church who preceded Miller, was also arrested. He was deported before the beginning of America's invasion of Iraq. Sources told World Watch Monitor that Jordan's intelligence service likely did this when they thought the international media and human rights watchdogs were too distracted to notice.
Although long hailed as a model for tolerance in the Middle East, Jordan's government has faced pressure from three sources for the last year: the strain of hosting a million Iraqi and Syrian refugees, turmoil in surrounding nations caused by ISIS, and radical Islam within the nation. Approximately 2,000 Jordanians have fought in Syria for Islamic militant groups, according to the London-based International Center for the Study of Radicalization.
In June, King Abdullah amended a tough anti-terror law to criminalize open activity or recruitment for ISIS. Under the amendment, dissidents and Islamists alike have been arrested without charges. https://www.worldwatchmonitor.org/2014/11/article_3476855.html/
Syrian Christians have wedding despite IS threat

Just 15 miles away from territory now occupied by Islamic State, the Syrian Christians of Qamishli gathered in the Church of the Holy Virgin for the wedding of Malek Aissa and Ilana Hacho.

At the wedding priests told the Independent how IS has brought their church to its knees.

The city Qamishli is isolated in the far north-east of Syria; the land to the east is defended by armed Syrian Kurds, but the Turkish border is closed, and the rest area is held by IS.

About 3,000 Christians have left the city and now 5,000 remain but many of them are talking of leaving.

"When the Christians had to flee Mosul and the valley of Ninevah, the Christians here thought that what happened in Iraq would happen here in Qamishli," said Syrian pastor Fr Saliba who told the Independent he has already lost almost half of his own parish.

Source: The Independent

Nigergian army back in control of Chibok

The Nigerian army has retaken Chibok after it fell to Boko Haram militants on 13 November.

A local official told Al Jazeera that vigilantes joined forces with the army to push back Boko Haram militants two days after their attack, but added that the town is still not safe for residents to return.

"At the moment Boko Haram are out of town," but, the official added, that they "don't know what will happen next."

Thousands of Chibok residents fled to the safety of the garrison town of Damboa, 22 miles to the north.

Source: Al Jazeera, BBC
Boko Haram seize Chibok

Boko Haram militants have seized Chibok, the Nigerian town where they abducted more than 200 schoolgirls earlier this year.

Fleeing residents told the BBC that militants attacked and took control of the largely Christian town on Thursday. Over recent months Boko Haram has repeatedly attacked nearby villages.

Security forces ran away when the insurgents attacked, according to Ali Ndume, a Borno state senator.

Enoch Mark, a Christian pastor whose daughter and niece are among the 219 girls still being held, told the news agency, AFP on Friday that Boko Haram 'are in control' of the town.

 Analysis: Distinction between 'moderate Islamists' and 'militant extremists' is misleading for Western governments
 Published: November 14, 2014

 The fight against Islamic State is now a top-priority of the international community. Islamic...
 Jailed Egyptian convert awaits appeal hearing
 Published: November 12, 2014 by Barbara G. Baker
 Mohammed Ahmed Hegazy Taken August 2007

 A jailed Egyptian Muslim convert to Christianity is scheduled Sunday, Nov. 16 to appeal his...
 Pakistani Christian couple brutally killed by mob for alleged 'blasphemy'
 Published: November 05, 2014 by Asif Aqeel

 A Pakistani mob beat to near-death a Christian and his pregnant wife for her alleged 'blasphemy',...

 Second Turkish trial implicates authorities in planned attack on church leaders
 Published: November 04, 2014
 Tension simmers following attack on Christians in troubled Bastar
 Published: November 03, 2014
 Turkish public education system to offer class in Christianity for first time
 Published: October 30, 2014
 'We're tired, so tired...there's so much to do and we're only human'
 Published: October 29, 2014
 India minister says no special caste status for Christians
 Published: October 27, 2014
 Malatya murder trial defendants exploit Turkish government 'witch-hunt'
 Published: October 22, 2014
https://www.worldwatchmonitor.org/
 Jailed Egyptian convert awaits appeal hearing
 The UN Mission in Mali honors Nigerien peacekeepers killed on October 3, 2014.
 As UN targeted by Islamists in Mali, Bishops urge...
 ISIS,
 Iran appears to fight Islamic State, but are their...
 A Chibok mother cries over her missing daughter in August.
 Claim of truce raises hope that kidnapped Nigerian...
 Pastor Crodward Edwar (centre) at a press conference about the Bukoba murder
 Tanzanian teacher murdered in church, pastor and...
=================================
Perché sono tutti contro Asia Bibi?
Come è possibile condannare a morte per blasfemia una donna se non esiste neanche una prova? Corrado Paolucci Like Aleteia
Il racconto del marito di Asia Bibi, Ashiq Masih, è emblematico.
Ashiq, come racconta Tempi.it (20 ottobre), era presente in aula quando il giudice di appello ha confermato la condanna a morte per la cristiana accusata ingiustamente di blasfemia. A colloquio con la ong British Pakistani Christians, l'uomo rivela i dettagli della drammatica vicenda: «c'era anche un gran numero di imam e leader islamici che gridavano in continuazione: "Blasfemi!" e "Uccidetela!"».
Giudici sotto pressione
Una testimonianza che mostra quanto i giudici fossero sotto pressione degli estremisti islamici, che più volte hanno minacciato di morte e perfino ucciso fuori dal tribunale avvocati, imputati e giudici. «Questo processo di appello era un raggio di speranza ma il rigetto dell'appello ha distrutto la mia fiducia nel sistema legale pakistano». Ashiq ha poi aggiunto: «Non ho detto ai miei figli della sentenza della corte. Come potevo? Sono troppo spaventato della loro possibile reazione. Già adesso sono tutti molto depressi: ci aspettavamo infatti che a breve sarebbe tornata a casa».
Ora c'è ancora una possibilità per Asia Bibi ed è la Corte suprema: «I miei legali sono estremamente fiduciosi che la Corte suprema annullerà questa sentenza» conclude il marito.
E si spera che la Corte possa farlo "prendendo in considerazione tutti gli aspetti del caso". Lo scrive in un appello la Commissione per i diritti dell'uomo del Pakistan (Hrcp), autorevole ong che ha avuto i suoi martiri nella battaglia ingaggiata contro la legge anti-blasfemia, utilizzata spesso contro i cristini, come nel caso di Asia Bibi. In un comunicato la Commissione sostiene che "il risultato dell'appello di Asia Bibi all'Alta Corte ha deluso molti ed ora tutti gli occhi sono puntati sulla Corte Suprema". "Il Pakistan - si dice ancora - è in una situazione difficile perché la legge sulla blasfemia, ed il modo in cui viene applicata, non sono stati sottoposti ancora ad una necessaria revisione. (Avvenire, 21 ottobre)

Ma come è possibile condannare a morte per blasfemia una donna, se non c'è neanche una prova?
http://www.aleteia.org/it/dal-mondo/articolo/perche-sono-tutti-contro-asia-bibi-5271303732854784?utm_campaign=NL_It&utm_source=daily_newsletter&utm_medium=mail&utm_content=NL_It-22/10/2014
Su questo punto è intervenuto Haroon Barkat Masih, direttore della "Masihi Foundation", impegnata in Pakistan per il miglioramento della vita dei cristiani e anche nella difesa di cristiani ingiustamente accusati di blasfemia: "Ci sono troppi interessi in gioco dietro al caso di Asia Bibi. Troppi poteri forti e troppe pressioni che, alla fine, coprono e finiscono per calpestare la verità dei fatti", ha detto in un colloquio con l'Agenzia Fides. "La corruzione e il desiderio di sfruttare il caso per fini economici è un altro aspetto presente" aggiunge Haroon Barkat. Il direttore ricorda infine che alla Corte Suprema la sentenza di condanna può essere ribaltata e che, anche in caso di condanna, il Presidente del Pakistan avrebbe sempre potere di concedere la grazia.
http://www.aleteia.org/it/dal-mondo/articolo/meriam-e-salva-e-asia-bibi-5870454833152000
LEGGI ANCHE ASIA BIBI, IL PUNTO SU UNA VICENDA ANCORA TERRIBILMENTE IRRISOLTA.
============================
http://italian.ruvr.ru/
Nel 2015 gasdotti collegati tra Ungheria e Slovacchia 8:10
Russia: basta giudizi sulla situazione ucraina basati solo su ipotesi 7:44
Sanzioni UE: nella lista anche i Leader di Donetsk e Lugansk 7:15
La NATO non vede gli sforzi di Mosca per stabilizzare la situazione Ucraina 6:37
Il Ministero degli Esteri francese: "Mistral" è ancora sotto la bandiera francese 6:00
Putin discute al Forum ONF lo sviluppo dell'economia russa 1:38
Kiev considera inutile un nuovo accordo di pace sul Donbass 1:15
Mosca è preoccupata per la morte di civili in Siria per attacco USA all'ISIS 0:47
Ministero degli Esteri della Finlandia: inappropriate nuove sanzioni contro la Russia 0:14
La Corte Suprema vieta in Russia il "Settore destro" 23:34
Espulso dalla Russia un dipendente dell'Ambasciata tedesca a Mosca 22:59
La Repubblica Ceca sostiene le sanzioni UE contro la Russia 22:25
http://italian.ruvr.ru/
Ucraina, sanzioni, UE: intervista del presidente Putin alla Tv tedesca ARD
Nell'intervista al canale televisivo tedesco ARD, Vladimir Putin ha risposto alle domande sulla situazione in Ucraina, sulle sanzioni e sui rapporti della Russia con l'Ue. L'intervista è stata registrata il 13 novembre a Vladivostok. (Pubblicata con tagli.)
Il G20 di Brisbane finisce con un pareggio
Il G20 di Brisbane finisce con un pareggio
Vladimir Putin è soddisfatto dei risultati del G20. Secondo il presidente russo, il vertice è stato ricco di contenuto e si è svolto in un clima benevolo. Putin l'ha dichiarato nel corso della sua conferenza stampa dedicata ai risultati del G20 terminato a Brisbane, in Australia.
"Rivoluzione arancione", dieci anni di delusione
http://italian.ruvr.ru/
La "rivoluzione arancione" in Ucraina è diventata ormai sinonimo di delusione totale. Dieci anni fa a Kiev iniziarono le proteste, ma già un anno dopo gli ucraini non riuscivano quasi a ricordare perché erano scesi in piazza. Dei leader di questa "rivoluzione" oggi non si usa parlare.