LEGA ARABA deve essere giustiziata

il vero gioco imperialistico sul mondo ] farisei spa Rothschild e salafiti sharia, sono in competizione per la conquista del mondo! con la sola differenza che, i farisei per conquistare il mondo sono costretti a fare uccidere tutti gli israeliani! tuttavia, oggi farisei e salafiti: sono sodali, tra di loro, nello sterminare cristiani in tutto il mondo, perché loro sono le tenebre e i cristiani sono la luce!

lorenzoAllah Mahdì Palestina ] in realtà, io ho sempre giudicato innocenti tutti i popoli! Come ha detto GESù: "è il lievito cattivo di ERDOGAN islamico sharia, quella, che fa fermentare tutta la massa: con i vermi!"

le legittime aspirazioni DELLA LEGA ARABA SHARIA: SONO QUELLE DI POTER SGOZZARE TUTTO IL GENERE UMANO! VOI AVETE LEGALIZZATO IL NAZISMO DELLA SHARIA ED AVETE VIOLATO TUTTI I dIRITTI UMANI: IIN QUESTO MODO LA EUROPA BRUCERà: PERCHé ARRIVA SEMPRE IL MOMENTO CHE NELLE NAZIONI I MUSULMANI PRETENDONO LA SHARIA! è PERCHé, VOI AVETE BISOGNO DI UNA TRAGEDIA A LIVELLO MONDIALE, PER SALVARE LE VOSTRE BANCHE O PER SALVARVI DALLE RIVOLUZIONI, CHE I VOSTRI POPOLI DISPERATI DOVRANNO FARE, E A CUI VOI AVETE RUBATO IL LORO SIGNORAGGIO BANCAIO, perché, voi AVETE TRASFORMATO TUTTI I POPOLI DEL MONDO, IN SCHIAVI DI ROTHSCHILD SPA! NEW YORK, 16 OTT - Il leader israeliano Benyamin Netanyahu e quello palestinese Abu Mazen "devono cercare di fermare le violenze ora e provare a risolvere i problemi ora": lo ha detto il presidente americano, Barack Obama, sottolineando come "Israele ha il diritto di difendersi e di proteggere i suoi cittadini e i palestinesi hanno il diritto di poter seguire le loro legittime aspirazioni".

Obama il calunniatore, dice: "stop violenze israelo-palestinesi!" MA, SANNO TUTTI CHE SONO I PALESTINESI CHE SENZA MOTIVO VERO (loro mentendo dicono che è stata minacciata la Moshea), HANNO INSCENATO QUESTA PROTESTA VIOLENTA ED ASSASSINA: CON CUI L'ISLAMICO AFFERMA IL SUO SHARIA DIRITTO DI PUGNALARE IL GENERE UMANO, E, INFATTI, STANNO PUGNALANDO TUTTI GLI ISRAELIANI, CHE, LORO POSSONO RIUSCIRE PUGNALARE! ] Israele ha diritto a difendersi, palestinesi a realizzarsi [ quindi anche ISRAELE HA DIRITTO A REALIZZARSI! allora, DOVE è UNA PATRIA ADEGUATA A POTER RACCOGLIERE TUTTI GLI EBREI DEL MONDO? ] OBAMA è GENDER DARWIN è CAINO E CONTINUA A CALUNNIARE: COME SE DIPENDESSE DA Benyamin Netanyahu e DA palestinese Abu Mazen, DI POTER FERMARE LE VIOLENZE! è LA LEGA ARABA CHE DEVE RINUNCIARE AL NAZISmO DELLA SHARIA, PERCHé QUESTO ODIO ISLAMICO: imperialismo lega araba, CONTRO, tutto IL GENERE UMANO, CERCHERà SEMPRE PRETESTI PER FARE L'ASSASSINO!  ] [ NEW YORK, 16 OTT - Il leader israeliano Benyamin Netanyahu e quello palestinese Abu Mazen "devono cercare di fermare le violenze ora e provare a risolvere i problemi ora":
NEW YORK, 16 OTTobre, Obama DARWIN GENDER è il demonio, L'ANTICRISTO, e lui crede che noi siamo degli stupidi ADATTI PER LUI: lui dice: "Il leader israeliano Benyamin Netanyahu e quello palestinese Abu Mazen "devono cercare di fermare le violenze ora, e provare a risolvere i problemi ora": QUANDO LUI SA MOLTO BENE, CHE, QUESTI LEADER SONO ASSOLUTAMENTE IMPOTENTI, IN QUESTA SITUAZIONE, E CHE, loro SONO LE PEDINE DI GIOCHI IMPERIALISTICI CHE SONO SOPRA DI LORO! e come non c'è un vero motivo per avere attivato queste violenze, poi, non ci sarà un vero motivo per farle fermare.. perché, sanno tutti che nessuno è andato a minacciare in alcun modo la Moschea al-Aqsa: come loro calunniando hanno affermato!

Piccoli Comuni chiusi per tagli. La solidarietà dell’Anci Puglia. [ COME ALLA VIGILIA DELLA GUERRA MONDIALE VOLUTA DAL SISTEMA MASSONICO BANCARIO SPA BILDENBERG ROTHSCHILD IN ITALIA E NEL MONDO MUORE LA SPERANZA ] by Redazione
A Biccari, ma non solo, il Comune è “chiuso per tagli”. Ma non è solo in questa protesta civica. Attorno, 564 amministrazioni hanno aderito alla protesta ispirata in tutta Italia dai sindaci dei Monti Dauni, in primis Gianfilippo Mignogna che, nei giorni scorsi, ha simbolicamente serrato la porta d'ingresso del Municipio che amministra per contestare l’inesorabile e drammatica riduzione dei trasferimenti statali. Sono tanti i piccoli comuni della Provincia di Foggia che hanno aderito all'iniziativa. Ricordiamo Alberona, Casalvecchio, Castelnuovo della Daunia, Castelluccio Valmaggiore, Celle San Vito, Faeto, Motta Montecorvino, Panni, Roseto. E l'Anci, in una nota del presidente regionale Luigi Perrone, esprime la propria solidarietà ai sindaci.
“Manifestiamo solidarietà ai sindaci dei piccoli comuni foggiani e alle relative comunità, ribadendo il nostro pieno sostegno nella battaglia contro il degrado economico sociale e per il loro rilancio istituzionale. – dichiara il presidente Anci Puglia sen. Luigi Perrone - I piccoli comuni spesso rappresentano l’unico presidio dello Stato sul territorio, ma soprattutto sono una inestimabile risorsa di questo paese. I pesanti tagli ai trasferimenti di risorse statali, il patto di stabilità, le difficoltà di riscossione fiscale,  il fenomeno dello spopolamento, l'obbligatorietà delle gestioni associate e la centrale unica di committenza, paralizzano l’autonomia e il ruolo istituzionale aggravando il disagio economico sociale degli enti di minore dimensione demografica. Anci Puglia – prosegue Perrone -  a seguito di una serie di incontri provinciali con i piccoli Comuni, svolti nel mese di giugno scorso, ha raccolto le istanze dei sindaci, le ha fatte proprie e sostenute in sede di Consulta nazionale e nell’Assemblea piccoli comuni che si è svolta a Cagliari a luglio 2015. Le questioni saranno riproposte al Governo nel corso dell’imminente assise nazionale Anci, che si terrà dal 28 al 30 ottobre a Torino. Il Governo sembra disponibile a delle aperture, in mancanza di risposte concrete, ci mobiliteremo a livello regionale e nazionale.”
Anci Puglia ha espresso in più occasioni la propria posizione su questi temi ed ha chiesto con forza anche intervento di Anci Nazionale e dei rappresentanti parlamentari regionali. Nello specifico, ha chiesto maggiore autonomia ed una semplificazione delle regole contabili e ordinamentali per i comuni di minore dimensione demografica. Inoltre, si è espressa contro l'obbligatorietà delle gestioni associate, le Unioni di comuni devono prevedere accorpamenti su base volontaria e incentivata. Anci Puglia ritiene indispensabile una completa ricognizione delle specificità e delle criticità presenti al livello locale. Bisogna incentivare la gestione associata dei servizi e delle funzioni attraverso un percorso graduale, spontaneo, monitorato e razionale; va rivisto il sistema delle agevolazioni, ma soprattutto, resta fondamentale la definitiva esclusione dal patto di stabilità dei piccoli comuni, per evitare di aggravare ulteriormente la crisi delle economie locali minori.
Anci Puglia inoltre, al fine di intensificare la propria attività di supporto ai piccoli comuni, ha costituito nei giorni scorsi un gruppo di lavoro, per verificare insieme ad IFEL i criteri di determinazione del fondo di solidarietà per gli enti locali pugliesi.
=======
«Mia madre è morta con dignità grazie alle cura palliative» [[ LA PERENNE UMANA, TERRENA, TERRESTRE LOTTA DELLA VITA CONTRO LA MORTE: DEI MASSONI SACERDOTI FARISEI E SALAFITI IL REGNO DEL DEMONIO USURA BANCHE CENTRALI ]]
Sua madre, Maggie Karner, affetta da un gravissimo glioblastoma al cervello, era diventata famosa per aver realizzato un filmato virale in cui chiedeva a Brittany Maynard, una donna americana malata dello stesso cancro, di non scegliere la strada dell’eutanasia. Maggie è volata in cielo nei giorni scorsi e la sua battaglia è stata rilanciata dalla Read More… (http://it.aleteia.org/2015/10/15/mia-madre-e-morta-con-dignita-grazie-alle-cura-palliative/)
=========
In India le Missionarie della Carità dicono no alle adozioni per single [[ LA PERENNE UMANA, TERRENA, TERRESTRE LOTTA DELLA VITA CONTRO LA MORTE: DEI MASSONI SACERDOTI FARISEI E SALAFITI IL REGNO DEL DEMONIO USURA BANCHE CENTRALI ]]
Il Governo indiano ha deciso di aprire alle adozioni da parte dei single, ma le suore di Madre Teresa non ci stanno e hanno deciso di rinunciare allo status legale che permette loro di tenere aperti 18 servizi di adozioni in giro per il paese. E’ questa la notizia riportata dalla pagina web del settimanale Read More… (http://it.aleteia.org/2015/10/14/india-missionarie-carita-no-adozioni-single/)
==========
[[ LA PERENNE UMANA, TERRENA, TERRESTRE LOTTA DELLA VITA CONTRO LA MORTE: DEI MASSONI SACERDOTI FARISEI E SALAFITI IL REGNO DEL DEMONIO USURA BANCHE CENTRALI ]] Stacca la spina e salva la tua anima. Tranne che per la partita occasionale di football o baseball non mi manca la televisione, e penso che la gente dovrebbe liberarsi della propria come abbiamo fatto noi. So che le persone che parlano di rinunciare alla televisione influiscono sulla maggior parte della gente come chi fa jogging e si alza molto presto influisce su Read More… (http://it.aleteia.org/2015/10/14/stacca-la-spina-e-salva-la-tua-anima/)
==============
Padre Mourad: “Isis mi voleva sgozzare perché cristiano. Ero pronto alla morte per Cristo” [[ LA PERENNE UMANA, TERRENA, TERRESTRE LOTTA DELLA VITA CONTRO LA MORTE: DEI MASSONI SACERDOTI FARISEI E SALAFITI IL REGNO DEL DEMONIO USURA BANCHE CENTRALI ]] “Quasi tutti i giorni c’era qualcuno che entrava nella mia prigione e mi domandava ‘chi siete?’. Io rispondevo: ‘sono nazareno, cioè cristiano’. ‘Allora sei un infedele’, gridavano. ‘E visto che sei un infedele se non ti converti ti sgozzeremo con un coltello’. Ma io non ho mai firmato l’atto di abiura del cristianesimo”. Così il Read More… (http://it.aleteia.org/2015/10/14/padre-mourad-isis-mi-voleva-sgozzare-perche-cristiano-ero-pronto-alla-morte-per-cristo/)
===========
[[ LA PERENNE UMANA, TERRENA, TERRESTRE LOTTA DELLA VITA CONTRO LA MORTE: DEI MASSONI SACERDOTI FARISEI E SALAFITI IL REGNO DEL DEMONIO USURA BANCHE CENTRALI ]]   Facebook Refuses to Remove ‘Stab Israelis’ Page, then Yields to Pressure  ... WATCH: Mother of Dead Terrorist Sings a Song of Joy ... Social Media Rampant with Palestinian Incitement, Jew Hatred  ... WATCH: What Palestinians and ISIS Have in Common  ... Arab Gulf States Want to Buy Iron Dome System from Israel ...     Arab Terrorists Attack Israelis, Fox Reporter Blames Victims ... WATCH: Murderous Video Must be Removed from Facebook! ... Biased Media Refuse to Report that Palestinians are Killing Israelis .. US Equates Israel's Self-Defense to Palestinian Terror; CLICK for Latest News!
 United with Israel    Palestinian Sets His Head on Fire; Remove Murderous Video from Facebook!
October 14, 2015 - 1 Heshvan 5776
Arab Stabs 70-Year-Old Woman at Jerusalem Bus Station     Jerusalem Stabbing Attack

Palestinian Gets Taste of Own Firebomb, Sets His Head on Fire     palestinian head on fire

US Equates Israel's Response with Arab Terror, Will Not Condemn Palestinians
WATCH: US Equates Israel’s Response to Terror with Terror Itself, Does Not Condemn Palestinians. As the Palestinians are waging what amounts to a third intifada against Israel, the Obama administration is refusing to condemn the Palestinians, instead suggesting Israel is ALSO to blame. This is a blatant and unfair equivocation.
Clearly, the Obama administration holds Israel equally accountable for Palestinian terrorism as it does the Palestinians.
Again, AP reporter Matt Lee confronts a US State Department spokesman over seemingly incongruous positions held by the US administration when it comes to dealing with Israel and the Palestinians.
The administration called on BOTH sides to take action to reduce tensions, ignoring the fact that the Palestinian leadership is inciting terrorism.
This is an outrage. NOT how Israel expects its “friends” and allies to defend it. Make sure to watch ans SHARE! Mentre i palestinesi stanno conducendo ciò che equivale a una terza intifada contro Israele, l'amministrazione Obama si rifiuta di condannare i palestinesi, invece suggerendo Israele è anche la colpa. Questo è un equivoco palese e ingiusto.
===================
Chiaramente, l'amministrazione Obama sostiene che Israele è ugualmente responsabile per il terrorismo palestinese come fa i palestinesi. Anche in questo caso, AP giornalista Matt Lee affronta un portavoce del Dipartimento di Stato su posizioni apparentemente incongrui detenute dal governo degli Stati Uniti, quando si tratta di trattare con Israele ei palestinesi. L'amministrazione ha invitato entrambe le parti ad agire per ridurre le tensioni, ignorando il fatto che la leadership palestinese è incita al terrorismo. Questo è un oltraggio. NON come Israele si aspetta che i suoi "amici" e alleati per difenderla. Assicurati di guardare ans SHARE!
bbas ha palesemente mentito che Israele eseguito un 13-anno-vecchio terrorista palestinese, che è vivo e ricoverato in ospedale in Israele. Authority (PA) capo palestinese Mahmoud Abbas è da anni incitamento contro Israele ed è stato diffondere bugie dannosi su vari appezzamenti israeliani di danneggiare i palestinesi in un modo o nell'altro, ma si superato se Mercoledì, quando ha affermato che Israele eseguito un anno 13 -Old palestinese, quando in realtà il ragazzo, Ahmed Manasra, un terrorista che è stato girato dopo aver accoltellato e ferito gravemente due israeliani a Gerusalemme il Lunedi, è viva ed è in cura in un ospedale israeliano.
Parlando ai giornalisti il ​​Mercoledì, Abu Mazen ha affermato che "l'aggressione contro il nostro popolo e le aree sacre è aumentato in modo che sconvolge la pace e la tranquillità", che, ha detto "richiede un intervento internazionale."
Ha di nuovo negato il diritto degli ebrei al Monte del Tempio, dicendo "solo noi avere diritti di Al-Aqsa come palestinesi e musulmani, e nessun altro ha alcun diritto lì."
Poi ha fatto la dichiarazione contenente la sua menzogna sfacciata, rendendo ulteriori accuse contro Israele. "Noi non d'accordo per continuare la situazione sulla nostra terra, e non la politica di occupazione e di aggressione da parte di Israele e dei suoi abitanti, che commettono il terrore contro il nostro popolo, le nostre case, i nostri alberi, i nostri luoghi sacri, e che esegue i nostri figli a sangue freddo, come hanno fatto per il figlio Ahmed Mansara [il terrorista ricoverato] e gli altri bambini a Gerusalemme e in altri luoghi. Continueremo la nostra lotta nazionale che si basa sulla auto-difesa ".
Ha di nuovo minacciato di avere Israele perseguiti presso la Corte penale internazionale (CPI) per presunti crimini di guerra ha commesso contro i palestinesi.
Istigazione e bugie che portano alla Murder
L'ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu ha rilasciato una dichiarazione Giovedi sbattendo osservazioni Abbas 'come "l'incitamento e la menzogna."
"Il giovane sta parlando è vivo e ricoverato in ospedale Hadassah, dopo aver accoltellato un giovane israeliano, che stava andando in bicicletta, al momento", dice la nota.
"Mentre Israele mantiene lo status quo sul Monte del Tempio, Abu Mazen [Abbas], con le sue parole di incitamento, fa uso cinico della religione e porta quindi sul terrorismo."
Israel Katz
Ministro dei Trasporti Yisrael Katz. Ministro dei Trasporti Yisrael Katz deriso dichiarazioni di Abbas 'come "parole diffamatorie" e "menzogne", che "trasforma un assassino in un martire".
Nel corso delle ultime settimane, i palestinesi hanno perpetrato numerosi attacchi terroristici contro i cittadini israeliani in tutto il paese. Sette israeliani sono stati uccisi e 15 delle vittime criticamente feriti sono ancora ricoverati in ospedale.
La maggior parte dei terroristi sono stati i giovani palestinesi di età inferiore ai 25, essendo il più giovane del citato 13-year-old Manasrah. Israele fa pagare sono stati incitati alla violenza da una "cultura palestinese diffusa di odio."
"Per anni, i giovani palestinesi è stato indottrinato in scuole e in televisione per seguire le orme di arci-terroristi e di impegnarsi in violenza indiscriminata contro gli ebrei. Negli ultimi anni, questo l'avvelenamento delle menti dei bambini è stato esacerbato da discorsi di odio e chiede omicidio sui social media palestinesi, che stanno giocando un ruolo fondamentale nella sua ultima ondata di terrore ", il ministro degli Esteri israeliano ha dichiarato Giovedi.
"Israele chiede Mahmoud Abbas e di altri leader palestinesi per fermare l'incitamento alla violenza e di chiamare alla calma", dice la nota. "Giovani palestinesi meritano di ricevere un'istruzione che porrà le basi per un futuro migliore di coesistenza pacifica e la cooperazione con i vicini di Israele."
======================
Firma la petizione per fermare I finanziamenti all'Autorità palestinese. PA testa Abu Mazen e Hamas Haniyeh capo insieme. Petizione per gli Stati Uniti e l'Unione europea. Chiediamo che tutti i finanziamenti della PA essere immediatamente interrotta. L'unità con Hamas ha portato ad omicidi brutali, migliaia di razzi e l'incitamento in corso contro i cittadini israeliani. Perseguire Israele per "crimini di guerra" è spregevole e rende il finanziamento della PA contro legge degli Stati Uniti. Palestinian Authority (PA) head Mahmoud Abbas has for years been inciting against Israel and has been spreading malicious lies about various Israeli plots to harm the Palestinians in one way or another, but he outdid himself Wednesday when he asserted that Israel executed a 13-year-old Palestinian, when in fact the boy, Ahmed Manasra, a terrorist who was shot after he stabbed and critically wounded two Israelis in Jerusalem on Monday, is alive and is being treated in an Israeli hospital.
Speaking to reporters on Wednesday, Abbas claimed that “the aggression against our people and holy areas has increased in a manner that disrupts the peace and quiet,” which, he said “requires international intervention.”
He again denied the Jews’ right to the Temple Mount, saying “only we have rights to Al-Aqsa as Palestinians and Muslims, and no one else has any rights there.”
Then he made the statement containing his blatant lie, while making further allegations against Israel. “We will not agree to continue the situation on our land, and not the policy of occupation and aggression by Israel and its settlers, who commit terror against our people, our homes, our trees, our holy places, and who execute our children in cold blood, as they did to the child Ahmed Mansara [the hospitalized terrorist] and other children in Jerusalem and other places. We will continue our national struggle which is based on self-defense.”
He again threatened to have Israel prosecuted at the International Criminal Court (ICC) for alleged war crimes it has committed against Palestinians. Incitement and Lies that Lead to Murder
Prime Minister Benjamin Netanyahu’s office issued a statement Thursday slamming Abbas’ remarks as “incitement and lies.” “The youth he is talking about is alive and hospitalized in Hadassah Hospital, after he stabbed an Israeli youth, who was riding a bicycle at the time,” the statement said.
“While Israel maintains the status quo on the Temple Mount, Abu Mazen [Abbas], with his words of incitement, makes cynical use of religion and thus brings about terrorism.”
Israel Katz Minister of Transportation Yisrael Katz derided Abbas’ statements as “defamatory words” and “lies” which “turns a murderer into a martyr.”
Over the past weeks, Palestinians have perpetrated numerous terror attacks against Israeli citizens across the country. Seven Israelis have been murdered and 15 of the critically wounded victims are still hospitalized.
Most of the terrorists were Palestinian youth under the age of 25, the youngest being the aforementioned 13-year-old Manasrah. Israel charges they were incited to violence by “a widespread Palestinian culture of hate.”
“For years, Palestinian youth has been indoctrinated in schools and on television to follow in the footsteps of arch-terrorists and to engage in indiscriminate violence against Jews. In recent years, this poisoning of children’s minds has been exacerbated by hate speech and calls for murder on the Palestinian social media, which are playing a critical role in the latest wave of terror,” Israel’s Foreign Minister stated Thursday.
“Israel calls on Mahmoud Abbas and other Palestinian leaders to stop incitement to violence and to call for calm,” the statement said. ”Palestinian youths deserve to receive an education that will lay the basis for a better future of peaceful coexistence and cooperation with their Israeli neighbors.”
By: Max Gelber, United with Israel. Sign the Petition to Stop Funding the Palestinian Authority. PA head Abbas and Hamas leader Haniyeh together.  Abbas has blatantly lied that Israel executed a 13-year-old Palestinian terrorist, who is alive and hospitalized in Israel.
Petition to the United States and European Union.
We demand that all funding of the PA be stopped immediately. Unity with Hamas led to brutal murders, thousands of rockets and ongoing incitement against Israeli citizens. Prosecuting Israel for “war crimes” is despicable and makes funding the PA against US law.
==============
Gruesome Stabbing Attack in Ra'anana. Click here to watch: Gruesome Stabbing Attack in Ra'anana
Security camera footage of a savage terror attack which left one man moderately wounded in Ra'anana was released to the public Wednesday afternoon. The footage depicts a man in a bright orange vest walk slowly up to an unsuspecting civilian waiting at a bus stop. The attacker suddenly fastens his stride, pulls out a knife and stabs the victim multiple times in the neck and body. The attacker then attempts to slash wildly at other bystanders before running out of frame. The attack happened around 8:50 a.m., when the terrorist stabbed a 32-year-old man at a bus stop on Ahuza Street, outside a shopping center in the middle of town. The man was moderately wounded with injuries to his stomach and neck, but managed to fight off his attacker. Once other civilians came, they were able to subdue the man until police arrived.
Shortly after the initial incident, a second attack occurred at 10:40 a.m., when police received a report of a stabbing outside Beit Loewenstein Hospital further down Ahuza Street, where a 28-year-old man from east Jerusalem stabbed four people sitting at a café, wounding one seriously and three lightly. The attacker then fled down Ahuza Street while a group of bystanders gave chase. A motorist who saw the scene unfolding hit the terrorist with his car, and then he and another motorist grabbed him and subdued him until police arrived. Israel suffered its bloodiest day yet Tuesday, seeing three dead and over 20 injured in a wave of violence that has gripped the holy land over the past several days.
Source: Jpost
======================
New Video Lays Bare PA Incitement Behind Wave of Terror. Screen Shot 2015-10-14 at 4.49.30 PM
Click here to watch: 'PA culture of hate and incitement is to blame' for ongoing string of attacks.
To offset the disinformation and propaganda being spread against Israel even as a wave of Palestinian Arab terrorism engulfs the country, Israel's Foreign Ministry has released a sharp video clip and a short summary of the reasons for the recent unrest that has led to four Israeli deaths, dozens wounded, and widespread Arab rioting.
===================
se un poliziotto ti dice : "fermati!" ok, tu ti devi fermare! ] ERDOGAN SHARIA CALIFFATO E SALMAN SULTANATO LORO SONO degli avventurieri armati! SPARATEGLI! [ secondo la radio pubblica bulgara BNR, il gruppo di migranti era formato da 48 afghani armati e con atteggiamento aggressivo. Gli afghani non avrebbero obbedito all'intimazione delle guardie di frontiera di tornare indietro. Bulgaria, c'era una pistola in zaino afghano ucciso - Vi era anche una pistola, oltre a due cellulari, nello zaino del migrante afghano ucciso accidentalmente ieri sera dalla polizia bulgara al confine fra Bulgaria e Turchia. Lo ha detto in una conferenza stampa stamane il segretario generale del ministero dell'Interno bulgaro Gheorghi Kostov. Il gruppo di migranti intercettato dalla polizia, ha precisato, era composto da 54 persone, tutti uomini in buone condizioni fisiche, di età tra i 20 e i 30 anni. Ad avviso di Kostov i migranti si sarebbero comportati in maniera aggressiva e non avrebbero ubbidito agli ordini della pattuglia di tornare indietro. Gli agenti avrebbero sparato in aria, ma uno dei proiettili avrebbe colpito di rimbalzo accidentalmente alla testa uno degli afghani. "I tre uomini della polizia di frontiera che hanno fermato il gruppo di migranti clandestini meritano una medaglia", ha dichiarato Valeri Simeonov, presidente del partito Fronte nazionale per la salvezza della Bulgaria, in un'intervista al canale televisivo BTV. Il partito nazionalista di Simeonov appoggia in parlamento il governo di centrodestra di Boyko Borissov. Simeonov ha aggiunto che la polizia di confine deve sparare contro qualsiasi persona che non ubbidisca agli ordini dopo aver superato clandestinamente i confini. A suo dire "il gruppo dei clandestini era composto non certo da profughi che scappano dalla guerra ma da avventurieri armati"
===============
se un poliziotto ti dice : "fermati!" ok, tu ti devi fermare! ] ERDOGAN SHARIA CALIFFATO E SALMAN SULTANATO LORO SONO degli avventurieri armati! SPARATEGLI! [ secondo la radio pubblica bulgara BNR, il gruppo di migranti era formato da 48 afghani armati e con atteggiamento aggressivo. Gli afghani non avrebbero obbedito all'intimazione delle guardie di frontiera di tornare indietro. Bulgaria, c'era una pistola in zaino afghano ucciso - Vi era anche una pistola, oltre a due cellulari, nello zaino del migrante afghano ucciso accidentalmente ieri sera dalla polizia bulgara al confine fra Bulgaria e Turchia. Lo ha detto in una conferenza stampa stamane il segretario generale del ministero dell'Interno bulgaro Gheorghi Kostov. Il gruppo di migranti intercettato dalla polizia, ha precisato, era composto da 54 persone, tutti uomini in buone condizioni fisiche, di età tra i 20 e i 30 anni. Ad avviso di Kostov i migranti si sarebbero comportati in maniera aggressiva e non avrebbero ubbidito agli ordini della pattuglia di tornare indietro. Gli agenti avrebbero sparato in aria, ma uno dei proiettili avrebbe colpito di rimbalzo accidentalmente alla testa uno degli afghani. "I tre uomini della polizia di frontiera che hanno fermato il gruppo di migranti clandestini meritano una medaglia", ha dichiarato Valeri Simeonov, presidente del partito Fronte nazionale per la salvezza della Bulgaria, in un'intervista al canale televisivo BTV. Il partito nazionalista di Simeonov appoggia in parlamento il governo di centrodestra di Boyko Borissov. Simeonov ha aggiunto che la polizia di confine deve sparare contro qualsiasi persona che non ubbidisca agli ordini dopo aver superato clandestinamente i confini. A suo dire "il gruppo dei clandestini era composto non certo da profughi che scappano dalla guerra ma da avventurieri armati"
======================
PERCHé IL PIù GRANDE TERRORISMO è QUELLO DEL NWO: PERCHé GLI USA SONO IL SUPPORTER DI HAMAS CONTRO ISRAELE! ] [ vi potrà sembrare, ANCHE, molto strano, quello che io sto per dire, e certo non potrebbe mai essere una giustificazione della violenza, che la sharia ed i vari fondamentalismi BUDDISTI, INDUISTI, COMUNISTI: NAZISTI, TUTTI in rapida crescita, SI stanno diffondendo nel mondo: TUTTO A SPESE DI ISRAELE, RUSSIA AFRICA ED EUROPA: TUTTO A SPESE DEI MARTIRI CRISTIANI INNOCENTI, IN GENERE: AGGREDITI IN TUTTO IL MONDO! E DI OGNI TIPO DI RAZZISMO ED INTOLLERANZA IN GENERE! MA, SE, VOI CI PENSATE, è IL NWO SPA FMI, BANCA MONDIALE, USUROCRAZIA MONDIALE, CHE è REGIME TRANSNAZIONALE MASSONICO BILDENBERG: ECC..  SPA CORPORATIONS, HALLOWEEN MONDIALE, NETWORK MONDIALI, ECC.. TUTTI COSTORO STANNO DISTRUGGENDO LE IDENTITà NAZIONALI, IN MANIERA SCIENTIFICA: PER REALIZZARE DI TUTTO IL GENERE UMANO, UN SOLO ED INDISTINTO BRANCO DI ANIMALI SCHIAVI DARWIN GENDER SCIMMIE! QUINDI QUESTO RITORNO AL FONDAMENTALISMO POTREBBE ESSERE INTERPRETATO ANCHE COME UNA REAZIONE DEI POPOLI ALLA PROPRIA IDENTITà E TUTELA! ] ED IN QUESTO CONTESTO SI INTUISCE L'ASSOLUTO TERRORISTICO CRIMINALE MONDIALE SHARIA IL NAZISMO DI ERDOGAN E SALMAN NELLA CIA DEI 322 BUSH ROTHSCHILD: CHE STANNO SCARDINANDO LO STESSO CONCETTO DEL DIRITTO: DATO CHE, LORO HANNO INVASO LA SIRIA, UNA NAZIONE SOVRANA, ECC..  CON LA LORO TERRORISTI GALASSIA JIHADISTA! [ TEL AVIV, 16 OTT - Un giovane israeliano é stato pugnalato da un palestinese ad Hebron, in Cisgiordania nella giornata che da Hamas è stato definita "di collera". Lo dice la Radio militare secondo cui l'aggressore è stato "neutralizzato" a colpi di arma da fuoco dalla reazione delle forze di sicurezza.
==================
"QUESTA è LA Piazza della MORTE SHARIA DELLA democrazia"  ERDOGAN IL CANE SHARIA DI SATANA NON PUò COMMERCIARE CON ISIS, FINANZIARLO, PROTEGGERLO E POI NASCONDERSI DIETRO UN DITO! C'è LUI IN QUESTA SUA VOLONTà DI FARE IL GENOCIDIO DEI CURDI, DOPO CHE GLI USA GLI HANNO PERMESSO DI POTER FARE IL GENOCIDIO DI TUTTI I CRISTIANI DI SIRIA ED IRAQ! ] ISTANBUL, 16 OTT - Il Comune di Ankara ha approvato una mozione per rinominare "Piazza della MORTE SHARIA DELLA democrazia" il luogo dell'attentato di sabato di fronte alla stazione ferroviaria centrale della capitale turca. L'area prima non aveva un nome. Il governo ha anche deciso di garantire un risarcimento di 820 lire turche (circa 250 euro) ai familiari delle vittime. Ai feriti verrà data una cifra variabile secondo la gravità dei danni subiti, con un massimo uguale a quello assicurato agli eredi le vittime.
===============
"QUESTA è LA Piazza della MORTE SHARIA DELLA democrazia"  ERDOGAN IL CANE SHARIA DI SATANA NON PUò COMMERCIARE CON ISIS, FINANZIARLO, PROTEGGERLO E POI NASCONDERSI DIETRO UN DITO! C'è LUI IN QUESTA SUA VOLONTà DI FARE IL GENOCIDIO DEI CURDI, DOPO CHE GLI USA GLI HANNO PERMESSO DI POTER FARE IL GENOCIDIO DI TUTTI I CRISTIANI DI SIRIA ED IRAQ! ] ISTANBUL, 16 OTT - Il Comune di Ankara ha approvato una mozione per rinominare "Piazza della MORTE SHARIA DELLA democrazia" il luogo dell'attentato di sabato di fronte alla stazione ferroviaria centrale della capitale turca. L'area prima non aveva un nome. Il governo ha anche deciso di garantire un risarcimento di 820 lire turche (circa 250 euro) ai familiari delle vittime. Ai feriti verrà data una cifra variabile secondo la gravità dei danni subiti, con un massimo uguale a quello assicurato agli eredi le vittime.
===============
USA 666 - LEGA ARABA SHARIA: UN SOLO REGNO DI SATANA: LORO HANNO AVUTO 5 ANNI PER BOMBARDARE: I LORO CITTADINI SHARIA, LA LORO GALASSIA JIHADISTA SAUDITA SHARIA TURCA: IL NAZISMO SHARIA, E NON LO HANNO FATTO! SPERO CHE LA SIRIA POSSA RISOLLEVARSI PER POTER ABBATTERE TUTTI COLORO CHE VIOLANO IL SUO SPAZIO AEREO: NON ESSENDO STATI AUTORIZZATI! NON ABBIAMO NESSUN MOTIVO DI RITENERE CHE ABBIANO INTENZIONE SERIAMENTE DI COMBATTERE ISIS SHARIA, VISTO CHE NON HANNO VOLUTO FARLO, FINO AD ORA! ] Turchia: aereo abbattuto era drone. Fonti militari citate da media. Nel sud-est a confine con Siria
================
SE, IL DRONE NON è: NEANCHE, DI ISRAELE, NON MI STUPIREI, CHE, POSSA ESSERE UN DEPISTAGGIO UN TRANELLO: della CIA, UN FALSO INCIDENTE: PER ALZARE LA TENSIONE, CONTRO LA RUSSIA! PERCHé, lo hanno capito tutti è QUESTO LO SCOPO DELLA NATO, che ha fretta di portarci nella guerra mondiale: questo crimine è necessario al FONDO MONETARIO per riaprire un nuovo ciclo monetario usurocratico e devitalizzante!! Mosca, nessun jet o drone russo manca ad appello - Tutti i jet russi operanti in Siria sono tornati alla base vicino a Latakia dopo le loro missioni, mentre i droni operano come previsto: lo ha detto Igor Konoshenko, portavoce del ministero della difesa russa dopo che Ankara che reso noto di aver abbattuto un velivolo di provenienza non identificata, un drone secondo la Bbc.
===============
no, il drone in territorio turco: non è di Israele è proprio della CIA! ] [ ed è impensabile pensare che, in sede NATO, tutti i criminali governi: massoneria e farisei SpA usurai MERKEL, tr0ika SPA FMI, di USA UE: il nazismo bildenberg, e LEGA ARABA sharia il nazismo maomettano, loro non si siano già incontrati e non abbiano già discusso di aggredire la Russia con annessi e connessi tutti i piani della GUERRA MONDIALE!
=================
no, il drone in territorio turco: non è di Israele è proprio della CIA! ] [ è chiaro: nella NATO sono alla disperata ricerca di un incidente per scatenare la guerra mondiale: ma, non tutte le NAZIONI della LEGA ARABA: come Egitto, Giordania, ecc.. e della EUROPA: come ITALIA SPAGNA, GRECIA ecc.. cioè: le loro merde di serie B? loro non sono stati messi al corrente di questi piani criminali di guerra mondiale: tutto un complotto ai loro danni ed ai danni di ISRAELE
================
uccidere a pugnalate un bambino israeliano, un civile israeliano è molto più grave che incendiare una tomba: anche se il significato è identico: "come abbiamo cancellato ogni simbolo di cristianesimo in Kosovo? GENOCIDIO HANNO SUBITO TUTTI I SERBI DEL COSSOVO! così cancelleremo ogni simbolo di ebrei in Palestina!" GENOCIDIO DOVRANNO SUBIRE, anche, TUTTI GLI ISRAELIANI, PERCHé QUESTA è UNA AGENDA SaUDITA ROTHSCHILD NATO USA! non c'è più una situazione diplomatica: ormai il destino è nelle mani di Dio sul campo di battaglia! io ordino di deportare tutti i palestinesi e di radere al suolo la Moschea Cupola della ROCCIA! il mondo criminale e nazista di questi islamici LEGA ARABA deve essere umiliato! Ieri Hamas da Gaza ha proclamato una Giornata di collera a Gerusalemme est e in Cisgiordania.  La notizia dell'incendio nell'edificio che a Nablus (Cisgiordania) ospita la Tomba di Giuseppe ha destato collera nel governo israeliano. Il ministro Uri Ariel (del partito nazionalista Focolare ebraico) ha commentato: ''gli stessi palestinesi, mentre mentono sfrontatamente quando denunciano un asserito cambiamento da parte nostra dello status quo nel Monte del Tempio (Spianata delle Moschee, ndr), a loro volta profanano e bruciano un luogo sacro all'ebraismo''. Secondo la tradizione ebraica la 'tomba di Giuseppe' a Nablus e' quella del personaggio biblico figlio di Giacobbe e di Rachele, divenuto influente consigliere del Faraone d'Egitto. Ariel ha anche chiesto al premier Benyamin Netanyahu di ordinare all'esercito di assumere il controllo di quell'edificio. Giornata 'di collera' di Hamas, israeliano accoltellato a Hebron
===================
hanno chiesto allo IRAN il permesso per ucciderli: per futili motivi? BEIRUT, 16 OTT – Amnesty International ha detto oggi di temere che siano imminenti le esecuzioni in Arabia Saudita di tre giovani attivisti sciiti condannati a morte per reati che avrebbero commesso quando erano minorenni: non solo Ali al Nimr, il cui caso ha sollevato nelle scorse settimane un'ondata di proteste in tutto il mondo, ma anche Dawud Hussein al Marhun e Abdullah Hassan al Zaher. I tre detenuti, afferma Amnesty, sono stati posti in regime di isolamento dal 5 ottobre nella prigione Al Hahir di Riad.
=================
LA DEPORTAZIONE DI TUTTI I PALESTINESI IN SIRIA è UN EVENTO CHE LA ARABIA SAUDITA E ONU HANNO RESO INEVITABILE Mo: riunione straordinaria Consiglio Onu dei calunniatori bugiardi assassini: satanisti massoni maomettani: per il genocidio e la guerra mondiale! [ loro dicono: "Su escalation violenze tra israeliani e palestinesi" ] ma, la realtà è che israeliani sono aggrediti senza motivo; il motivo se lo sono inventato gli islamici: che hanno detto che lo status giuriDIco della Moschea al-Aqsa, sarebbe cambiato o che Israeliani avevano deciso di distruggere la Moschea al-Aqsa, ma, tutti posso giudicare come Allah è il demonio, per pervertire fino a questo punto le menti di soggetti criminali LEGA ARABA, altamente pericolosi su scala mondiale! LA DEPORTAZIONE DI TUTTI I PALESTINESI IN SIRIA è UN EVENTO CHE LA ARABIA SAUDITA E ONU HANNO RESO INEVITABILE!
================
USA E LEGA ARABA ONU: HANNO LEGITTIMATO LA SHARIA, LEGITTIMANDO NAZISMO E TERRORISMO ISLAMICO, CREANDO TUTTI I PRESUPPOSTI PER UNA SITUAZIONE DI INSOSTENIBILITà MAOMETTANA E NAZISTA SHARIA, IN MODO DELIBERATO: UN ELEMENTO DI TURBATIVA MONDIALE! PER ISRAELE ATTENDERE GLI EVENTI GIà PROGRAMMATI DAL NWO CALIFFATO? GLI SARà FATALE! LA DEPORTAZIONE DI TUTTI I PALESTINESI IN SIRIA è UN EVENTO CHE LA ARABIA SAUDITA E ONU HANNO RESO INEVITABILE! TEL AVIV, 16 OTT - In seguito all'incendio appiccato alla Tomba di Giuseppe, gruppi di coloni israeliani hanno bloccato uno dei gli accessi alla citta' di Nablus ed impediscono il transito agli automobilisti palestinesi. Lo riferisce la radio dei coloni, Canale 7.
===============
QUESTO è MOLTO POTENTE! ] [ LA PERVERSIONE DEI SACERDOTI DI SATANA FARISEI SALAFITI SAUDITI: DELLA CIA SPA NATO SISTEMA MASSONICO BANCA MONDIALE CALIFFATO: è TUTTA QUì, IN QUESTE PAROLE: "Accolgo con favore decisione Obama.. Essa mostra il rinnovo della nostra partnership e il rafforzamento delle relazioni". è COME DIRE: "noi togliamo Hitler ISIS, ecc.. ma lasciamo il NAZISMO SHARIA LEGA ARABA ugualmente" GLI USA SPA FED SPA MASSONICO REGIME: SONO LA PIù GRAVE MINACCIA PER LA SOPRAVVIVENZA DI UN GENERE UMANO LIBERO!
======================
+Stairk GOD is Allah aka satan self :) after dead we meet /// Dio è Allah aka Satana stesso :) dopo morti ci incontriamo ] sorry [ NO!  tu rimani fottuto! NOI NON CI POSSIAMO INCONTRARE: PERCHé SONO I DEMONI CHE HANNO MENTITO A TE! L'UNICO INTERESSE CHE I DEMONI HANNO DI MENTIRTI, E QUELLO RIDERE contro: DI TE: COGLIONE! E FARE SOFFRIRE DIO NEI suoi PENSIERI DI AMORE infinito, CHE DIO HA SU DI TE! Tu non hai mai conosciuto Dio! Per la tua sventura la luce della grazia non ha mai brillato su di te! [ Stairk - GRV Music Angels & Demons Choir ] DEMONI NON POSSONO PIù CANTARE: PERCHè  SONO DIVENTATI TUTTI STONATI: COME CAMPANE ROTTE: E PRESTO SARANNO DISINTEGRATI: MA CHE LORO SARANNO DISINTEGRATI? QUESTO NON LO DIRANNO MAI AI LORO ADORATORI SEGUACI SATANISTI! QUINDI LA LORO SPERANZA SI COMPIRà: essere disintegrati! MA, SENZA AMORE, infatti, NON CI PUò ESSERE VERA CANZONE!
+Stairk la speranza dei demoni è soltanto quella di essere disintegrati! SE TU POTESSI VEDERE LA DISPERAZIONE, CHE è NELL'INFERNO PER DUE MINUTI: SOLTANTO? TU POTRESTI PERDERE L'EQUILIBRIO MENTALE!
+Stairk [[ SENZA AMORE, NON CI PUò ESSERE VERA CANZONE! PERCHé UNA VERA CANZONE PUò ESSERE SOLTANTO UNA CANZONE DI AMORE! ]] questo è il paradiso e questo è il mio tempio EBRAICO cantare amore per cadere nella estasi della adorazione: perché Dio è infinità bellezza, bontà, perfezione gloria e gioia! OR LA UNIONE DI TUTTE QUESTE PERFEZIONI FA NASCERE LA ADORAZIONE! MA, al contrario, tutti lo sanno: non potrebbe mai esistere nel regno dell'odio la felicità!
+Stairk 666 [[ per questo io sono amato da tutti i demoni dell'inferno! ]] perché, DIO holy JHWH, lui non fa il lavoro del boia! è compito mio disintegrare l'INFERNO con tutto quello che contiene: e forse come tu hai detto: forse è per questo che tu mi potrai vedere: dopo la tua morte: dopo 1000 anni all'inferno, quando nel giorno del giudizio universale, io ti disintegrerò: così, finalmente, ponendo fine attraverso l'oblio a tutte le tue infinite disperazioni!
=========================
NOI L'ULTIMO BALUARDO DEGLI UOMINI LIBERI! ] my ISRAEL [ noi dobbiamo subito diventare alleati di RUSSIA E CINA? no! TUTTI HANNO PAURA della LEGA ARABA: NESSUNO RIMPROVERA IL NAZISMO DELLA SHARIA, NEANCHE IL VATICANO! ] US Accuses Israel of Excessive Force to Defend Against Terror [ NOI SIAMO SOLI! e questo per noi è un TEST DELLA FEDE per noi! ] noi dobbiamo agire da soli: solo per Dio, ed in nome di DIO! salvando noi stessi noi salveremo il GENERE UMANO! la LEGA ARABA deve essere votata con voto di sterminio! POI, CHI POTREBBE OBIETTARE: LORO I MAOMETTANI HANNO PIANIFICATO IL NOSTRO GENOCIDIO CON IL LORO MALEDETTO PROFETA! NOI, che siamo rimasti L'ULTIMO BALUARDO DEGLI UOMINI LIBERI!
===========================
Incitement to violence against Jews is widely prevalent on social media and YouTube is no exception. Online incitement leads terrorists to commit acts of terror. YouTube must be held to task for allowing the spread of hate videos on its site. Demand that YouTube remove these offending videos immediately!
For years, those who aim to incite to violence have worked to spread their messages of hate online. Today, YouTube is full of videos encouraging people to carry out acts of terror against Jews. This must stop!
Today, anyone, anywhere can flag a video and ask YouTube to remove it. Please take the time to review the following video and ask YouTube to remove it. Instructions on how to do so can be found below.
Tell YouTube to remove the video!
Here’s how:
1) Click on the YouTube icon at the bottom of the video.
2) Once on Youtube (need to be connected to a Google/Youtube account), click on “more” (or flag) under the video/title.
3) Click on “Report.”
4) Choose “Violent or repulsive content.”
5) Choose “Promotes terrorism.”
6) Click “Submit.”
Our achievements prove online activism works!
In another, separate effort, United with Israel supporters succeeded in getting Facebook to remove a video that encouraged the murder of Jews. This is proof that our efforts work. Help us continue making a difference and join us in our effort to remove videos that incite to violence from popular social media websites.
Donate to Israel. More videos to flag
Here are other videos you can watch to understand the level of anti-Semitic incitement that exists on YouTube.
Please click on the links below and ask YouTube to remove them as well.
NOTE: If any of the links below do not play a video, that means our efforts are paying off.
https://youtu.be/bwE97kfLTOI
https://www.youtube.com/watch?v=B3fmFiKXEfw
https://youtu.be/WIBUZKOEQyg
========================
WATCH: Terrorist Dressed as Journalist Stabs Israeli Soldier. A Palestinian terrorist in Hebron disguised as a journalist stabbed an IDF soldier on Friday and was immediately shot dead. Israel National News reported that the attacker wore a yellow vest with “PRESS” upon it and was carrying photography equipment.
The terrorist suddenly dropped his equipment, grabbed a knife and ran towards an Israeli soldier, stabbing him in the back and hand. Thankfully, a senior IDF officer shot the terrorist dead right away. The soldier was taken to Shaarei Tzedek hospital in Jerusalem and is reported to be in moderate condition. على الهواء مباشرة - اعدام شاب جديد في الخليل
https://youtu.be/Fd7XLWhJsLU
==================
A Palestinian mob armed with Molotov cocktails burned down parts of Joseph’s Tomb overnight, less than a month after rioters attacked Jews praying at the site. Palestinian rioters set fire to Joseph’s Tomb in Nablus Friday morning, causing severe damage to the religious site. Joseph’s Tomb has been the target of repeated attacks, the most notable of which was during the Second Intifada in 2000, when the complex was almost completely destroyed.
Around 100 Palestinian youths gathered in the wee hours of the morning to throw Molotov cocktails at Joseph’s Tomb.
Some of the rioters broke inside, and set fire to the complex. Palestinian police dispersed the mob and local firefighters extinguished the flames before the IDF was able to arrive at the scene, but not before parts of the Tomb, including the women’s prayer section, burned down.
http://unitedwithisrael.org/palestinian-rioters-set-fire-to-josephs-tomb/
The burning and desecration of Joseph’s Tomb last night is a blatant violation and contradiction of the basic value of freedom of worship. The IDF will take all measures to bring the perpetrators of this despicable act to justice, restore the site to its previous condition and ensure that the freedom of worship returns to Joseph’s Tomb,” said IDF Spokesman Lt. Col. Peter Lerner in a statement.
In September, a group of about 60 Palestinians attacked worshipers gathered at the Tomb for penitential prayers ahead of Yom Kippur, the Jewish Day of Atonement. The Shin Bet revealed in August that it had foiled a plot by Islamic Jihad to kill Jews entering the site outside of official visiting times.
Joseph’s Tomb was originally supposed to remain under Israeli control as part of the Oslo Accords. However, guarding the holy site proved difficult, and after a Palestinian mob ransacked and burned the Tomb to the ground in 2000, Israel transferred control to the Palestinian Authority. Agreements between Israel and the PA stipulate that Jews must be allowed to visit and pray at the Tomb. In practice, the IDF coordinates one visiting day each month, and Jews are prohibited from being at the site at other times. By: Sara Abramowicz, United with Israel
=======================
Erdogan in realtà, CON QUESTE PAROLE ci sta minacciando! INOLTRE LUI NON PUò PRETENDERE LA SHARIA E LA DEMOCRAZIA CONTEMPORANEAMENTE SENZA PUGNALARCI ALLE SPALLE CHE è PROPRIO QUELLO CHE STA FACENDO! TUTTI QUESTI MIGRANTI è LUI CHE LI HA INVENTATI, FACENDO DILAGARE DI TERRORISTI LA SIRIA! ] [ BUSH OBAMA E ROTHSCHILD MERITANO DI ESSERE UCCISI SUBITO! ] [  ISTANBUL, 16 OTT - "La sicurezza e la stabilità dell'Occidente e dell'Europa dipende dalla nostra sicurezza e stabilità. Nei colloqui che ho avuto a Bruxelles la scorsa settimana lo hanno accettato". Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, citato dal quotidiano Zaman, parlando del ruolo di Ankara nella crisi dei migranti, su cui ancora mancherebbe un'intesa definitiva con Bruxelles. "Ma se dipende dalla Turchia - ha aggiunto Erdogan - perché non la prendete nell'Ue?"
==================
'The New Big Lie - Israel is Executing Palestinians' https://youtu.be/pPEjoJhcyV8
http://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/201958
https://www.youtube.com/watch?v=pPEjoJhcyV8
Henoch2006 19 ore fa
 Netanyahu is speaking to deaf-man-ears because this world is so veil, evil, perverted, corrupt, and poisened by the lies of Islam 'The New Big Lie - Israel is Executing Palestinians'
=======================
https://youtu.be/ngoSnYG6zeM  An Arab rioter accidentally set himself on fire after attempting to throw a Molotov cocktail at IDF soldiers during riots in Hebron. Spiral of violence: Palestinians and Israeli forces clash as unrest engulfs West Bank
Look What This Arab Terrorist in Hebron Did to Himself! Pubblicato il 13 ott 2015
Clashes continue to occur between the IDF and Palestinian youths on Tuesday in Jerusalem and the West Bank.
=================
Muslim Terrorists Set Joseph's Tomb on Fire. Agriculture Minister Uri Ariel (Jewish Home) on Friday morning called to return Joseph's Tomb in Shechem (Nablus) to Israeli control, after about 150 Palestinian Arabs on Thursday night arrived at the compound and tried to burn it down. Reportedly Palestinian Authority (PA) security forces dispersed the rioters by firing in the air, and then Palestinian firefighters put out the fire. Initial reports indicated that damage was inflicted to the women's prayer area. "The arson of one of the holiest sites to the Jewish nation is an additional low, and the result of Palestinian incitement," said Ariel. "Even as the Palestinians shamelessly lie about (Israel) harming the status quo on the Temple Mount, they themselves are burning and desecrating the holy sites of Israel, and this cannot be forgiven." Switching to a call for action, Ariel concluded by saying, "I call on the prime minister to return the control of Joseph's Tomb to the hands of Israel." Yisrael Beytenu chairman MK Avigdor Liberman also responded to the incident, saying, "the arson of Joseph's Tomb tonight proves that the management of the Palestinian Authority is no different from that of ISIS (Islamic State), and after the Palestinian youths took machetes and knives to kill Jews now they're also burning holy places and historical heritage sites, just like ISIS members do to heritage sites of the human civilization in Iraq and Syria."
"The arson at Joseph's Tomb by a Palestinian mob that was incited by the lies of (PA Chairman Mahmoud) Abbas and led by Fatah activists only raises the surprise over those who even today refuse to see the bloody writing on the burned walls which says that Abbas never was, is or will be a partner, and yet they still call and are ready to meet and speak with him." According to the 1994 Oslo Accords, Joseph's Tomb was supposed to remain under full Israeli control. But in 2000 amid the Second Intifada terror war, hoards of Arab rioters invaded the tomb - which housed a synagogue and a yeshiva - ransacked it and burned it to the ground, while parading Jewish holy books and desecrating them. Local Muslims later declared the site as a mosque, as the IDF reduced the Jewish presence to a once-monthly visit. Under previous agreements with Israel, the Palestinian Authority (PA) is required to protect Jewish holy sites under its control, and to allow secure access for Jewish worshipers. However, in 2011 Yosef Livnat was murdered at Joseph's Tomb by none other than PA policemen as he visited the holy site with fellow yeshiva students. Livnat was the nephew of former Minister Limor Livnat (Likud). The site has often been the target of firebombs and massive riots. The most recent attempt to burn it down took place in late July. Source: Arutz Sheva.
==================
Pídeles a los ministros de la Corte que archiven el caso. [ IN QUESTI MIEI 7 ANNI DI YOUTUBE NON SONO MAI STATO CONTRARIO AI DIRITTI CIVILI DEI GAY! ED IO HO SCRITTO MIGLIAIA DI ARTICOLI IN LORO FAVORE! MA, LORO NON VOGLIONO RINUNCIARE ALLA LORO IDEOLOGIA SODOMA IMPERIALISMO A TUTTI, DARWIN TRUFFA CRIMINE IDEOLOGICO DEL GENDER! QUINDI OGGI PER LA PRIMA VOLTA, NELLA MIA VITA: CONTRO I MIEI SENTIMENTI E CONVINZIONI, IO PROPRIO DA LORO IO SONO COSTRETTO A NEGARE AI GAY TUTTI I DIRITTI CIVILI: CHE IO HO SEMPRE LORO RICONOSCIUTO! La Corte Interamericana pretende redefinir el matrimonio [ Practican 'activismo judicial' desprestigiando la institución. #NoHayCasoDuque  Firma esta petición haciendo clic aquí. Hola lorenzo:
La Corte Interamericana pretende redefinir el matrimonio. Escribe a los magistrados y pídeles respeto por el matrimonio, la familia y la misma Convención Americana de Derechos Humanos:
http://www.citizengo.org/es/28890-archiven-caso-alberto-duque
En realidad, NO HAY CASO. Pero al 'activismo judicial' parece importarle poco. Te cuento. Se trata del caso de Alberto Duque, un homosexual colombiano. Al morir la pareja con la que había convivido 10 años reclama derecho de pensión.
El gobierno colombiano le responde que no tiene derecho a pensión porque nunca estuvo casado. Otorgarle pensión sería prevaricar.
El lobby gay arma el lío y el gobierno colombiano decide finalmente reconocer el 'homomonio' con efectos retroactivos. Es decir, le otorgan derecho de pensión.
¿Ya deberíamos haber acabado, no? Pues no. El Sr. Duque continúa su apelación a la Corte Interamericana, movido sin duda por el lobby gay no por interés propio. Y lo peor es que la Corte decide asumir el caso a pesar de que NO HAY CASO.
¿Por qué? "Puede generar precedentes”, argumentan. O sea, reconocen abiertamente que aspiran a legislar, no a resolver problemas concretos de derechos humanos. Indignante
http://www.citizengo.org/es/28890-archiven-caso-alberto-duque
Los magistrados deberían de saber que pretender legislar excede abiertamente sus competencias. Los Estados miembro no formaron san José para que los jueces practiquen injerencia en sus países.
Y mucho menos ideológica. Porque la Convención Americana de Derechos Humanos es clara en la protección del matrimonio formado por la unión de hombre y mujer. ¿Por qué no se limitan a aplicar la convención aprobada por los Estados miembro?
El 'activismo judicial' en el que se encuentra inmerso la Corte supone un claro desprestigio para la institución, además de una violación flagrante de sus competencias. Házselo saber a los jueces:
http://www.citizengo.org/es/28890-archiven-caso-alberto-duque
Por si fuera poco, no disimulan. En resolución del pasado 31 de julio, el presidente de la Corte pide que testifique como perito Macarena Saenz, de la American University, 'casualmente' el mismo centro docente donde trabaja Mónica Roa, conocida activista LGTB.
Es decir, pretenden aprovechar el caso Duque para REDEFINIR EL MATRIMONIO.
Escribe a los jueces y pídeles que archiven el caso:
http://www.citizengo.org/es/28890-archiven-caso-alberto-duque
Gracias, lorenzo, por defender el matrimonio, la familia, el Pacto de San José y el Estado de Derecho. Un fuerte abrazo, Corte interamericana sta per risolvere il caso di Alberto Duque vs Colombia. Si tratta di un omosessuale che dopo 10 anni di vita con il vostro partner non è riconosciuto diritto alla pensione di reversibilità. Sebbene Colombia legiferato sulle coppie di fatto e ha dato Duke sua destra, il suo gay-hall-da avvocati mantenuto il ricorso dinanzi alla Corte. E che, nonostante il fatto che il governo colombiano ha sempre sostenuto che non era possibile concedere diritti a pensione perché la legge non lo permetteva e non poteva prevaricare. I giudici della Corte si sono tuttavia riconosciuto che è andato avanti con il processo ", perché è stato un precedente". Nella risoluzione dello scorso 31 luglio, il Presidente della Corte Suprema ha chiesto di testimoniare come testimone esperto Macarena Saenz, American University, 'coincidenza' lo stesso centro di lavoro docunte dove Monica Roa, noto attivista LGBT.
Vale a dire che cercano di sfruttare il caso Duca di ridefinire il matrimonio. Scrivi giudici e chiedere loro di archiviare il caso. Per maggiori informazioni:
ANALISI. Americani peccati Corte di attivismo giudiziario
ANALISI: Venezuela denuncia la Convenzione sui diritti dell'uomo
Leggi la risoluzione del presidente della Corte del caso Duca. Leggi la breve amicus curiae presentato dalla Fondazione Americana per la Cultura. Duke caso archiviato. Molto mia Srs .: Sergio sa se Duke vs Colombia è nella sua fase finale. Come gli esperti hanno chiamato, spero anche di sentire la mia opinione: nessun caso Duque.
Il governo colombiano ha affermato che non vi era alcun intento discriminatorio, ma semplicemente collegato alla normativa vigente. Una volta che la legge è stata approvata coppie di fatto il diritto di ricotto retroattivamente al Duke avere una pensione di vedova. Continua il processo per essere un "precedente" sembra fingere il contrario: non risolve il possibile ingiustizia prodotta su Mr. Duke, ma per ridefinire il concetto di famiglia. Devo dire che questa ridefinizione non è competente. Si è già definito nella Convenzione Americana sui Diritti Umani. Né è responsabile cercano di influenzare la legislazione nazionale attraverso le loro sentenze. Si. Dovrebbe essere bendati e risolvere secondo la legge. Purtroppo dà l'impressione che la benda è il basso e che l'ideologia è imposto sulla destra. Gli chiedo di recuperare la sua responsabilità istituzionale e di agire secondo la legge. E secondo la legge, nessun caso di discriminazione. Gli altri sono proiezioni ideologiche che minano la credibilità e il prestigio per l'istituzione che rappresenta. Cordiali saluti,  [Il tuo nome]
========================
RINGRAZIO ISRAELE PER AVERE SALVATO LA VITA DI QUESTO TERRORISTA ASSASSINO ADOLESCENTE, MA, FORSE AVENDONE NUOVAMENTE LA OCCASIONE, LUI NON TORNERà AD UCCIDERE DI NUOVO? QUINDI LA QUESTIONE PALESTINESE DEVE TROVARE UNA SUA SOLUZIONE COLLOCAZIONE STABILE E DEFINITIVA: IO NON LASCIO MAI IL MIO LAVORO A METà! ] [ Terrorist Abbas Said IDF ‘Executed’ Shown Alive and Recovering in Israeli Hospital. Deputy Director of Hadassah Medical Center, Dr. Asher Salmon, reported Thursday on the medical condition of the 13-year-old Arab who critically injured two Israelis in the Pisgat Ze'ev stabbing attack on Monday. "He is hospitalized in moderate to light condition in one of our departments and is being well cared for medically. I believe we will be able to release him in the coming days," Dr. Salmon said. The update on the young terrorist's condition comes after Palestinian Authority leader Mahmoud Abbas claimed on Wednesday night that Israel had "executed" him. Israel "executed the child Ahmed Mansara in cold blood, just like they do to other children in Jerusalem and other Palestinian territories," Abbas said in a speech broadcast on PA television.
In fact, the young terrorist was hit by a car as he ran through the streets of Pisgat Ze'ev armed with a massive knife, leaving him injured but alive. Ironically, he is now receiving high-level medical care in an Israeli hospital. Mansara's accomplice, his 15-year-old cousin Mahmoud Mansara, was, however, shot dead - after charging at police with a knife. Despite Palestinian claims of innocence, the cousins' religiously-fueled rampage through the streets of Jerusalem was recorded almost in its entirety by CCTV cameras, in harrowing footage released Wednesday by police. In Jerusalem, the Prime Minister's Office reacted angrily to Abbas' speech, accusing the PA chairman of continuing his campaign of "incitement and lies." Regarding the accusations concerning Ahmed Mansara's "execution," Netanyahu's office noted that "the youth he was talking about is alive and being treated at (Israel's) Hadassah (hospital), after he stabbed an Israeli child who was riding on a bicycle." Source: Arutz ShevA
*** Terror Attacks at Damascus Gate, Jerusalem Central Bus Station (Graphic) terror-attacks-jersualem
Click here to watch: Footage from Wednesday Terror Attacks.
A 70-year-old Jewish woman was moderately-to-seriously wounded in the initial attack outside the Central Bus Station.
====================
TO Segretario di Stato John Kerry ] QUESTA è LA REALE QUESTIONE POLITICA: 1. FORSE CHE I CONFINI DEL 68 HANNO FERMATO LA VIOLENZA TERRORISTICA DEI PALESTINESI? 2. FORSE CHE IL SANGUE DEI CIVILI ISRAELIANI VERSATO PER TERRA è MERDA, CIOè è STATO VERSATO INUTILMENTE? 3. QUALE NAZIONE DELLA LEGA ARABA NON SORGE SU DI UN GENOCIDIO? 4. DOVE I MUSULMANI IN TUTTO IL MONDO VIVONO IN PACE E FRATELLANZA CON I LORO VICINI? 5. COME ONU SHARIA PUò ESSERE IL NAZISMO? 6. COME LA LEGA ARABA, DI RAZZISTI, ASSASSINI SERIALI E MANIACI RELIGIOSI, PUò RIMANERE SENZA PUNIZIONE, CHE, TU HAI RIEMPITO TUTTI LORO DI ARMI ATOMICHE, ECC. 7. è CHIARO TU STAI CERCANDO SOLTANTO DI OTTENERE UNA ENORME ROVINA A LIVELLO MONDIALE PERCHé IL FMI DEVE CADERE E FALLIRE ED HA BISOGNO DI UN NUMERO ENORME DI MORTI CHE TU HAI RESO INEVITABILE! ] John Kirby, Israel Slams US State Dept for ‘Traditional’ Anti-Israel Hostility . Israel’s leaders are enraged by comments coming out of the US State Department blaming Israel for the Palestinian violence, and for alleging Israel uses excessive force to stop terrorism. Israeli minsters responded with rage on Wednesday to remarks by the US State Department that Israel may be using “excessive force” against Palestinian terrorists.
Speaking to IDF Radio Thursday morning, Minister of Public Security Gilad Erdan said he was not surprised by the remarks, as the State Department has traditionally been hostile to Israel.
“I don’t expect anything from the spokespeople at the State Department,” Erdan said. “The State Department has traditionally been hostile to the State of Israel.” However, “to be misled by lies which are presented to the State Department is very strange, amateurish, and even less than that,” he charged.
The usually composed and soft-spoken Minister of Defense Moshe Ya’alon went on a tirade when he responded to the allegations. “We’re using excessive force?!” he asked rhetorically while speaking to IDF Radio, “If someone raises a knife and he is killed, that consists of excessive force? What are we talking about here?” “I meet with military generals from the US and around the world who talk about our high standards. Missions came here [Israel] to learn how we operated during Operation Protective Edge. So they [the US] are talking here about excessive force?” he blasted.
On Wednesday, Justice Minister Ayelet Shaked told Israel Radio that Washington “either has a complete misunderstanding of the situation or is being hypocritical.” The Israeli ministers were responding to remarks made by State Department spokesman John Kirby that “we’ve certainly seen some reports of what many would consider excessive use of force [by Israel]” against the seemingly endless string of Palestinian terror attacks.
“Obviously we don’t like to see that,” he added.
It’s Not About Affixing Blame? A day earlier, Kerry said that Israel’s construction in Jerusalem and Judea and Samaria is the cause of the latest wave of Palestinian terror attacks. Secretary of State John Kerry. “What’s happening is that, unless we get going, a two-state solution could conceivably be stolen from everybody,” Kerry said. “And there’s been a massive increase in settlements over the course of the last years, and now you have this violence because there’s a frustration that is growing.” Kirby made a failed attempt to clarify Kerry’s disturbing remarks. “The secretary wasn’t saying, well now you have the settlement activity as the cause for the effect we’re seeing,” Kirby is quoted by The Jerusalem Post as saying. “Is it a source of frustration for Palestinians? You bet it is, and the secretary observed that. But this isn’t about affixing blame on either side here for the violence. What we want to see is the violence cease.” He said that the US position against Israel’s construction in Judea and Samaria is “crystal clear” and remains unchanged.
Prime Minister Benjamin Netanyahu subsequently ordered his ministers not to respond publicly to the remarks in an attempt to de-escalate the situation vis-à-vis the Obama administration.
By: Max Gelber, United with Israel,  I leader israeliani sono infuriati dai commenti provenienti dal Dipartimento di Stato USA incolpare Israele per la violenza palestinese, e per attinente Israele usa una forza eccessiva per fermare il terrorismo.
Cattedrali israeliani hanno risposto con rabbia il Mercoledì alle osservazioni da parte del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti che Israele potrebbe essere l'utilizzo di "eccessivo della forza" contro  i terroristi palestinesi.
Parlando a IDF Radio Giovedi mattina, il ministro della Pubblica Sicurezza Gilad Erdan ha detto che non è stato sorpreso dalle osservazioni, come il Dipartimento di Stato è stato tradizionalmente ostile a Israele.
"Non mi aspetto nulla dal portavoce del Dipartimento di Stato,", ha detto Erdan. "Il Dipartimento di Stato è stato tradizionalmente ostili allo Stato di Israele". Tuttavia, "per essere ingannati dalle bugie che vengono presentate al Dipartimento di Stato è molto strano, amatoriale, e anche meno", ha accusato.
Il solito composto e il ministro pacato della Difesa Moshe Ya'alon ha continuato una filippica quando ha risposto alle accuse. "Stiamo usando una forza eccessiva ?!", ha chiesto retoricamente parlando a IDF Radio: "Se qualcuno solleva un coltello e viene ucciso, che consiste di una forza eccessiva? Che cosa stiamo parlando qui? "
"Incontro con militari generali degli Stati Uniti e di tutto il mondo che parlano i nostri standard elevati. Missioni venuti qui [Israele] per imparare abbiamo operato durante l'operazione di protezione del bordo. Così [gli Stati Uniti] stiamo parlando di una forza eccessiva? »Ha fatto saltare.
Mercoledì scorso, il ministro della Giustizia Ayelet Shaked ha detto a Radio Israele che Washington "o ha una totale incomprensione della situazione o è essere ipocriti".
I ministri israeliani stavano rispondendo alle osservazioni fatte dal portavoce del Dipartimento di Stato John Kirby che "abbiamo sicuramente visto alcune segnalazioni di quello che molti considererebbero uso eccessivo della forza [da parte di Israele]" contro la stringa apparentemente infinita di attacchi terroristici palestinesi. "Ovviamente non ci piace vedere che," ha aggiunto. Non si tratta di Apposizione colpa? Un giorno prima, Kerry ha detto che la costruzione di Israele a Gerusalemme, Giudea e Samaria  è la causa della più recente ondata di attacchi terroristici palestinesi.
John Kerry "Quello che sta succedendo è che, a meno di non andare avanti, una soluzione a due stati, concettualmente, potrebbe essere rubato da tutti", ha detto Kerry. "E c'è stato un massiccio aumento degli insediamenti nel corso degli ultimi anni, e ora avete questa violenza perché c'è una frustrazione che sta crescendo." Kirby ha fatto un tentativo fallito di chiarire osservazioni inquietanti di Kerry. "Il segretario non stava dicendo, beh ora avete l'attività di insediamento come la causa per l'effetto che stiamo vedendo", Kirby è citato da The Jerusalem Post come dicendo. "E 'una fonte di frustrazione per i palestinesi? Certo che lo è, e il segretario osservato che. Ma non si tratta di apposizione colpa su entrambi i lati qui per la violenza. Quello che vogliamo vedere è il cessate la violenza. "
Ha detto che la posizione degli Stati Uniti contro la costruzione di Israele in Giudea e Samaria è "cristallino" e rimane invariato. Primo ministro Benjamin Netanyahu ha ordinato successivamente i suoi ministri di non rispondere pubblicamente alle osservazioni nel tentativo di disinnescare la situazione nei confronti dell'amministrazione Obama.
Da: Max Gelber, Stati con Israele
============================
youtube ] ti ho sempre autorizzato a togliere e a mettere, nei miei canali, tutti i video che tu avresti voluto! MA TU MI HAI FATTO CHIUDERE IL 50% DEI MIEI CANALI, E NON HAI PENSATO, CHE I MARTIRI CRISTIANI AVREBBERO POTUTO AVERE BISOGNO DI TE! ma, sono loro che, hanno le chiavi di accesso al regno di Dio! SONO I MARTIRI CRISTIANI CHE DECIDONO CHI PUò, E CHI NON PUò ENTRARE NEL REGNO DI DIO!
TRANQUILLI! il sistema Bildenberg sharia deve cadere! ] lorenzoJHWH is king Israel and Unius REI kingdom Universal brotherhood [ 322 Bush NWO ] TRANQUILLI! [ IL SISTEMA DEVE CADERE, PERCHé IO HO DECISO COSì! ] infatti, io sono il nuovo ordine mondiale! MERKEL ha fatto un pogrom in Odessa, perché, UE NATO hanno fatto un GOLPE in Ucraina, mentre, la CIA ha abbattuto un jumbo jet sul Donbass!
my JHWH ] UN GIORNO: tu mi darai ragione! SONO DEI DISGRAZIATI CRIMINALI USURAI LADRI ASSASSINI SERIALI, CHE NON ARRIVERANNO MOLTO LONTANO!
SHARIA è UNA BAMBINA DI NOVE ANNI, EPPURE, anche se sembra così piccola, è sempre UNA TROIA ISLAMICA ASSASSINA: il suo nome è Allah ed a lei piace tutto sommato il cazzo di Maometto!
my JHWH ] youtube è sempre stato un lurido porco di satanista GENDER, ma, da quando sono venuto io? Rothschild gli ha anche tagliato la lingua!
GAY omosessuale LGBT gender darwin scimmia ] tranne qualche rara eccezione? sei quasi sempre un aquila caduta nella merda!
fariseo SPA FMI massone ] quindi, tu hai giurato per Ja Bull ON! [ poi, tu hai sputato sulla Costituzione!
my JHWH ] questa sarà la mia strage! Hamas è ONU.
Erdogan ci prova tutte le volte con la "passera" di Mogherini, ma, noi non vogliamo perché lui ha la sifilide!
====================
gli ebrei hanno un istinto tutto speciale per conoscere i sentimenti di Dio, e se, molti di loro non fossero i farisei usurai massoni satanisti del talmud? Questo pianeta sarebbe già diventato un piccolo paradiso terrestre!
Benyamin Netanyahu e Dio Onnipotente Holy JHWH ] loro hanno una pretesa in comune [ loro vogliono che, sia io a fare il lavoro sporco al posto loro!
=================
my jhwh ] questi sono così pazzi, che sono in attesa della mia "Giornata della collera". SAUDI ARABIA è uno shariA STUPRATORE ] dicono "Stato di Palestina", ma tutti pensano: " al Colosseo gladiatori di "stadio di Palestina" PERCHé, IN REALTà la palestina POTREBBE ESSERE SOLTANTO IL MIO REGNO di Palestina. ONU è SHARIA BLABLAbla: terrorismo, MENTRE, soltanto N.A.T.O. il massone è L'ASSASSINO. Le forze aeree dell'Ucraina parteciperanno alle esercitazioni della NATO.
=================
NATO CIA OBAMA MERKEL CAMERON ] i farisei Rothschild SPA FMI, hanno la Kabbalah satanica, loro sanno come farti fare, ed ottenere, qualcosa da una cagna come te! tu sei un traditore veduto!
Quando OBAMA dice, circa, i legittimi diritti sharia dei palestinesi, lui deve rispondere a me: circa, quale legittimo diritto lui vuole riconoscere ad Hitler in tutta la LEGA ARABA Sharia!
Quando OBAMA dice, circa, i legittimi diritti sharia dei palestinesi, lui deve rispondere a me: circa, quale legittimi sharia di Hitler Erdogan genocidio CURDI e siriani diritti, lui potrà negare, in futuro, anche, agli islamici in USA e Unione Europea!
==============
la LEGA ARABA deve essere giustiziata! ] [ non è uccidendo i loro musulmani, che Erdogan e Salman: possono acquistare il diritto di fare il genocidio di tutti i cristiani e di tutti gli israeliani! ] 16 ottobre 2015 [ Nigeria: attacchi suicidi, decine morti. 2 bombe in moschea. Saltano in aria 4 donne fermate da soldati. Nuova ondata di attentati oggi a Maiduguri, nel nord-est della Nigeria. Due bombe sono esplose in una moschea provocando 30 morti e almeno 20 feriti. Poche ore dopo quattro donne sono state fermate dai soldati all'ingresso della città e si sono fatte saltare in aria, uccidendo 18 persone. Tutte le kamikaze sono state dilaniate dalle esplosioni, molti i feriti. Tutti gli attentati sono attribuiti dalle autorità agli integralisti islamici Boko Haram.

La libertà cresce senza omologazioni. Libertà e omologazione, non rassegnarsi all'indifferenza. Giancarlo Ricci
2 aprile 2014. La logica dell'indifferenza, oggi così endemica, sembra infiltrarsi nei settori più sottili della coscienza dell'uomo contemporaneo. Il quale, probabilmente, presume di esercitare una sua piena libertà: quella appunto di attenersi all'indifferenza. E di potersi accomodare, così, in un gaudente cinismo. Che cos'è l'indifferenza se non il modo più economico, anestetico e rassicurante di convivere con l'alterità e la diversità? In realtà, l'umano non si rassegna all'indifferenza; anzi, la sua natura lo spinge a cercare la differenza, l'alterità, l'altrove.
Se oggi pare accadere il contrario è in quanto la società del cosiddetto benessere ha stravolto l'idea di libertà. Essa si è ripiegata su se stessa fino a diventare autoreferenziale ed esente da responsabilità. La tendenza all'individualismo, all'edonismo, alla creazione di una barriera protezionistica verso il prossimo hanno permesso il trionfo dell'indifferenza. Si tratta in effetti di un impoverimento, quasi di una sorta di collasso della soggettività. L'uomo contemporaneo tende a rinunciare a un'idea grande di libertà per garantirsi piccole felicità rassicuranti.
Facciamo un esempio, che fa riferimento al fascicolo – "Educare alla diversità nella scuola" – che il Dipartimento delle Pari opportunità e il Miur propongono agli insegnanti di tutte le scuole. Come Avvenire ha ampiamente riferito, troviamo domande, esercizi, questionari, risposte e suggerimenti intorno alla questione dell'omofobia e della discriminazione. Vi sono alcune domande (retoriche) tra cui questa: «Perché alcuni individui sono attratti da persone dello stesso sesso?». Risposta: «Per la stessa ragione per cui altri individui sono attratti da persone del sesso opposto» (p. 23). Sembra l'inizio di una barzelletta, purtroppo non è così. Riuscirà questa risposta a placare la feconda curiosità degli studenti? Non credo proprio. Ma non importa.
Quel che conta è che l'individuo, finalmente libero da pregiudizi, potrà ritenersi esente da ogni omofobia e discriminazione. Il nostro insegnante prosegue la lettura dello stesso fascicolo. Si ferma poi, pensoso, su un'altra frase: «L'età avanzata, la tendenza all'autoritarismo, il grado di religiosità, di ideologia conservatrice, di rigidità mentale costituiscono fattori importanti nel delineare il ritratto di un individuo omofobo» (p. 11). Il nostro si sente attanagliato da frenetici dubbi: quali di queste cinque caratteristiche potrebbe riguardarmi da vicino? Ben presto, per ciascuna delle suddette caratteristiche a rischio di omofobia, trova un rimedio.
E pensa: farò più palestra per combattere l'età avanzata, sarò più accondiscendente per smussare la tendenza all'autoritarismo, frequenterò di meno la mia parrocchia per diminuire il grado di religiosità, sarò un po' più progressista per addolcire la posizione conservatrice, rinuncerò a qualche mio principio morale per attenuare la rigidità mentale. Alla fine, non sarò più omofobo, mai più. Ma appena giunge a simile conclusione gli viene da constatare che, in effetti, non lo è mai stato. Non ha mai spinto nessuno a rinunciare alla propria differenza. E quindi? In lui a questo punto irrompe un barlume di libertà, di quella libertà che cresce sul terreno di verità calpestate: non si precipita a chiudere il fascicolo per passare, impassibile, oltre, ma si prende la libertà di parlarne ad altri, di discuterne, di confrontarsi, di sentire ulteriori pareri.
Insomma, la libertà che oggi viene proposta sembra davvero una trappola: se la eviti, sei considerato un retrivo; se invece la pratichi assiduamente, puoi compiacerti di fronte al (tuo) modo di essere un uomo illuminato, all'altezza dei tempi. Ma ti inganni. Infatti, come da sempre gli umani sanno, la libertà non è gratuità. Non è "all inclusive", tutto compreso, e già pronta all'uso. Non è un bene di consumo. Non si lascia consumare perché ogni volta esige una riconquista. La libertà è una pratica della differenza.
© riproduzione riservata http://www.avvenire.it/Dossier/La%20questione%20gender/I%20commenti/Pagine/non-rassegnarsi-all-indifferenza.aspx
============================
«Decostruiamo i modelli»: il gender va in classe. Roberto Mazzoli. 21 settembre 2014, Non ha fatto in tempo a suonare la campanella d'inizio anno che alcune scuole si trovano già indirizzate in percorsi di lettura di "favole di genere" per bambini dai tre anni in su. Succede nella provincia di Pesaro dove è stato avviato il progetto "Adotta l'autore" dal titolo "Dalla parte delle bambine". «Vogliamo riflettere – scrivono i promotori – sugli stereotipi di genere ancora presenti in famiglia e a scuola, analizzare la letteratura dell'infanzia fornendo agli insegnanti strumenti utili a "decostruire" i modelli educativi di stampo discriminatorio ancora esistenti».
L'iniziativa coinvolge 400 insegnanti e quasi 10mila ragazzini e prevede una quota di 5 euro ad alunno a carico delle famiglie. Il progetto, curato dalla libreria "Le Foglie d'Oro" di Pesaro, gode del patrocinio dell'Ufficio scolastico provinciale, Regione, Provincia e vari comuni.
Ma sul percorso pesarese ci sono numerose perplessità come quella di Paolo Marchionni ed Emanuela Lulli di "Scienza&Vita" Pesaro, Fano e Urbino, secondo i quali «dietro un titolo politically correct si intravede l'idea di sdoganare l'ideologia gender». Per Angelo Crescentini, presidente provinciale della Federazione italiana scuole materne, «la realizzazione di progetti come questo deve essere confrontata con i detentori del diritto ad educare i figli, cioè i genitori». E sta già pensando ad un incontro pubblico su questi temi Franco Marini, dell'Ufficio Scuola dell'Arcidiocesi di Pesaro «perché – dice – la maggior parte dei docenti non conosce questa teoria».
Nel dibattito pesarese emerge la voce degli insegnanti come Samuele Giombi, preside del liceo "Torelli" di Fano: «La prevenzione di ogni comportamento prepotente a scuola – si domanda – passa necessariamente per l'assunzione di tesi gender?». Netta la posizione dell'A.Ge, Associazione italiana genitori. «Nel mese di luglio – sottolinea Ivana Staffolani, presidente A.Ge Marche – abbiamo deciso di approcciare l'argomento della teoria gender in Regione con una lettera, poiché essendo i progetti sull'affettività extra curricolari, debbono avere la preventiva approvazione dei genitori. L'Ufficio Scolastico delle Marche non ci ha risposto».
In un comunicato stampa alcuni sponsor dell'iniziativa tra i quali Provincia, Comune di Pesaro e Ufficio scolastico provinciale scrivono: «Il tema è stato frainteso e non ha nulla a che vedere con la filosofia gender né si propone di decostruire il maschile e femminile». La replica arriva dal settimanale interdiocesano Il Nuovo Amico: «Nessun fraintendimento, piuttosto al convegno di presentazione abbiamo ravvisato un uso frequente di concetti della "teoria gender", ad esempio nella presentazione del progetto "La scuola fa la differenza", dell'associazione "Scosse" con tanto di spot del catalogo di fiabe per "bambin*". Qui si può leggere la storia di una famiglia voluta da due mamme, con quattro bambini e tre gatti o il "Catalogo dei genitori" da cui scegliere una nuova famiglia secondo il proprio gusto».
© riproduzione riservata http://www.avvenire.it/Dossier/La%20questione%20gender/La%20cronaca/Pagine/Decostruiamo%20i%20modelli%20%20E%20il%20gender%20torna%20in%20classe%20.aspx
============================
Il direttore risponde. Quei (doppi) sganassoni di parole che si cerca inutilmente di nobilitare. Marco Tarquinio. 2 maggio 2014. Caro direttore, dopo l'articolo di "Avvenire" che ha sollevato il caso sulla stampa nazionale ho voluto leggerne altri pubblicati su vari quotidiani a proposito della denuncia sporta da due associazioni per il libro di Melania Mazzucco "Sei come sei" fatto leggere agli studenti ginnasiali del liceo Giulio Cesare di Roma. Confesso che mi ha colpito il tenore minimizzante e fuorviante della maggior parte degli articoli a proposito dei contenuti controversi (fecondazione eterologa, coppie omogenitoriali etc.) oltre che, in qualche passaggio, francamente osceni ivi proposti. Tranne un giornalista della "Stampa", Tosatti, nessuno ha avuto il coraggio di riportare nella sua crudezza il brano particolarmente esplicito che descrive in termini compiaciuti il rapporto orale tra «il muscoloso ruvido stopper della squadra dell'oratorio» e «Giose». Capisco che è roba forte, ma a mio parere andrebbe rilanciato senza troppe reticenze per far capire ai buonisti e agli pseudo-miti fautori del «dialogo inclusivo» che livello di lettura è stato proposto agli studenti dei primi anni del liceo. È una questione non certo di pruderie o confessionale né tantomeno partitica (alla larga dalle tristi e misere manifestazioni di intolleranza dispiegate da certi estremisti), ma di rispetto delle elementari conoscenze delle fasi evolutive e di maturazione psico affettiva degli studenti stessi che si deve reagire con pacata fermezza a quel tipo di proposte. Forse anche i genitori più "progressisti" di adolescenti liceali, dopo la effettiva conoscenza di quanto è stato propinato, si farebbero due domande in più sull'opportunità di far leggere contenuti di quel tipo con la scusa della educazione alla diversità. Tra l'altro, oltre al rischio di una mera induzione a comportamenti imitativi di stampo omosessuale, in una età tipicamente omoaffettiva che nulla ha da spartire con l'orientamento omosessuale, quel tipo di lettura rischia di innescare vera sessuofobia piuttosto che omofobia: ragazzi potrebbero reagire davvero con schifo a certe descrizioni, confondendo i comportamenti con le persone e comunque non integrando armonicamente la gestione delle inevitabili pulsioni sessuali con la loro opportuna guida e interpretazione. Queste considerazioni, per quanto mi riguarda, vanno di pari passo con una chiara presa di distanza da manifestazioni politiche estremistiche, che risultano un boomerang facilmente utilizzabile da chi si trincera per difendersi dalla denuncia dietro al mantra del «razzismo fascista e omofobico». La natura prepartitica, preconfessionale, puramente antropologica del convincimento di una realtà dell'essere umano che è segnato dalla differenza sessuale, chiamato alla relazione e di cui la sessualità maschile e femminile in comunione stabile e fedele rappresenta la più luminosa immagine, oltre che la difesa della sacrosanta libertà educativa dei genitori sono la vera pars construens da salvaguardare e promuovere in questo momento di gendercrazia imperante.
Chiara Atzori, medico,
Caro direttore,
sono insegnante, genitore di 8 figli, nonno di 3 nipoti. Voglio farle sapere che ho apprezzato molto l'editoriale di Luciano Moia sulla vicenda della cosiddetta "educazione sessuale" al Liceo "Giulio Cesare" di Roma. Piena condivisione. Di contro, mi ha lasciato davvero di stucco l'intervista rilasciata a "Repubblica" dal ministro Giannini, la quale approva apertamente l'iniziativa dei docenti del liceo romano, pur ammettendo candidamente di non aver letto il libro in questione. Come può un ministro dell'Istruzione in modo così leggero di fronte a una questione di delicatissima rilevanza educativa? Come si può formulare un giudizio senza la conoscenza dei fatti e delle parole? Pare più una difesa "a priori", quindi ideologica. Eppure, mi verrebbe da chiedere al ministro se ai suoi figli – all'età di 14-15 anni – farebbe davvero leggere tranquillamente i particolari oggettivamente pornografici presenti nel testo utilizzato. E voglio ribadire che qui l'omofobia non c'entra proprio per nulla: poteva anche trattarsi di una scena tra eterosessuali, il problema è l'opportunità – da parte della Scuola – di proporre un testo simile a dei quindicenni. Sulla questione della sessualità oggi noi viviamo un problema drammatico, che ha già ora – ma avrà ancor più in futuro – ripercussioni antropologiche e sociali pesantissime: la scissione ormai completa tra sessualità e amore. Se il ministro dell'Istruzione non comprende questo fenomeno e le sue gravi implicazioni, se ritiene davvero che si possa educare a una sessualità matura attraverso racconti con concessioni alla pornografia, io credo che siamo davvero allo sbando totale. E ne sono molto preoccupato, per i nostri figli e i nostri nipoti.
Carlo Dionedi, insegnante
Egregio direttore,
chi scrive è un militante romano di Forza Nuova. Mi sorprende come, nell'articolo apparso on line su "Avvenire.it" in data 29 aprile sui fatti del liceo Giulio Cesare di Roma, abbiate additato come "omofobi" gli striscioni di protesta di Forza Nuova, che ha al secondo punto degli otto fondamentali che ne costituiscono la dottrina politica la tutela dell'unico modello di famiglia accettabile, quella naturale, e la promozione di politiche per la crescita demografica. Liquidare l'azione pacifica dei nostri ragazzi davanti al liceo Giulio Cesare come riconducibile a una logica di contrapposizione ideologica e di opposti estremismi è riduttivo e falso, degno di bassa propaganda da circolo Mario Mieli. Noi e i nostri militanti più giovani siamo andati lì per chiedere che nelle nostre scuole si adotti una pedagogia esaltatrice delle differenze fra maschio e femmina, nei rispettivi ruoli sociali e spirituali; chiediamo che le nostre scuole non diventino luoghi per coltivare una gioventù apolide, acefala e sessualmente confusa, a uso e consumo di un sistema consumistico. La nostra, ovviamente, non era un'aggressione omofoba (termine tra l'altro dall'incerta etimologia), ma un grido di appello alle coscienze, anche e soprattutto di quei cattolici che, talvolta, sembrano essere troppo assopiti e tolleranti verso quello che è, in tutta evidenza, un piano diabolico per estirpare definitivamente il rapporto col sacro dalla vita dei nostri giovani.
Francesco Santarelli

http://www.avvenire.it/Dossier/La%20questione%20gender/I%20commenti/Pagine/quei-doppi-sganassoni-di-parole.aspx
C'è una stessa domanda che si articola dalla lettera della dottoressa Atzori a quella del professor Dionedi, entrambe ricche di profonde riflessioni. La "traduco" così: è ancora possibile in questo Paese, nel mondo mediatico e persino al Ministero dell'Istruzione, affrontare un tema per ciò che esso è, e non per ciò che si decide che debba essere? È possibile che ci si liberi dai recinti di comodo alzati da gruppi di pressione e maestrini del politicamente corretto e si entri nel merito delle questioni? La realtà del "caso Giulio Cesare" è, sfrondata delle chiacchiere inutili, molto semplice: insegnanti ginnasiali hanno assegnato a dei quindicenni di un liceo romano la lettura un libro che si segnala per il suo clima e suoi contenuti "forti", in particolare (ma non solo) un passaggio che descrive nel dettaglio un rapporto orale omosessuale maschile (su "Avvenire" pur ponendo sin da domenica scorsa il problema, cara dottoressa Atzori, abbiamo deciso di non pubblicare il testo integrale e non me ne pento). Tra questi studenti c'è chi non ci sta, lo dichiara in classe e ne subisce le conseguenze. Si muovono alcune famiglie, s'innesca una vicenda di denunce. Sul piano penale, che non mi appassiona e che non sta a me giudicare. È sul piano civile, che invece mi appassiona e mi interessa molto. Ma quasi tutti e quasi ovunque, con rare e felici eccezioni, parlano e scrivono senza fare riferimento al dato di realtà, e si concentrano su una pretesa volontà di "censura" e, manco a dirlo, su una necessaria pulsione "omofoba" in chi osa obiettare di fronte alla discutibile (e ci mancherebbe che non si potesse discuterla!) iniziativa assunta nella scuola di tutti. Luciano Moia, ieri, ha già argomentato efficacemente su quest'ultimo punto e, dunque, non ci torno su. Ma il girare al largo dal cuore della questione, il risolverla in un peana alla "libera letteratura" è ridicolo e fuorviante. Qui si parla di educazione. E di appropriatezza dei mezzi. Faccio solo un esempio, e nulla più (anche perché gli esempi potrebbero essere diversi e tutti efficaci). Ma parlare di omosessualità, se proprio di questo si voleva trattare in classe, come sobriamente toccò anche a me quasi 40 anni fa con un entusiasta e assai profondo professore, leggendo e studiando di Saffo sarebbe stato così disdicevole e "vecchio"? O affrontarla attraverso la grandezza e la sofferenza dell'altissima poesia di García Lorca? Chi è, insomma, autorizzato ad assestare dalla cattedra "sganassoni di parole" che non tutti (fortunatamente) accettano? Vengo infine a lei, signor Santarelli, e alla sua formale protesta. Posso solo confermarle che certi striscioni e slogan del suo gruppo politico sulle persone omosessuali li ho trovati e li trovo indecenti. E questo anche e soprattutto per i grandi valori ai quali si dichiara di voler fare riferimento (famiglia, vita…). Princìpi che sono sempre radicati – e tanto più per chi si considera cristiano e cattolico – in una luminosa e accogliente concezione della persona umana qualunque condizione essa viva. Considero, tanto per esser chiaro, certe parole d'ordine sinistramente irridenti di Forza Nuova solo un altro modo per assestare "sganassoni di parole". Inaccettabili. E mi creda è davvero inutile – proprio come quegli altri – provare a nobilitarli. © riproduzione riservata
=========================
Repubblica Ceca: proprietario di hotel multato per aver rifiutato clienti russi.
Il proprietario dell'Hotel Brioni nella città ceca di Ostrava è stato multato di 2270 dollari per aver rifiutato di accogliere dei cittadini russi. La notizia è stata riportata dai media locali.
Il rappresentante statale dell'ispezione del commercio ha spiegato che il proprietario dell'hotel discriminava i cittadini in base alla loro appartenenza a uno Stato piuttosto che ad un altro, e per questo è stato punito con il massimo della multa. Il suo ricorso contro la decisione del tribunale è stato respinto. Nel mese di marzo, il proprietario dell'hotel Brioni aveva appeso sulle porte il cartello con le informazioni sul divieto di soggiorno nei confronti dei cittadini russi. In questo modo, aveva voluto esprimere la sua protesta contro l'annessione della Crimea alla Russia. Il suo atto aveva provocato la condanna del pubblico.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_06/Repubblica-Ceca-proprietario-di-hotel-multato-per-aver-rifiutato-clienti-russi-6542/

Ancora bombe su una scuola di Donetsk, uccisi due studenti. Scuola bombardata a Donetsk, 5 novembre, Scuola bombardata a Donetsk, 5 novembre. Pavel Astakhov, sottosegretario alla presidenza russa sui diritti dei bambini, ha definito la politica del presidente dell'Ucraina Petr Poroshenko "brutale e spietata" dopo il bombardamento di una scuola a Donetsk da parte delle forze di sicurezza ucraine.
Secondo Astakhov, Poroshenko "si è assicurato un posto all'inferno."
In precedenza l'organizzazione internazionale a difesa dei diritti umani Amnesty International aveva chiesto un'indagine immediata e imparziale sullo sconcentante accaduto.
Nella giornata di ieri a seguito dell'esplosione di una granata nel campo sportivo di una scuola, sono rimasti uccisi 2 studenti, mentre altri 3 sono stati feriti.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_06/Mosca-definisce-disumana-la-politica-di-Poroshenko-dopo-bombardamento-scuola-a-Donetsk-6654/

Per Mosca l'esercito ucraino è responsabile del bombardamento della scuola di Donetsk. Gli investigatori russi hanno stabilito che la scuola di Donetsk è stata bombardata dalle forze di sicurezza ucraine su ordine del ministero della Difesa e sotto il comando della Guardia Nazionale.
Come indicato dal Comitato Investigativo della Federazione Russa, che ha aperto un'indagine penale, a seguito del bombardamento hanno perso la vita 2 bambini, mentre altri 3 sono rimasti feriti; l'attacco è stato condotto con armi pesanti.
Con queste azioni sono state violate alcune convenzioni internazionali e il protocollo di pace Minsk.
La missione speciale di osservazione dell'OSCE ha dichiarato di essere a conoscenza del bombardamento della scuola e delle vittime ed al momento sta verificando queste informazioni.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_06/Per-Mosca-lesercito-ucraino-e-responsabile-del-bombardamento-della-scuola-di-Donetsk-1451/

L'hacker russo Vladimir Drinkman, che è stato estradato dall'Olanda negli Stati Uniti, [[ è giusto che sia punito! ]] potrebbe essere condannato da un tribunale degli Stati Uniti al carcere a vita. Lo ha dichiarato il suo avvocato, secondo cui il Governo ha stimato i danni causati dall'hacker pari a 80 miliardi di dollari. Secondo gli organi investigativi americani, quattro cittadini della Russia, Vladimir Drinkman, Alexandr Kalinin, Roman Kotov e Dmitry Smilyanets, così come il cittadino ucraino Mikhail Rytikov, hanno rubato 160 milioni di numeri di carte di credito e di carte di debito.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_06/Stati-Uniti-hacker-russo-rischia-il-carcere-a-vita-3712/
===============
Grushko: la NATO cerca di rimuovere la responsabilità da Kiev
Le dichiarazioni della NATO circa l'attività militare russa sono un tentativo di rimuovere le responsabilità di Kiev per il mancato rispetto degli accordi di Minsk. Questa opinione è stata espressa dal rappresentante permanente della Russia presso la NATO Alexander Grushko.
Secondo Grushko, tali dichiarazioni giustificano anche l'ulteriore espansione della presenza militare dell'Alleanza in Europa Centrale e Orientale. In precedenza, il Segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg aveva parlato di movimenti da parte delle truppe russe al confine dell'Ucraina. "Queste dichiarazioni non sono supportate da alcun fatto" ha detto Grushko. Così l'inviato ha aggiunto che la NATO dovrebbe incoraggiare Kiev al dialogo con i rappresentanti di Donbass per mostrare interesse per la stabilizzazione della situazione in Ucraina.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_06/Grushko-la-NATO-cerca-di-rimuovere-la-responsabilita-da-Kiev-0896/
La Russia non parteciperà alla preparazione del vertice sulla sicurezza nucleare nel 2016 negli Stati Uniti. Invece, Mosca si concentrerà sul rafforzamento della cooperazione nel quadro dell'AIEA, l'Associazione Internazionale per l'Energia Atomica. Lo ha dichiarato il Ministero degli Esteri russo.
Al Ministero sono preoccupati per il concetto offerto da Washington riguardante la preparazione del vertice, che coinvolge i "diritti speciali per Stati Uniti, Corea del Sud e Paesi Bassi a causa di palese discriminazione nei confronti degli altri partecipanti, la maggior parte dei quali saranno esclusi dalla partecipazione allo sviluppo dei documenti finali".
http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_06/La-Russia-si-concentrera-sul-lavoro-nell-ambito-dellAIEA-7442/
Le sanzioni introdotte dall'Unione Europea non hanno portato ai risultati sperati da Bruxelles. "Lo stato d'animo nella società russa dopo l'istituzione delle sanzioni ha portato sulla via della solidarietà e del sostegno alla leadership russa" ha detto in un'intervista a Reuters il Primo Ministro ceco Bohuslav Sobotka.
Egli ritiene che la UE debba tornare sulla questione dell'opportunità di cambiare il regime di sanzioni contro la Russia nella primavera del 2015. Le date dipenderanno principalmente dallo stato delle relazioni tra Ucraina e Russia.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_06/Sobotka-le-sanzioni-UE-non-hanno-colpito-il-bersaglio-0497/
======================
Marco Fontana, 5 novembre 2014, L'abbraccio mortale dell'Ue porta l'Italia all'estinzione
Un altro invidiabile record italiano, comunicato proprio in questi giorni: si attesta al 49% circa il peso delle tasse e degli oneri parafiscali sui prezzi di gas ed elettricità. Una delle cifre più elevate d'Europa. Secondo la Cgia di Mestre a ogni euro di consumo quasi la metà va in tasse.

E nonostante questa e altre imposizioni fiscali (sul reddito, sul patrimonio etc.) il debito pubblico continua a lievitare: la Commissione europea dice che nel 2014 sarà pari al 132,2% del Pil e raggiungerà il picco nel 2015 con il 133,8%. E allora, quanto influiscono le decisioni dell'Ue sulla decrescita e sulla crisi infinita che le famiglie italiane stanno patendo? La Voce della Russia ha chiesto all'economista Paolo Turati di fornirci lumi al riguardo.

- L'Italia è in caduta libera a livello economico-finanziario; le cause sono internazionali?
- La crisi dell'Italia è dovuta anzitutto a cause interne. Non si spiegherebbe altrimenti come mai mercati concorrenti hanno fatto registrare una crescita, mentre il nostro ha perso il 25% in 10 anni. Oggi il nostro Paese è in una fase di resistenza e sta dando fondo a quelle storiche riserve culturali, imprenditoriali, economiche che ci hanno reso grandi nel passato. I nostri governi preferiscono erodere il risparmio che dal dopoguerra abbiamo accumulato di generazione in generazione, invece di intervenire facendo delle vere riforme vere, per prima quella fiscale. Comunque, l'Unione Europea con la sua intransigenza concorre ampiamente alla nostra Waterloo finanziaria ed economica.

- Quanto potrà durare questa crisi?
- Vi sono numerosi scenari: ad esempio vi potrebbe essere una recessione prolungata, come quella che sta vivendo il Giappone, in cui la congiuntura sfavorevole dura da vent'anni e dalla quale i nipponici stanno tentano solo oggi di uscire grazie a un'aggressiva politica di autonomia monetaria. Si potrebbe anche scegliere di aggrapparsi alla speranza di non fare nulla confidando in una ripresa internazionale che ci traini con sé, ma è un'idea utopistica che forse ci farebbe più male che bene. La cosa peggiore, credo, è continuare a confidare nell'Unione europea. Le regole che ci vengono imposte da essa sono così tante e contradditorie da mettere l'Italia in una condizione pressocché definitiva di "non ritorno".

- Il contesto europeo è così dannoso?
- Basta un esempio: gli stress test che sono stati adottati dall'Ue per giudicare il sistema bancario europeo. Tutto il sistema bancario è stato parametrato su criteri esclusivamente tedeschi. Non è che la bocciatura di Monte Paschi e Carige denoti insolvenza, anzi entrambi gli istituti bancari rispettano i parametri fissati da Banca d'Italia e Banca Europea per la percentuale di depositi. Ipotizzare, come è stato fatto, una crisi economica eccezionale che andasse a sommarsi a quelle del 2008 e 2011 è un controsenso. Sicuramente una nuova crisi di quell'entità non creerebbe problemi solo s queste due banche, ma più in generale al sistema del credito nella maggioranza degli Istituti nazionali ed europei.

- Conseguenze?
- Con lo stress test abbiamo due grandi banche italiane, ricapitalizzate da pochi mesi seguendo le disposizioni della Banca d'Italia, che si vedono imposto un nuovo sacrificio, il quale – sia chiaro – va tutto a danno degli azionisti da un lato e dei risparmiatori dall'altro. Questi ultimi non possono che spaventarsi di fronte alla diffusione di tali notizie, non comprendendo a fondo come il sistema in verità sia solido, molto più solido di quello di altri Paesi. Se si aggiunge, come detto, che per venire incontro al rispetto dei parametri europei queste banche bloccheranno il credito verso terzi, i danni saranno enormi. Purtroppo è un dato che il sistema del credito italiano oggi sia sovracapitalizzato di oltre 23 miliardi: denaro sottratto agli investimenti.

- È solo colpa delle decisioni dell'Ue?
- Come risposta basta un dato: 15 anni fa la Borsa italiana era la quinta nel mondo, 10 anni fa la decima e oggi la ventesima. In questa classifica la Germania ha ceduto solo una posto, la Francia due. Quindi la causa principale è certamente da imputare alle scelte politiche italiane e in particolare alla tendenza a rincorrere i parametri imposti dalla Troika anche quando portano danni irreparabili all'economia reale dell'Italia. Poi a seguire ci sono le responsabilità dell'euroburocrazia comunitaria.

- Quindi l'Italia ha svenduto la propria sovranità popolare?
- Molto peggio. Come detto recentemente da Burlando, oggi con un tozzo di pane un investitore estero può comprarsi due dei nostri più importanti istituti di credito o fare incetta di imprese. Credo che a questo sarà difficile porre rimedio, soprattutto perché stiamo giocando una partita difficilissima con la globalizzazione essendo in netto ritardo rispetto ad altri Paesi.

- Quale vie di uscita vede?
- L'unica è creare una sinergia utilitaristica con Spagna e Francia, che come noi hanno sofferto fortemente le imposizioni tedesche. Una zona di influenza mediterranea è la sola evoluzione possibile dell'area euro sia in termini economici che politici. È necessario tutelare le nostre aziende, tornare all'autodifesa economica. Vorrei ricordare che negli ultimi 7 anni l'Italia ha perso 500 aziende con grandi brand Made in Italy, senza trovare contropartite estere dello stesso rilievo. Si tratta di una situazione raccapricciante che mostra un Paese destinato all'estinzione.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_11_05/L-abbraccio-mortale-dell-Ue-porta-l-Italia-all-estinzione-1094/
=======================
SE SARANNO TUTTI DACCORDO? ALLORA SONO PASSATI TUTTI DA JABULLON! ] Federica Mogherini in Polonia, "cercare canali di contatto con la Russia". Federica Mogherini, in visita in Polonia, ha detto che per cercare una via d'uscita alla crisi in Ucraina, l'Unione Europea non deve soltanto esercitare pressione sulla Russia, ma anche cercare dei canali di interazione con lei. [ QUESTO DISCORSO DEL FRUSTINO E DELLA CAROTA: QUANDO LA GUERRA MONDIALE è STATA DECISA MOLTI DECENNI FA: è QUALCOSA DI RACCAPRICCIANTE, DI QUELLO CHE, è LA HOLLYWOOD DEI FARISEI ANGLO-AMERICANI, CHE, HANNO DECRETATO LA DISTRUZIONE DI ISRAELE! ] Nel corso della conferenza stampa congiunta, condotta con il ministro degli esteri polacco, Grzegorz Schetyna, la Mogherini ha aggiunto: "Dobbiamo premere sulla Russia, ma allo stesso tempo cercare un canale di negoziazione che possa portare a raggiungere una decisione comune e tuteli l'unità territoriale dell'Ucraina".
Per quanto riguarda le nuove sanzioni, la Mogherini ha specificato che la decisione verrà presa nel corso di un'assemblea a Bruxelles il prossimo 17 novembre e la decisione se applicare o no altre sanzioni deve incontrare il consenso di tutti i 28 paesi membri. http://italian.ruvr.ru/news/2014_11_06/279691767/
================
12345
La NATO spinge l'Europa al confronto con la Russia.
La NATO sta intensificando la propria attività presso i confini occidentali della Russia. Ciò non renderà Mosca più arrendevole ma ridurrà l'efficacia della lotta comune contro le minacce reali.

La "Commissione dell'ultima chance" prova a salvare l'Europa.
Jean-Claude Juncker, capo del supremo organo del potere esecutivo dell'Ue, ha chiamato il suo team "commissione dell'ultima chance" intendendo il crescente numero delle sfide sociali e politiche che si trovano di fronte all'Europa unita.

Il Congresso USA rinuncia ad Obama.
Alle elezioni intermedie del 4 novembre i repubblicani hanno riconquistato completamente ad Obama il Congresso USA. Alla propria maggioranza nella camera dei rappresentanti hanno aggiunto anche la maggioranza al Senato.
=====================
05/11/2014. PAKISTAN - STOP CRIMINAL SHARIAH STOP CRIMINAL SHARIAH STOP CRIMINAL SHARIAH ISLAM Vescovo di STOP CRIMINAL SHARIAH STOP CRIMINAL SHARIAH ISLAMabad: Coppia bruciata viva, una barbarie protetta da un colpevole silenzio
di Jibran Khan - Shafique Khokhar. Shahzad Masih, di 28 anni, e la moglie Shama, 25enne, avevano quattro figli e la donna era incinta. A lanciare l'accusa il datore di lavoro di Shahzad; almeno 400 persone hanno assaltato, colpito e dato alle fiamme i corpi dei due giovani. Attivisti cristiani: ennesimo abuso delle leggi sulla blasfemia.
Lahore (AsiaNews) - "Un fatto tragico. Attaccare e bruciare vivi due innocenti sulla base di mere illazioni è una presa in giro del sistema giudiziario". Così il vescovo di STOP CRIMINAL SHARIAH STOP CRIMINAL SHARIAH ISLAMabad/Rawalpindi mons. Rufin Anthony descrive ad AsiaNews il brutale assassinio di una giovane coppia cristiana, genitori di quattro figli, lapidati e poi bruciati vivi. I due sono stati prelevati e giustiziati da una folla inferocita di almeno 350-400 persone, aizzata da un leader religioso locale per una presunta vicenda di blasfemia. Il fatto è avvenuta ieri in un mattonificio del distretto di Kasur, a circa 60 km da Lahore, nella provincia pakistana del Punjab; finora la polizia avrebbe fermato almeno 45 persone per interrogatorio, ma non vi sono incriminazioni ufficiali. "In passato abbiamo visto folle - aggiunge il prelato - esercitare pressioni e farsi giustizia da sé, mentre i leader religiosi si sono ben guardati dall'esprimere parole di condanna. Anzi, hanno quasi incentivato la vendetta personale. Se fossero stati presi opportuni provvedimenti in passato, forse questa barbarie sarebbe stata scongiurata".
Le vittime sono Shahzad Masih, di 28 anni, e la moglie Shama, 25enne e incinta, già genitori di quattro bambini. La coppia si è trasferita quattro anni fa nel villaggio di Chak 59, perché l'uomo aveva trovato un impiego nella fabbrica di mattoni di un musulmano, Yousaf Gujjar. A scatenare la follia omicida una vicenda legata alla famigerata "legge nera": domenica 2 novembre la donna avrebbe bruciato alcuni resti e oggetti del padre defunto, fra cui pezzi di carta. Uno dei lavoratori ha accusato Shama di aver dato alle fiamme pagine del Corano, accusandola di blasfemia, anche se in realtà si trattava solo di pagine relative a "incantesimi e formule magiche".
A questo si aggiunge anche un piccolo debito che il giovane cristiano aveva contratto in passato con il datore di lavoro, e che non era ancora riuscito a saldare poiché nelle ultime settimane era stato ammalato e non aveva potuto lavorare a tempo pieno. Per questo il 1 novembre il padrone musulmano, assieme a un piccolo gruppo di amici, aveva fatto irruzione nella casa di Masih e lo aveva picchiato in modo brutale. 
Il giorno successivo marito e moglie sono stati sequestrati e rinchiusi in una stanza nei pressi del mattonificio. La mattina del 4 novembre Yousaf Gujjar ha annunciato alla locale moschea che la coppia cristiana aveva commesso il reato di blasfemia, innescando la reazione della folla che ha prima lapidato a colpi di mattone, quindi bruciato i corpi dei due.
I quattro figli della coppia si trovano al momento in una località sconosciuta e non si hanno notizie circa la loro sorte. Gli autori della brutale violenza sono fuggiti, facendo disperdere le proprie tracce.
Leader religiosi cristiani, attivisti pro diritti umani e membri della società civile pakistana esprimono orrore e sconcerto per quanto avvenuto ieri a Lahore. Peter Jacob, già segretario esecutivo di Giustizia e Pace della Chiesa cattolica pakistana, parla di "brutalità che getta un'ombra sulla nazione" e manifesta "tutto il cordoglio alla famiglia delle vittime", auspicando che il governo "garantisca una volta per tutte sicurezza alle minoranze". P. Bonnie Mendes, sacerdote e attivista di primo piano, avverte: "Fino a che gli assassini potranno cavarsela impuniti, questi gesti continueranno a succedere" e lancia un monito all'esecutivo perché compia maggiori sforzi. "Non è questione di garantire sicurezza - aggiunge - ma di incriminare per omicidio quanti si sono resi responsabili dell'uccisione della coppia cristiana".
Una personalità attiva nel settore dei diritti umani, dietro anonimato, dopo aver visto la scena del crimine sottolinea che "ora non c'è più alcun bisogno di prove in merito all'insicurezza dei cristiani in Pakistan". Egli afferma inoltre che "non servono più elementi per dimostrare che vi è un abuso delle leggi sulla blasfemia. La folla ha ucciso anche il bambino innocente nel grembo di Shama - conclude - che era incinta. Non posso certo dire di scorgere un futuro brillante per i cristiani in Pakistan".
Con più di 180 milioni di abitanti (di cui il 97% professa l'STOP CRIMINAL SHARIAH STOP CRIMINAL SHARIAH ISLAM), il Pakistan è la sesta nazione più popolosa al mondo ed è il secondo fra i Paesi musulmani dopo l'Indonesia. Circa l'80% è musulmano sunnita, mentre gli sciiti sono il 20% del totale. Vi sono inoltre presenze di indù (1,85%), cristiani (1,6%) e sikh (0,04%). Decine gli episodi di violenze, fra attacchi mirati contro intere comunità (Gojra nel 2009 o alla Joseph Colony di Lahore nel marzo 2013), luoghi di culto (Peshawar nel settembre scorso) o abusi contro singoli individui (Sawan Masih e Asia Bibi, Rimsha Masih o il giovane Robert Fanish Masih, anch'egli morto in cella), spesso perpetrati col pretesto delle leggi sulla blasfemia.
===================
11/05/2014. PAKISTAN - STOP CRIMINAL SHARIAH STOP CRIMINAL SHARIAH ISLAM, Bishop of STOP CRIMINAL SHARIAH STOP CRIMINAL SHARIAH ISLAMabad: Couple burned alive, barbaric act shrouded by a guilty silence
by Jibran Khan - Shafique Khokhar
Shahzad Masih, 28, and his wife, Shama, 25, had four children and the woman was pregnant. Accusation made by Shahzad's employer; at least 400 people attacked, shot and burned the bodies of the young couple. Christian activists: yet another abuse of the blasphemy laws.
Lahore (AsiaNews) - "A tragic event. Attacking and burning alive two innocent people on the basis of mere allegations is a mockery of the judicial system". So the bishop of STOP CRIMINAL SHARIAH STOP CRIMINAL SHARIAH ISLAMabad / Rawalpindi Msgr. Rufin Anthony comments to AsiaNews about the brutal murder of a young Christian couple, parents of four children, stoned and then burned alive.
The two were dragged away and executed by an angry mob of at least 350-400 people, incited by a local religious leader over an alleged episode of blasphemy. The event took place yesterday in a brickyard in the Kasur district, about 60 km from Lahore, the Pakistani province of Punjab; so far the police have detained at least 45 people for questioning, but no official charges have been laid.
"We have witnessed in the past that mobs have been pressuring and taking the law in their own hand - adds the prelate -, such incidents were not condemned by the religious leaders which has encouraged this mob to take the law in their hands. If some concrete action would have been taken in the past such barbaric incident could have been averted".
The victims are Shahzad Masih, 28, and his wife, Shama, 25, who was pregnant. The couple were the parents of four children and had moved four years ago to the village of Chak 59, because the man had found work in the brick factory of a Muslim Gujjar Yousaf. The killing spree was sparked by a story related to the infamous "black law": On Sunday, November 2 the woman was accussed of having burned the material that had belonged to her late father, including pieces of paper. One of the workers accused Shama of having burned pages of the Koran, accusing her of blasphemy, although in reality it was just some papers and amulets.
Added to this is a small debt which the young Christian had contracted in the past with his employer.  He was unable to repay the debt because illness had prevented him from working full time. This is why on November 1 his Muslim boss, along with a small group of friends, broke into the Masih house of and beat him brutally.
The next day the husband and wife were kidnapped and locked up in a room near the brickyard. On the morning of November 4, Yousaf Gujjar announced in the local mosque that the Christian couple had committed the crime of blasphemy, triggering the reaction of the crowd that first stoned them with bricks, and then burned the bodies.
The couple's four children are currently at an unknown location and we have no information about their fate. The authors of the brutal violence have fled.
Christian religious leaders, human rights activists and members of Pakistani civil society have expressed horror and dismay at what happened yesterday in Lahore.
Peter Jacob, former executive secretary of the Justice and Peace Commission of the Catholic Church of Pakistan, speaks of "brutality that casts a shadow over the nation" and expresses "condolences to all the families of the victims", expressing the hope that the government "ensure once and for all security minorities". Fr Bonnie Mendes, a priest and prominent activist, warned: "As long as the murderers go unpunished, these actions will continue to happen," and warned the executive to make a greater effort. "It's not a question of ensuring security - he adds - but to indict for murder those who were responsible for the killing of the Christian couple."
A personality active in the field of human rights, behind anonymity, after seeing the crime scene said that "now there is no need for proof of the insecurity of Christians in Pakistan." He also states that "we no longer need evidence to show that there is an abuse of the blasphemy laws. The mob also killed the innocent child in Shama's womb - he concludes - she was pregnant. I can not say I see a bright future for Christians in Pakistan".
With a population of more than 180 million people (97 per cent Muslim), Pakistan is the sixth most populous country in the world, the second largest Muslim nation after Indonesia.
About 80 per cent of Muslims are Sunni, whilst Shias are 20 per cent. Hindus are 1.85 per cent, followed by Christians (1.6 per cent) and Sikhs (0.04 per cent).
Scores of violent incidents have occurred in recent years, against entire communities (Gojra in 2009, and Joseph Colony, Lahore, in March 2013), places of worship (Peshawar, September last year) and individuals ( Sawan Masih, Asia Bibi, Rimsha Masih and Robert Fanish Masih, who died in prison), often perpetrated under the pretext of the country's blasphemy laws.
================
05/11/2014
PAQUISTAN - STOP CRIMINAL SHARIAH ISLAM. Obispo de STOP CRIMINAL SHARIAH STOP CRIMINAL SHARIAH ISLAMabad: pareja quemada viva, una barbarie protegida por un culpable silencio
de Jibran Khan - Shafique Khokhar
Shahzad Masih, de 28 años y la mujer Shama, de 25, tenían 4 hijos y la mujer estaba embarazada. Quien los acusó fue el patrón de su trabajo de Zhahzad; al menos unas 400 personas los han atacado, golpeado y los quemaron vivos. Los activistas cristianos hablas de un enésimo abuso de la ley de la blasfemia.
Lahore (AsiaNews)- "Un hecho trágico. Atacar y quemar vivos a dos personas inocentes sobre la base de meras ilaciones es una burla al sistema judicial". Así lo declaró el obispo de STOP CRIMINAL SHARIAH STOP CRIMINAL SHARIAH ISLAMabad/ Rawalpindi,  mons. Rufin Anthony que describe al atentado a AsiaNews, brutal asesinato de una joven pareja de cristianos, padres de 4 hijos, lapidados y luego quemados vivos. Los dos fueron apresados por una multitud enfurecida de la menos 350-400 personas, guiadas por un líder religiosos local por una presunta cuestión de blasfemia. El hecho sucedió ayer en una fábrica de ladrillos del distrito de Kasur, a unos 60 km de Lahore, en la provincia paquistaní del Punjab; hasta ahora la policía habría detenido a unas 45 personas para interrogarlas, pero no fueron incriminadas oficialmente. "En el pasado hemos visto gentíos- agrega el prelado-  ejercitar presiones y hacer justicia con sus propias manos, mientras que los líderes religiosos se cuidaron mucho de emitir algún tipo de condena. Es más, aumentaron el deseo de venganzas personales, quizás esta barbarie hubiese podido ser evitada, si se hubiesen tomado oportunas medidas.
Las víctimas son Shabzad Masih, de 28 años y su mujer Shama de 25 años que estaba embarazada. La pareja se había transferido al pueblo de Chak 59, porque el hombre había encontrado trabajo en la fábrica de ladrillos de un musulmán, Yousaf Gujfar. La locura homicida se desencadenó por una cuestión que tiene que ver con la famosa ley sobre la blasfemia ("ley negra"). El domingo 2 de noviembre, la mujer habría quemado algunas cosas de su padre difunto, entre los cuales algunos papeles. Uno de los trabajadores acusó a Shama de haber quemado algunas páginas del Corán, acusándola de blasfemia, si bien en realidad se trataban de páginas relacionadas con "hechizos y fórmulas mágicas".
A esto se agrega que el joven tenía una pequeña deuda con su patrón, y que todavía no había logrado pagar, porque en las últimas semanas había estado enfermo y no pudo trabajar. Por esto el 1 de noviembre, el patrón musulmán, junto a un pequeño grupo de amigos, irrumpió en la casa de Masih y le pegó en modo brutal.
El día sucesivo el marido y la esposa fueron secuestrados y encerrados en una habitación cerca de la fábrica. En la mañana del 4 de noviembre, Yousaf Gujfar anunció en la mezquita que la pareja había cometido el reato de blasfemia, dando inicio a una reacción de la gente, que antes los lapidaron con los ladrillos, y luego los quemaron a ambos.
Los 4 hijos de la pareja se encuentran por el momento en una localidad desconocida y no se conoce la surte de ellos. Los autores de la brutal violencia escaparon, no dejando huellas.
Líderes religiosos cristianos, activistas por los derechos humanos y miembros de la sociedad civil paquistaní han expresado horror y desconcierto por lo sucedido ayer en Lahore. Peter Jacob, ya secretario ejecutivo de Justicia y Paz de la Iglesia católica paquistaní, habla de "brutalidad que ensombrece a la nación" y manifiesta "todo su pésame a la familia de las víctimas", esperando que el gobierno "garantice una vez por todas la seguridad a las minorías". El p. Mendes, sacerdote y activista de primer plano, advierte: "Hasta que los autores queden sin castigo, estos gestos continuarán sucediendo" y hace un pedido al ejecutivo para que haga mayores esfuerzos. "No es cuestión de garantizar seguridad- agrega- sino de incriminar a cuántos se han hecho responsables del asesinato de la pareja cristiana".
Una personalidad activa en el sector de los derechos humanos, anónimo, después de haber visto la escena del crimen subraya que "ahora no hay necesidad de pruebas en relación a la inseguridad de los cristianos en Paquistán". Él afirma que "no se necesitan más elementos para demostrar que se abusa de la ley sobre la blasfemia. La multitud ha asesinado también a un niño que estaba en el vientre de la mujer. No puedo ciertamente decir que veo un buen futuro para los cristianos en Paquistán".
Con más de 180 millones de habitantes (el cual profesa el STOP CRIMINAL SHARIAH STOP CRIMINAL SHARIAH ISLAM 97%), Paquistán es la sexta nación más poblada en el mundo después de Indonesia. El 80% es musulmán suní, mientras que los chiíes son el 20%. Hay también hindúes (1,85%), cristianos (1,6%). Decenas los episodios de violencia, entre los ataques elegidos contra enteras comunidades (Gojra enel 2009 o la Joseph Colony de Lahore en marzo 2013), lugares de culto Peshawar en septiembre pasado o abusos contra individuos como Sawan Masih, Asia Bibi, Rimsha Masih  o el joven Robert Fanish Masih, que murió en la celda), a menudo estos crímenes se cometen usando la famosa "ley negra" sobre la blasfemia.
==============
06/11/2014. RUSSIA - PAKISTAN. Il patriarca di Mosca scrive al presidente pakistano: "Graziate Asia Bibi"
di Nina Achmatova
In una lettera a Hussain, Kirill avverte: "C'è il rischio di compromettere il dialogo e i rapporti tra cristiani e musulmani non solo in Pakistan, ma in tutto il mondo".
Mosca (AsiaNews) - Il patriarca ortodosso di Mosca Kirill ha inviato una lettera al presidente del Pakistan Mamnoon Hussain chiedendogli di graziare Asia Bibi, la donna cristiana condannata a morte per blasfemia. La sua esecuzione, scrive il primate ortodosso russo, "sarebbe una perdita irreparabile per la famiglia, i suoi vicini e i suoi cari, comporterebbe un grave danno al dialogo tra cristiani e musulmani e potrebbe, inoltre, aggravare le tensioni tra le due comunità sia in Pakistan, che nel mondo intero".
Nella missiva, pubblicata sul sito del Patriarcato, Kirill si dice convinto che le autorità politiche di ogni Stato moderno "debbano essere consapevoli delle loro responsabilità nel destino dei rappresentanti delle minoranze religiose che confidano in loro".
"La Chiesa ortodossa russa - continua la lettera - ha dimostrato grave preoccupazione per la sentenza emessa dalla Corte. Il nostro gregge, costituto da milioni di persone, unisce la sua voce a quella di tutta la gente che nel mondo si è espressa a favore della salvezza di questa donna cristiana".
Dopo anni di prigione e in regime di isolamento "per motivi di sicurezza", il 16 ottobre scorso l'Alta corte di Lahore ha confermato la pena capitale comminata in primo grado ad Asia Bibi, cristiana e madre di cinque figli. E' accusata di blasfemia per aver insultato il nome di Maometto, ma si è sempre detta innocente e ha denunciato di essere perseguitata per la sua fede. Nel 2011 estremisti islamici hanno massacrato il governatore del Punjab Salman Taseer (musulmano) e il ministro federale per le Minoranze religiose Shahbaz Bhatti (cattolico), "colpevoli" di aver difeso la Bibi. I gruppi per i diritti umani e le minoranze religiose da tempo denunciano che in Pakistan la famigerata legge sulla blasfemia è spesso usata a scopi persecutori.
04/12/2010 PAKISTAN
Imam di Peshawar: "Una ricompensa per chi uccide Asia Bibi"
di Jibran Khan
05/03/2011 PAKISTAN
Pakistan: assolto per blasfemia, ucciso per strada. La "legge nera" fa ancora vittime
19/06/2008 PAKISTAN
Sialkot, musulmano condannato a morte per blasfemia
di Qaiser Felix
31/05/2007 PAKISTAN
Senza alcuna prova, un altro cristiano condannato a morte per blasfemia
16/10/2014 PAKISTAN
Vescovo di Islamabad: La condanna di Asia Bibi è straziante, il mondo preghi per lei
di Jibran Khan
11/06/2014
RUSSIA - PAKISTAN
Patriarch of Moscow writes to Pakistani president "pardon Asia Bibi"
by Nina Achmatova
In a letter to Hussain, Kirill warns: "There is the risk of jeopardizing the dialogue and relations between Christians and Muslims not only in Pakistan but all over the world."
Moscow (AsiaNews) - Patriarch Kirill of Moscow has sent a letter to the President of Pakistan Himari Hussain asking him to pardon Asia Bibi, a Christian woman sentenced to death for blasphemy.
The primate of the Russian Orthodox Church writes, "it would be an irreparable loss for her family, her near and dear, cause a great damage to the Muslim-Christian dialogue and could also aggravate tension between Christians and Muslims both in Pakistan and in the entire world".
In the letter, published on the Patriarchate website, Kirill says he is convinced that the political authorities of any modern state " should be aware of their responsibility for the destiny of representatives of religious minorities entrusted to them".
"The Russian Orthodox Church - the letter continues - has shown serious concern over the judgment delivered by the court. Our multimillion flock joins their voice to that of the great number of people throughout the world who advocate for saving the life of this Christian woman".
After years in prison and in solitary confinement "for security reasons", on October 16th the Lahore High Court upheld the death sentence imposed at first instance on Asia Bibi, a Christian mother of five children. She is accused of blasphemy for insulting the name of Muhammad, but has always claimed innocence and denounced being persecuted for her faith.
In 2011, Islamic extremists killed the governor of Punjab Salman Taseer (Muslim) and the Federal Minister for Minorities Shahbaz Bhatti (Catholic), "guilty" of having defended Bibi. Human rights groups and religious minorities have long upheld that Pakistan's infamous blasphemy law is often used to persecute purposes.
======================
06/11/2014 ISRAELE - PALESTINA
Gerusalemme, massima allerta e controlli rafforzati nel timore di nuove violenze
In poche ore due attacchi portati da palestinesi che, a bordo di auto, sono piombati contro funzionari della sicurezza e cittadini. Morto un poliziotto, numerosi i feriti. Oggi alla Spianata delle Moschee è in programma una marcia promossa dall'estrema destra israeliana.     06/11/2014 VATICANO
Papa: "aperte nuove prospettive" nel rapporto tra cattolici ed evangelici
Ricevendo una delegazione dell'Alleanza evangelica mondiale Francesco ha sottolineato che sono stati chiariti "malintesi", mostrate "vie per superare pregiudizi" e in diversi Paesi del mondo sono state stabilite "relazioni di fratellanza e collaborazione".
06/11/2014 INDIA
India: centinaia di persone in piazza per la "Lady di ferro di Manipur", da 15 anni in sciopero della fame
Irom Sharmila digiuna contro la legge marziale in vigore nel suo Stato. Il provvedimento dà poteri speciali (tra cui la piena immunità legale) alle forze armate. Questo ha causato vere e proprie violazioni dei diritti umani. L'attivista è alimentata a forza con un sondino e venne arrestata con l'accusa di "tentato suicidio".    06/11/2014 LIBANO
Patriarca Rai: la proroga del Parlamento "è illegale" e "contraria alla Costituzione"
di Paul Dakiki
Con 95 voti favorevoli su 97 presenti, la Camera ha prorogato il proprio mandato di due anni e sette mesi. C'è chi vi vede un accordo tra le opposte fazioni per eleggere il capo dello Stato e arrivare a una nuova legge elettorale. Commenti negativi quelle degli ambasciatori di Usa ed Europa.
06/11/2014 SRI LANKA
Cattolici dello Sri Lanka al governo: Non strumentalizzate la visita di papa Francesco
di Melani Manel Perera
Il papa sarà sull'isola dal 13 al 15 gennaio 2015. Nello stesso mese sono previste le elezioni generali, ma l'amministrazione non ha ancora fissato le date. Alcuni fedeli: "Le autorità sono a caccia dei voti dei cattolici".    06/11/2014 INDONESIA
Dai vescovi indonesiani nuovi "modelli" di Chiesa per la missione e la pastorale
di Mathias Hariyadi
In corso fino all'11 novembre l'annuale incontro della Conferenza episcopale indonesiana; presenti i 37 vescovi diocesani. Particolare attenzione ai "temi sensibili e alle questioni sociali", e all'invito alla missione di papa Francesco. Presente anche uno studioso musulmano, che esalta l'anima multiculturale del Paese.
06/11/2014 CINA
Cina, il governo su Zhou Yongkang: Inchiesta più lunga del previsto, ma sarà processato
Il vice ministro della Giustizia ammette: "Raccogliere le prove contro l'ex zar della sicurezza si sta rivelando molto impegnativo, ma andiamo avanti con perizia e attenzione".     06/11/2014 MYANMAR
Dall'autopsia segni di torture sul corpo del giornalista ucciso dall'esercito birmano
Aung Kyaw Naing, negli anni '80 guardia del corpo di Aung San Suu Kyi, sarebbe morto per gli abusi subiti dai militari. Egli presenta segni evidenti di fratture al cranio, alla mascella e due segni di penetrazione all'altezza del petto. E nono vi sarebbero ferite da arma da fuoco. Crescono le tensioni fra media e militari.
06/11/2014 RUSSIA - PAKISTAN
Il patriarca di Mosca scrive al presidente pakistano: "Graziate Asia Bibi"
di Nina Achmatova
In una lettera a Hussain, Kirill avverte: "C'è il rischio di compromettere il dialogo e i rapporti tra cristiani e musulmani non solo in Pakistan, ma in tutto il mondo".    06/11/2014 HONG KONG - CINA
Hong Kong, manifestanti arrestati dopo scontri con la polizia
Vestiti come Guy Fawkes, il ribelle che cercò di dare fuoco al Parlamento britannico, i giovani volevano riportare le proteste democratiche del Territorio all'attenzione della popolazione. Oggi la Federazione degli studenti deve decidere se partecipare o meno ai nuovi colloqui con il governo sulla riforma politica.
05/11/2014 GIAPPONE
Giappone, un gioco di carte racconta il Vangelo e va a ruba fra i non cristiani
L'idea dietro "The Bible Hunter" è quella di avvicinare i giovani alle storie più famose della vita di Cristo, degli apostoli, dei patriarchi e dei profeti. Preparato con il sostegno della Società biblica e disegnato in stile "anime", il gioco ha già ottenuto due nuove versioni. Il creatore: "Credo sia utile anche solo diffondere i valori universali del cristianesimo nella società".    05/11/2014 VATICANO
Papa: nullità matrimoniali più celeri e la Chiesa "ha tanta generosità per poter fare giustizia gratuitamente"
Non si può dover aspettare anni per sapere se un matrimonio è valido o no. "Nel Sinodo straordinario - ha detto - si è parlato delle procedure, dei processi, e c'è una preoccupazione per snellire le procedure, per un motivo di giustizia". "Sempre nel Sinodo alcune proposte hanno parlato di gratuità, si deve vedere...".
05/11/2014 INDIA
Contro la crisi delle vocazioni, i gesuiti indiani festeggiano con 21 nuovi sacerdoti
di Nirmala Carvalho
Saranno ordinati nel 2015, nell'Anno della vita consacrata. P. Errol Fernandes sj ha diretto un ritiro spirituale con questi novizi. Anche la Chiesa asiatica "fronteggia numerose sfide, ma con il suo altruismo e la sua dedizione all'altro ha un messaggio da offrire al mondo".    05/11/2014 INDONESIA - VATICANO
Collegialità e amicizia: la Conferenza episcopale, vero "volto" della Chiesa indonesiana
di Mathias Hariyadi
La Kwi festeggia i 90 anni dalla nascita. Il rapporto di collaborazione rafforzato dall'invio di sacerdoti in "missione" in aree remote. Card. Darmaatmadja:"Un forum, nel quale tutti possono condividere esperienze e ricevere sostegno nella propria missione".
===============
PENSARE AD UNA CONVIVENZA CON GLI ISLAMICI SHARIAH NAZI ONU AMNESTY SENZA DIRITTI UMANI? è PIù CHE UNA UTUPIA IMPOSSIBILE, è CONDANNARE A GENOCIDIO I POPOLI! ] 06/11/2014 [ ISRAELE - PALESTINA ] Gerusalemme, massima allerta e controlli rafforzati nel timore di nuove violenze. In poche ore due attacchi portati da palestinesi che, a bordo di auto, sono piombati contro funzionari della sicurezza e cittadini. Morto un poliziotto, numerosi i feriti. Oggi alla Spianata delle Moschee è in programma una marcia promossa dall'estrema destra israeliana. Gerusalemme (AsiaNews/Agenzie) - Il governo israeliano ha rafforzato oggi le misure di sicurezza attorno alla tranvia di Gerusalemme, in seguito all'attacco portato ieri da un palestinese che, a bordo di un'auto, è piombato contro un gruppo di persone in attesa del mezzo. L'investimento ha causato la morte di un funzionario della polizia di confine e il ferimento di altre nove persone, una delle quali in modo grave. Intanto Tel Aviv conferma che non cambierà lo status quo sulla Spianata delle Moschee, anche se in Israele monta sempre più forte la pressione per cambiarne le regole e aprirla anche alle preghiere degli ebrei.
Autore dell'attacco di ieri il 38enne palestinese Ibrahim al-Akari, del campo profughi di Shuafat, a Gerusalemme est, che si è lanciato con il proprio furgone contro tre poliziotti e ha poi investito alcuni passeggeri in attesa del tram. In seguito, è uscito dal mezzo e si è scagliato - armato di bastone - contro alcuni passanti, prima di essere freddato dalla polizia israeliana. Nella notte si è verificato un altro episodio simile: tre soldati di Te Aviv sono stati feriti, uno dei quali in modo grave, da un mezzo con targa palestinese, che si è lanciato contro un posto di controllo nei pressi del campo profughi palestinese di al-Arroub, a Hebron. L'esercito ha lanciato una imponente battuta di caccia per identificare il veicolo e risalire al proprietario. Fin dalla prima mattinata le forze di sicurezza israeliane hanno predisposto posti di blocco e controlli in diversi quartieri palestinesi, concentrati nella zona est della città e predisposto rinforzi nei punti più sensibili. Almeno 16 gli arresti operati da Tel Aviv, in seguito a scontri divampati in alcuni campi profughi a Issawiya e Silwan. Gli attentati di ieri giungono a due settimane di distanza dall'incidente che ha visto protagonista un cittadino palestinese, che ha perso il controllo della propria auto e investito un gruppo di persone, uccidendo una donna e un bambino. Da quel momento si è registrata una escalation della tensione, con almeno 188 arresti operati dalla polizia israeliana, 71 dei quali minorenni. Ieri intanto i leader di Palestina e Giordania hanno lanciato un appello al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, perché intervenga contro le "violazioni" operate da Israele contro i luoghi sacri musulmani a Gerusalemme. Vi è il rischio concreto di una progressione inarrestabile della crisi, che con pesanti ripercussioni su tutta l'area mediorientale. Ad esacerbare la tensione potrebbe contribuire anche la marcia, prevista nel pomeriggio di oggi, di un gruppo di ebrei legati all'estrema destra che intendono recarsi al Monte del Tempio (Spianata delle Moschee per i musulmani) e protestare contro il ferimento del rabbino Yehuda Glick.
=========
Resta alta la tensione in Israele, status quo sulla Spianata. MA, Israele non cambierà lo status quo sulla Spianata delle Moschee.
Elena Mauro · Top Commentator
"Nessun servizio di sicurezza al mondo"..che paroloni. Aspettate un po'e vedrete che cosi'come il muro di divisione ha ristretto l'entrata di persone e materiale in Israele, il che, ha posto fine ai kamikaze imbottiti di esplosivo (solo perche'non ci possono piu'entrare, se non passando attraverso 3 check point, in cui vengono registrati, schedati e perquisiti), presto ci saranno restrizioni, per tutti i guidatori non